Quale elettrodomestico scegliere per risparmiare sulla bolletta della luce

Un consumo consapevole rispetta l’ambiente e ci consente di risparmiare notevolmente sulle bollette a fine mese. Scegliere un elettrodomestico performante e di ultima generazione è uno dei primi strumenti che abbiamo per abbattere la spesa energetica. Hai in casa una vecchia lavatrice? Probabilmente è anche per colpa sua se paghi troppo di luce. Noi ti spieghiamo quale elettrodomestico scegliere per pagare meno la bolletta.

Come risparmiare sulla bolletta della luce

Devi rinnovare casa o stai pensando di cambiare frigorifero? Scegli una classe energetica performante! L’uso dei grandi elettrodomestici come lavatrice, lavastoviglie, condizionatori e frigorifero incide sensibilmente sui consumi energetici. Abbiamo tre modi per poter risparmiare:

  • Scegliere elettrodomestici di classe energetica A++ o A+++
  • Se in tariffa bi-oraria, avviare lavatrice e lavastoviglie solo di sera o nei weekend
  • Confrontare nuove tariffe di altri operatori. Spesso i nuovi clienti possono usufruire di tariffe vantaggiose. Grazie al nostro comparatore puoi salvare il preventivo e dare un’occhiata gratuitamente.

Quale televisore scegliere per risparmiare?

Avete presente quella lucina rossa che rimane sempre accesa sui nostri televisori o sui monitor dei computer? È la luce che avverte che l’apparecchio elettronico è in standby. Riposa, sì, quindi consuma molto meno, ma consuma. Ricordiamoci sempre di staccare le spine quando non utilizziamo il televisore, specialmente se si parte, anche solo per un weekend.

Quale lavatrice o lavastoviglie scegliere?

Il consiglio è quello di affidarsi a modelli che abbiano un ottimo profilo energetico. Inizialmente vi sembrerà di aver speso di più – e spesso è così – ma recupererete presto l’investimento fatto sulla bolletta della luce. Per quanto riguarda la lavastoviglie, utilizzare sempre il programma ECO, pensato appositamente dalle case di produzione per ridurre i consumi di acqua, elettricità e detersivo. Per la lavatrice, a meno di carichi particolari che richiedano lavaggi specifici, lavate sempre a 30°, con poco detersivo e senza prelavaggio.

Quale frigorifero scegliere?

Anche la scelta del frigorifero incide notevolmente sulla bolletta energetica. Per iniziare, anche in questo caso, è fondamentale affidarsi a un elettrodomestico di qualità con una classe energetica performante. Inoltre, mai sovraccaricare frigo e freezer: per mantenere la temperatura farà più fatica e consumerà di più. In ultimo, se il vostro elettrodomestico non dovesse avere la funzione “no frost”, ricordatevi di sbrinarlo spesso. L’accumulo di ghiaccio nel freezer è dannoso per i vostri cibi, che vengono conservati in maniera non ottimale, e per la vostra bolletta, in quanto l’elettrodomestico consumerà di più.

Cambiare gestore dell’energia elettrica

Se avete già elettrodomestici di classe energetica favorevole e siete già dei consumatori attenti e consapevoli, il passo necessario è confrontare nuove offerte presso altri gestori dell’energia elettrica. Farlo è semplice e gratuito, grazie al nostro comparatore. Inserisci il tuo profilo di consumo e i tuoi dati e ottieni i preventivi adatti alla tua casa! La migliore scelta è quella consapevole.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene L’assicurazione auto giornaliera è un particolare tipo di polizza prevista da alcune compagnie. La sua attivazione permette di assicurare la propria vettura per 24 ore. Di solito le polizze temporanee partono da un minimo di tre o cinque giorni fino a un massimo di sei mesi,

CONTINUA A LEGGERE

Furto bici: cosa fare, come evitarlo

Furto bici: cosa fare, come evitarlo Ogni anno in Italia vengono rubate 350.000 biciclette. Un dato preoccupante e che, come prevedibile, registra nelle metropoli i suoi picchi massimi, con Roma e Milano che superano i 10.000 furti bicicletta nell’arco dei 12 mesi. In media viene rubato un esemplare ogni due minuti e ritrovare la propria

CONTINUA A LEGGERE

Controllo targa moto: a cosa serve, come si fa

Controllo targa moto: a cosa serve, come si fa Il numero di targa è un codice alfanumerico prezioso per il controllo veicoli. Grazie ai moderni sistemi targa, infatti, si possono ricavare numerose informazioni sull’automezzo. Questa procedura non è soltanto appannaggio delle Forze dell’Ordine, ma è eseguibile anche dai privati. Come funziona il sistema Targa System

CONTINUA A LEGGERE

Polizza cristalli: cosa copre e come funziona

Polizza cristalli: cosa copre e come funziona Tra le garanzie accessorie più comuni delle tradizionali RC Auto c’è la polizza cristalli. Si tratta di una particolare assicurazione che, senza costi aggiuntivi, permette di riparare o sostituire il parabrezza in caso di rottura o danneggiamento. Cos’è la polizza cristalli e come ottenere il risarcimento Spesso abbinata

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE