assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

La casa connessa è ora per tutti

Nel 2015 il giro d’affari legato alla casa connessa in Italia è salito del 23%. Cosa vuol dire “casa connessa”? Quali sono i vantaggi? Come ci può consentire di risparmiare e di rispettare l’ambiente? Scopriamolo insieme.

La casa connessa: benvenuti nel futuro

L’internet of things (internet delle cose) rappresenta l’insieme di oggetti connessi alla Rete e che, nel caso di una casa connessa, sono quindi presenti nelle nostre abitazioni. Alcuni esempi? Esistono prodotti dedicati alla sicurezza, come videocamere di sorveglianza, videocitofoni, sensori di movimento e perfino serrature, tutti utili da dichiarare al momento della stipula di un’assicurazione casa. O anche, molto importanti per il risparmio energetico, sono quei dispositivi che controllano da remoto gli elettrodomestici, i sistemi di riscaldamento o i consumi dei dispositivi elettrici.

La prima regola è la comodità. Una casa connessa è una casa, innanzitutto, comoda. Qualsiasi oggetto domotico connesso in rete, infatti, può essere governato dal proprio smartphone. Abbiamo dimenticato di far partire la lavatrice e ora siamo in ufficio? Diamo il comando tramite app. Vogliamo tornare a casa, facendoci accogliere dal tepore del riscaldamento? Attiviamolo con un clic.

I vantaggi di una casa connessa: risparmio in bolletta

Collegare alla rete la propria casa e controllarla da remoto ci garantisce notevoli vantaggi, primo su tutti un risparmio importante sulle bollette di luce e gas.

Il riscaldamento intelligente, per esempio, ci permette di sfruttare il calore solo quando ci è più comodo. Quante volte vi sarà capitato di rientrare a casa, trovarla gelata e alzare il termostato al massimo, sperando di ottenere subito un calore diffuso? Questo è un grandissimo errore che abbiamo commesso tutti e che ci fa consumare molto. Il termostato intelligente e connesso, invece, ci permette di attivare il riscaldamento da prima, ma a una temperatura più congrua. Avremo una casa calda al nostro rientro e una bolletta meno salata a fine mese. Inoltre, questo tipo di comportamento, ci consente anche di rispettare l’ambiente, consumando meno e meglio, in rapporto alle nostre abitudini. Sei in dubbio sul tipo di offerta da attivare per risparmiare su luce o gas? Pensi di voler cambiare fornitore? Utilizza il nostro comparatore gratuito per scoprire l’offerta più adatta alle tue abitudini di consumo.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione 15 giorni dopo la scadenza: quali danni copre?

Assicurazione 15 giorni dopo la scadenza: quali danni copre? L’abolizione del tacito rinnovo ha cambiato notevolmente le abitudini degli italiani sul tema dell’assicurazione auto. Dal gennaio 2013 è infatti venuta meno la clausola, prevista da molte compagnie assicurative, del rinnovo automatico delle polizze in assenza di disdetta. Volta a favorire chi è intenzionato a cambiare

CONTINUA A LEGGERE

IPT auto: cos’è e quanto costa

IPT auto: cos’è e quanto costa Tra le tante tasse che colpiscono la nostra auto ce n’è una particolarmente “fastidiosa”: l’IPT. L’imposta provinciale di trascrizione grava su tutti i veicoli italiani. Deve essere versata sia quando si acquista un’auto nuova che quando se ne acquista una usata e va direttamente nelle casse delle Province. L’imposta

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione scolastica: cos’è e come funziona

Assicurazione scolastica: cos’è e come funziona Tra i banchi di scuola i nostri figli trascorrono mediamente 200 giorni all’anno. La prerogativa di ogni genitore è quella di poter stare tranquillo durante le ore che scandiscono le lezioni. A salvaguardare la sicurezza degli studenti durante l’attività didattica ci pensa l’assicurazione scolastica. Questa polizza è obbligatoria per

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo Il bollo auto è una tassa che ogni possessore di auto iscritta al PRA (Pubblico registro Automobilistico) è tenuto a pagare annualmente. In passato era definito “tassa di circolazione”, in quanto dal suo versamento erano esentati i proprietari di veicoli che non circolavano su strada. L’entrata in vigore dall’articolo

CONTINUA A LEGGERE

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE

Eccesso di velocità: quali effetti sulla assicurazione auto?

Eccesso di velocità: quali effetti sulla assicurazione auto? Sei appena stato multato per eccesso di velocità e vuoi sapere se ci saranno ripercussioni anche sul premio della tua assicurazione auto? Allora questo è il posto giusto per te! Come saprai, il codice stradale italiano non prevede un unico limite di sicurezza su strada. A determinarlo

CONTINUA A LEGGERE