Reclamo bolletta luce: come funziona?

Reclamo bolletta luce: come funziona?

Prima o poi, purtroppo, capita a tutti di ricevere una bolletta della luce salata, troppo salata. Dopo aver capito che qualcosa non va, è possibile dover effettuare un reclamo al nostro gestore di energia elettrica. Ma come?

Reclamo bolletta luce: cosa fare

Quando si riceve una bolletta stranamente alta, la prima cosa da fare è contattare direttamente il nostro gestore dell’energia elettrica tramite numero verde. L’assistenza clienti ci aiuterà a leggere la bolletta e a capire cosa non va. Non è raro, infatti, che alcuni importi eccessivamente salati siano causati da conguagli non previsti o da consumi calcolati in modo errato o incompleto. Solo nel caso in cui in effetti ci sia qualcosa che non va, è possibile proseguire con la contestazione. Se malauguratamente vi accorgete che la bolletta è corretta, ricordate che quasi tutti i gestori offrono la possibilità di rateizzare e dilazionare i pagamenti.

L’iter della contestazione

Se si decide di proseguire con la contestazione, è necessario inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno o un’email tramite PEC al proprio gestore. All’interno dovremo indicare tutti i dati dell’utenza e dell’intestatario della fornitura, nonché il reclamo vero e proprio: cosa stiamo contestando nel dettaglio e la modifica che si richiede. Redigere questa raccomandata è semplice, a patto di scrivere in modo chiaro e puntuale. È comunque possibile chiedere aiuto alle associazioni dei consumatori o al proprio avvocato.

Entro 40 giorni, il gestore è tenuto a rispondere alla vostra contestazione. Ricordiamo che la raccomandata e l’email di posta certificata sono comunicazioni con valore legale e i tempi stabiliti per legge devono essere rispettati. Nel caso in cui il gestore riconosca l’errore, sarà tenuto a rimborsare l’intero importo che vi spetta. In quel caso, siete fortunati. La vostra contestazione è stata rapida e indolore! Controllate di ricevere il rimborso nei tempi previsti (90 giorni), passati i quali vi spettano ulteriori indennizzi per il ritardo.

Nel caso in cui, invece, il gestore dovesse  avere ragione e non avere nulla da rimborsarvi, bisogna ricorrere all’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA, prima conosciuta come AEEGSI, Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico) e alla conciliazione.

È il momento di cambiare

Di solito è proprio in seguito a una contestazione, anche quando conclusa positivamente, che il consumatore decide di cambiare gestore. È il momento migliore per farlo perché è proprio quando si vuole cambiare che si trovano le tariffe più vantaggiose: i fornitori sono felici di poter acquisire un nuovo cliente. Per scoprire le offerte più convenienti, basta inserire i dati di consumo nel nostro comparatore per ricevere i migliori preventivi sul mercato. Quale è quello che fa per te?

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile?

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile? L’assicurazione casa è una delle protezioni più importanti della nostra vita. Tra le varie opzioni, ce n’è una spesso snobbata da chi vuole acquistare una polizza per la propria abitazione. La polizza casa eventi atmosferici è invece un’importante aggiunta alla propria tutela domestica. Scopriamo insieme da cosa

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire Hai stipulato un’assicurazione casa per il tuo immobile di proprietà o per l’appartamento che abiti ed è in affitto? Hai subìto un danno e vuoi richiedere il giusto risarcimento? Scopri qual è l’iter da seguire per chiedere il risarcimento danni assicurazione casa. Comunica subito con la

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione appartamento: come funziona?

Il tuo appartamento è il posto accogliente dove torni dopo una lunga giornata di lavoro, dove i tuoi figli crescono, imparano, giocano, dove riposi, ti senti protetto. È fondamentale, quindi, volerlo assicurare per essere certi che sia sempre al sicuro, e voi al suo interno. Come funziona l’assicurazione appartamento? Scopriamolo insieme. Assicurazione casa: cosa è? L’assicurazione

CONTINUA A LEGGERE

Rendita vitalizia: cos’è? Come funziona?

La rendita vitalizia può essere un modo per rimpinguare la pensione. Molti italiani, già da anni, scelgono la rendita vitalizia come forma di pensione complementare. È un modo infatti per mettere da parte del denaro, farlo fruttare e ottenerlo indietro allo scadere del contratto. Come funziona? Rendita vitalizia: cos’è Per rendita si intende un contratto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso?

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso? Un numero in calo ma sempre consistente. In Italia sono state 103.030 le automobili rubate nel 2017. I ritrovamenti (in calo dell’11,57% rispetto all’anno precedente) sono stati in tutto 49.801. Se ne ricava che più di una vettura ogni due non torna in possesso del legittimo proprietario.

CONTINUA A LEGGERE