Truffe contratti energia elettrica: come difendersi

Chi le conosce, le evita. Il principio della libera concorrenza ha portato alla crescita delle truffe contratti energia elettrica. L’inganno si può manifestare in diversi modi, ma con una serie di accorgimenti lo si può schivare. Risparmiare sulle tariffe di luce e gas non significa infatti credere a tutto. I truffatori offrono spesso prezzi super vantaggiosi ai quali è facile abboccare. Come capire quando si è davanti a una truffa sul contratto della luce e come fare per prevenirla?

Truffa contratto energia elettrica: come avviene

Di modi per effettuare truffe sui contratti energia elettrica ne esistono a bizzeffe. I raggiri più conosciuti sono:

  • Falso rappresentante che fa porta a porta
  • Firme false su vecchi documenti
  • Dati anagrafici rubati

Tuttavia spesso anche le stesse compagnie di luce e gas pongono in essere condotte discutibili. Il consumatore deve avere cura di non rendere noti i propri codici POD o PDR, ovvero quelli che identificano il contatore dell’energia elettrica e del gas. Questi codici alfanumerici rimangono gli stessi anche se il cliente cambia compagnia, per cui è opportuno non fornire questa informazione a call center o a presunti addetti alle vendite.

Come difendersi da truffa su contratto luce e contratto energia

Il consumatore non deve mai fornire i propri dati sensibili. Né ai call center né a chi si presenta a domicilio con un cartellino improvvisato. Le maggiori aziende fornitori di luce e gas non adottano infatti queste modalità di vendita. Rilasciare i codici POD o PDR consente di attivare nuovi contratti all’insaputa del malcapitato cliente. Difendersi dai falsi contratti energia elettrica è però possibile. Come prima cosa si dovrà:

  • Non rilasciare a nessuno i propri dati sensibili
  • Chiedere che la nuova proposta di contratto (voltura o nuovo contratto) venga inviata tramite e-mail (PEC ove possibile)

Affinché un contratto con una nuova società energetica entri in vigore, è inoltre obbligatorio che questa chieda conferma ai nuovi clienti. La richiesta deve pervenire tramite e-mail, lettera scritta o telefono. In mancanza di questo accorgimento, il contratto è da considerarsi nullo. Il contratto elettrico si può inoltre recedere dopo la firma, rispettando le condizioni stabilite.

Diritto di recesso contratto energia elettrica

In questo caso il cliente dovrà esercitare il diritto di recesso. Si tratta di un annullamento richiedibile in qualsiasi momento, indipendentemente da dove e quando è stato stipulato il contratto. L’interruzione contrattuale va richiesta tramite un modello precompilato presente, di norma, sul sito del fornitore della corrente elettrica. Il cliente è obbligato a dare un preavviso, in ogni caso mai superiore a un mese. Per recedere il contratto energia elettrica è previsto il pagamento di un conguaglio.

Evitare le truffe contratti energia elettrica è senza dubbio possibile. Per trovare le migliori tariffe luce e gas è sempre consigliato affidarsi alla comparazione online. Sul nostro sito si possono mettere a confronto le proposte delle migliori compagnie che permettono di fare una scelta consapevole e vantaggiosa.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Incidente in area privata: chi deve pagare?

In caso di incidente in area privata l’assicurazione paga? Giù la maschera: almeno una volta nella nostra carriera da automobilisti ci siamo trovati a porci la domanda. Aree di sosta, parcheggi, giardini, cortili: ogni posto è una potenziale fonte di sinistri. Come bisogna comportarsi se si resta vittime di incidenti stradali in aree private? Chi

CONTINUA A LEGGERE

Passaggio di proprietà auto per decesso: come fare

Ereditare un veicolo per volontà del defunto rientra nei nostri diritti. Qual è la procedura per effettuare il passaggio di proprietà auto per decesso? In caso di auto intestata a defunto, gli ereditari devono presentare il verbale di pubblicazione del testamento redatto dal notaio. L’accettazione eredità auto va fatta entro 6 mesi dalla morte, davanti

CONTINUA A LEGGERE

Cilindrata neopatentati: qual è il limite per le moto

Esiste una cilindrata neopatentati per moto? Aver conseguito la patente di guida da meno di tre anni, comporta una serie di restrizioni. Mentre il più significativo sbarramento per le auto riguarda il limite kilowatt neopatentati, per le due ruote la questione è leggermente differente. Bisogna infatti ricordare che i titoli di guida per moto sono

CONTINUA A LEGGERE

Moto nuova: quali sono i tempi d’immatricolazione?

Sapere come immatricolare una moto è un passaggio fondamentale per ogni possessore di una due ruote. Sia se si rileva una moto radiata, sia se si acquisti una moto d’epoca o nuova di zecca, occorre infatti formalizzare alcuni passaggi burocratici obbligatori. I tempi immatricolazione moto nuova sono generalmente brevi, così come esigue sono le spese

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Città più pericolose del mondo: classifica, come viaggiare sicuri

Viaggiare è uno tra gli hobby più gettonati dagli italiani. Chi si può permettere un weekend o una vacanza, magari all’estero, non può non tenere conto di una classifica: quella delle città più pericolose del mondo. Si tratta di un ranking che confronta abitanti e numero di omicidi, restituendo un indice di pericolosità in percentuale.

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento furto auto: come richiederlo e documenti necessari

Una cattiva abitudine che non passa mai di moda. I furti d’auto in Italia tornano ad aumentare. Secondo le statistiche diffuse dal Ministero dell’Interno, nel 2018 sono state 105.239 le macchine rubate, con una crescita del 5,2% rispetto all’anno precedente. Ottenere il risarcimento furto auto è possibile, mentre non sempre è facile tornare in possesso

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione moto: quali sono le garanzie accessorie migliori?

Quando si sottoscrive una polizza RC Moto è possibile aggiungere delle ulteriori coperture assicurative. Le garanzie accessorie servono a tutelare l’assicurato da tutti i casi che restano scoperti dalla RC obbligatoria. Intervengono quando si verificano danni non coperti da questa, garantendo il regolare indennizzo al contraente. Scegliendo di abbinarle all’assicurazione auto o moto obbligatoria, il

CONTINUA A LEGGERE

Assistenza stradale Zurich Connect: come funziona, contatti

Ricevere un soccorso immediato quando si rimane con l’auto in panne. Quando si manifesta uno degli spettri più temuti da ogni automobilista, bisogna restare lucidi. Richiedere un pronto intervento è il secondo passo da compiere. Avendo aggiunto la polizza assistenza stradale all’assicurazione RC auto, questo tipo di aiuto sarà gratuito. Tra le compagnie che offrono

CONTINUA A LEGGERE