Differenza tra voltura e subentro

Differenza tra voltura e subentro

Quando si cambia casa, sono molte le pratiche che vanno espletate. Una delle più importanti riguarda le utenze di luce e gas: qual è l’differenza tra voltura e subentro? Per semplificarvi il trasloco, ve lo spieghiamo noi.

Cosa è la voltura

La voltura è la pratica più comune ed è quella che riguarda il cambio dell’intestatario dell’utenza. Facciamo un esempio. Hai affittato una casa dove la luce e il gas sono ancora presenti. Prima di te, c’era tale signor Rossi a cui erano intestate tutte le utenze. Cosa fare? Semplicemente la voltura, ovvero contattare il fornitore e, con una vecchia bolletta alla mano, comunicare il cambio di nominativo. Se sei in dubbio su come si effettua una voltura della luce, qui ti spieghiamo come fare per filo e per segno.

Quanto costa una voltura luce e gas?

Per effettuare la voltura, si paga una cifra tra i 30 e gli 80 euro circa per fare il cambio di nominativo, a seconda se l’utenza è a maggior tutela o in libero mercato. La voltura è gratuita nei seguenti casi:

  • Per decesso del titolare dell’utenza. L’erede può fare richiesta di voltura inviando il certificato di morte del precedente intestatario.
  • In caso di separazione o divorzio. Anche in questo caso, occorre la giusta documentazione. Questa può essere l’autorizzazione del coniuge intestatario oppure una copia della sentenza di divorzio.

La voltura è quindi necessaria quando i contatori sono attivi e le utenze sono ancora allacciate. Per verificarlo:

  • Provare a tirare su la leva della luce generale nel quadro elettrico. Se scatta e torna al suo posto, la luce è staccata.
  • Aprire il rubinetto del gas (se chiuso) e provare ad accendere i fornelli. Se non esce gas, ovviamente l’erogazione è stata interrotta.

Cos’è il subentro

Il subentro si rende invece necessario quando l’utenza, che sia gas o energia elettrica, è stata interrotta. Con il subentro, la fornitura viene nuovamente attivata, ma parte di un nuovo cliente. Il contatore risulta essere stato disattivato quindi dal precedente inquilino.

Quanto costa un subentro luce e gas?

Ogni fornitore ha i propri costi, pubblicati solitamente sul proprio sito web. Anche in questo caso c’è differenza se si tratta di un’utenza nel servizio di maggior tutela o nel mercato libero. Nel primo caso siamo sui 65 euro e nel secondo caso sui 28.

Indeciso sul tipo di contratto da attivare? Per fortuna, per i nuovi clienti sono disponibili delle ottime tariffe. L’importante, come al solito, è capire che tipo di consumatori siamo e quindi scegliere l’offerta più adatta a noi tramite il nostro comparatore gratuito.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene L’assicurazione auto giornaliera è un particolare tipo di polizza prevista da alcune compagnie. La sua attivazione permette di assicurare la propria vettura per 24 ore. Di solito le polizze temporanee partono da un minimo di tre o cinque giorni fino a un massimo di sei mesi,

CONTINUA A LEGGERE

Furto bici: cosa fare, come evitarlo

Furto bici: cosa fare, come evitarlo Ogni anno in Italia vengono rubate 350.000 biciclette. Un dato preoccupante e che, come prevedibile, registra nelle metropoli i suoi picchi massimi, con Roma e Milano che superano i 10.000 furti bicicletta nell’arco dei 12 mesi. In media viene rubato un esemplare ogni due minuti e ritrovare la propria

CONTINUA A LEGGERE

Controllo targa moto: a cosa serve, come si fa

Controllo targa moto: a cosa serve, come si fa Il numero di targa è un codice alfanumerico prezioso per il controllo veicoli. Grazie ai moderni sistemi targa, infatti, si possono ricavare numerose informazioni sull’automezzo. Questa procedura non è soltanto appannaggio delle Forze dell’Ordine, ma è eseguibile anche dai privati. Come funziona il sistema Targa System

CONTINUA A LEGGERE

Polizza cristalli: cosa copre e come funziona

Polizza cristalli: cosa copre e come funziona Tra le garanzie accessorie più comuni delle tradizionali RC Auto c’è la polizza cristalli. Si tratta di una particolare assicurazione che, senza costi aggiuntivi, permette di riparare o sostituire il parabrezza in caso di rottura o danneggiamento. Cos’è la polizza cristalli e come ottenere il risarcimento Spesso abbinata

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE