Domiciliazione bancaria bollette: quando conviene davvero?

La domiciliazione bancaria bollette consiste nell’addebito automatico delle fatture sul conto corrente. Questa soluzione offre diversi vantaggi. Quando si è sommersi dalle scadenze mensili, infatti, può capitare di dimenticare un pagamento. Il mancato pagamento delle fatture di luce e gas, a lungo andare, comporta l’invio di cartella da parte dell’Agenzia Entrate Riscossione. Per questo motivo e per snellire le pratiche, tutte le compagnie di luce e gas offrono tale formula.

Domiciliazione bollette: come richiedere

L’attivazione della domiciliazione bancaria bollette è semplice. Basta una richiesta allo sportello della propria banca o del fornitore del servizio. Una volta attivata, non si avrà più paura di dimenticare la scadenza delle bollette. Fino al 1° febbraio 2014 era necessario comunicare il RID bancario. Da allora il pagamento rid è stato sostituito dall’SDD bancario. Il Sepa Direct Debit (SDD) è lo strumento di pagamento che permette al fornitore di beneficiare degli incassi in euro all’interno dell’area SEPA, in base a un accordo (mandato) tra il cliente e il creditore. Il passaggio da rid bancario a SDD non ha prodotto cambiamenti per l’utente. Le utenze luce e gas vengono addebitate direttamente sul conto corrente o sulla carta di credito senza dover compiere ulteriori operazioni.

Domiciliazione bollette: conviene?

La domiciliazione bancaria permette di avere una serie di vantaggi che non vengono offerti dal bollettino postale. Il risparmio è assicurato, per questo rappresenta ormai la prima scelta per molti clienti.

Vantaggi domiciliazione bancaria bollette

Diversi sono i vantaggi garantiti dalla domiciliazione bancaria. Tra questi rientrano:

  • Semplicità nel pagamento: l’utente non dovrà ricordarsi la scadenza delle bollette e provvedere autonomamente al saldo
  • Riduzione delle spese: non si paga più la spedizione della bolletta, né i costi del bollettino
  • Niente deposito cauzionale: nei contratti di gas, energia elettrica ed acqua il deposito cauzionale è applicato a tutti gli utenti. Scegliendo la domiciliazione è invece prevista l’esenzione
  • Sconti e promozioni: i fornitori li prevedono per chi si affida a questa formula. Si hanno sconti sul canone di abbonamento e concessioni gratuite. Il motivo è semplice: con la domiciliazione bancaria bollette chi eroga un servizio ha la certezza di ricevere il pagamento

Svantaggi domiciliazione bancaria

Quando si ha la certezza di disporre di un’entrata fissa, insomma, non c’è motivo per non affidarsi alla domiciliazione bancaria. Non vanno tuttavia trascurati alcuni aspetti negativi:

  • Importi sbagliati: con il prelievo automatico, diventa impossibile tornare indietro in caso di importo sbagliato. Inoltre non sempre è facile arrivare alla conciliazione a fronte di un errore
  • Controllare i propri consumi: cosa fare se consumi stimati e importi addebitati non coincidono? Con la domiciliazione bancaria si paga comunque e in anticipo su eventuali errori. Per questo l’utente sarà obbligato a tenere personalmente sotto controllo la situazione dei propri consumi

La domiciliazione bancaria bollette non esclude la possibilità di ricevere le fatture per posta. Tuttavia viene spesso abbinata alla ricezione via e-mail, che permette di risparmiare ulteriori soldi e di rispettare l’ambiente. Per scovare le migliori offerte gas e luce è possibile consultare il comparatore presente sul nostro sito. Inserendo il proprio profilo di consumo si visioneranno le offerte più vantaggiose, attivabili entro 60 giorni dalla ricezione del preventivo gratuito.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE