assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Reclamo bolletta luce: come funziona?

Reclamo bolletta luce: come funziona?

Prima o poi, purtroppo, capita a tutti di ricevere una bolletta della luce salata, troppo salata. Dopo aver capito che qualcosa non va, è possibile dover effettuare un reclamo al nostro gestore di energia elettrica. Ma come?

Reclamo bolletta luce: cosa fare

Quando si riceve una bolletta stranamente alta, la prima cosa da fare è contattare direttamente il nostro gestore dell’energia elettrica tramite numero verde. L’assistenza clienti ci aiuterà a leggere la bolletta e a capire cosa non va. Non è raro, infatti, che alcuni importi eccessivamente salati siano causati da conguagli non previsti o da consumi calcolati in modo errato o incompleto. Solo nel caso in cui in effetti ci sia qualcosa che non va, è possibile proseguire con la contestazione. Se malauguratamente vi accorgete che la bolletta è corretta, ricordate che quasi tutti i gestori offrono la possibilità di rateizzare e dilazionare i pagamenti.

L’iter della contestazione

Se si decide di proseguire con la contestazione, è necessario inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno o un’email tramite PEC al proprio gestore. All’interno dovremo indicare tutti i dati dell’utenza e dell’intestatario della fornitura, nonché il reclamo vero e proprio: cosa stiamo contestando nel dettaglio e la modifica che si richiede. Redigere questa raccomandata è semplice, a patto di scrivere in modo chiaro e puntuale. È comunque possibile chiedere aiuto alle associazioni dei consumatori o al proprio avvocato.

Entro 40 giorni, il gestore è tenuto a rispondere alla vostra contestazione. Ricordiamo che la raccomandata e l’email di posta certificata sono comunicazioni con valore legale e i tempi stabiliti per legge devono essere rispettati. Nel caso in cui il gestore riconosca l’errore, sarà tenuto a rimborsare l’intero importo che vi spetta. In quel caso, siete fortunati. La vostra contestazione è stata rapida e indolore! Controllate di ricevere il rimborso nei tempi previsti (90 giorni), passati i quali vi spettano ulteriori indennizzi per il ritardo.

Nel caso in cui, invece, il gestore dovesse  avere ragione e non avere nulla da rimborsarvi, bisogna ricorrere all’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA, prima conosciuta come AEEGSI, Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico) e alla conciliazione.

È il momento di cambiare

Di solito è proprio in seguito a una contestazione, anche quando conclusa positivamente, che il consumatore decide di cambiare gestore. È il momento migliore per farlo perché è proprio quando si vuole cambiare che si trovano le tariffe più vantaggiose: i fornitori sono felici di poter acquisire un nuovo cliente. Per scoprire le offerte più convenienti, basta inserire i dati di consumo nel nostro comparatore per ricevere i migliori preventivi sul mercato. Quale è quello che fa per te?

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Viaggio last minute in montagna in Trentino Alto Adige

Viaggio last minute in montagna in Trentino Alto Adige Partire verso la fine di agosto o agli inizi di settembre è un’ottima occasione per evitare la calca, non solo al mare, ma anche in montagna! Il Trentino Alto Adige offre ancora il meglio di sé ed è una meta perfetta per un viaggio on the

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze fine estate: le migliori mete al mare

Vacanze fine estate: le migliori mete al mare Hai preferito prendere le ferie verso fine agosto, magari a inizio settembre? Le vacanze cosiddette intelligenti sono un ottimo modo per risparmiare qualche euro sul soggiorno e soprattutto per trovare meno folla in spiaggia e nei luoghi di villeggiatura. Queste sono le nostre mete preferite per potersi

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione casa vacanze: come tutelare la seconda casa

Assicurazione casa vacanze: come tutelare la seconda casa Sempre più italiani, complici alcune piattaforme che mettono facilmente in condivisione la domanda con l’offerta, stanno affittando le proprie seconde case durante le vacanze. È un ragionamento piuttosto semplice. Un immobile che non viene usato in certi periodi dell’anno dai padroni di casa può essere invece una

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Guida alla bicicletta: modelli, regole e assicurazione

Guida alla bicicletta: modelli, regole e assicurazione Bici, che passione! In Italia l’amore per le due ruote sopravvive alla crescente offerta di motori e tecnologie, come dimostrato dai dati del 2017. Nei dodici mesi dell’anno sono state vendute 1.688.000 unità sommando biciclette tradizionali ed elettriche. La tipologia più acquistata è la city-bike, che si lascia

CONTINUA A LEGGERE

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene Il conto in banca scende ma la necessità di acquistare un’auto nuova si fa sempre più stringente? Niente paura. Anche in un periodo di recessione economica sarà possibile soddisfare il proprio bisogno di cambiare vettura. Purché, che sia essa nuova o usata, non si decida di comprarla in

CONTINUA A LEGGERE

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo Il bollo auto è una tassa che ogni possessore di auto iscritta al PRA (Pubblico registro Automobilistico) è tenuto a pagare annualmente. In passato era definito “tassa di circolazione”, in quanto dal suo versamento erano esentati i proprietari di veicoli che non circolavano su strada. L’entrata in vigore dall’articolo

CONTINUA A LEGGERE

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE