Come risparmiare sulla bolletta del telefono: consigli prima di cambiare operatore

Come risparmiare sulla bolletta del telefono: consigli prima di cambiare operatore

Se la scottante questione della bolletta a 28 giorni ti ha fatto dubitare della correttezza del tuo gestore, c’è una soluzione: cambiare operatore telefonico. Di solito, infatti, per i nuovi clienti, i gestori di telefonia fissa e mobile offrono delle proposte molto ghiotte, sicuramente da tenere in considerazione. Scopriamo cosa occorre valutare per risparmiare sulla bolletta del telefono.

Come risparmiare sulla bolletta del telefono: che consumatore sei?

Non ci stancheremo mai di ripeterlo. Optare per la tariffa migliore è possibile solo conoscendo il tipo di consumatore che siamo e il tipo di esigenze che abbiamo in casa. Se abbiamo le vecchie bollette, è utile leggerle tutte e confrontarle, per capire quali sono i nostri reali bisogni e quali sono i servizi che abbiamo pagato e che ci servono davvero. Quali sono invece le spese che possiamo tagliare?

ADSL con o senza voce?

Per esempio, la nostra utenza domestica prevede la sola linea internet o anche il telefono fisso? E quest’ultimo lo usiamo davvero o siamo semplicemente preda dei call center? Il telefono fisso può essere molto utile, specialmente per i più anziani o per quelle case dove i cellulari non prendono bene. Però, anche in questo, è bene valutare correttamente il nostro bisogno.

Ci occorre una linea fissa? Prendiamo in considerazione:

  • Un’utenza a consumo perché non telefoniamo molto, ma riceviamo.
  • Un’utenza flat o forfettaria se telefoniamo molto. Valutiamo se includere anche i numeri cellulari, oltre ai fissi, tra i destinatari inclusi nella tariffa.
  • Lo scatto alla risposta. Se effettuiamo molte chiamate brevi, finiamo per pagare troppo. Sono comunque preferibili le offerte che non prevedono lo scatto alla risposta. Di centesimo in centesimo, vi assicuriamo che la bolletta lievita facilmente!

ADSL o fibra ottica?

Anche la velocità di connessione concorre all’aumentare delle tariffe. Una linea ADSL a 20mb di solito costa meno della velocissima fibra ottica. Unica eccezione sono i lanci delle nuove coperture: per invogliare nuovi utenti ad allacciarsi alla fibra ottica appena installata, le compagnie telefoniche offrono ottime offerte all inclusive. Sicuramente da valutare.

La stessa fibra ottica, comunque, può avere velocità diverse. Ci occorre davvero, però, avere la connessione più veloce del west? È un criterio da tenere in considerazione per risparmiare sulla bolletta del telefono.

Servizi aggiuntivi

Alcuni gestori telefonici fanno pagare alcuni servizi aggiuntivi che altri, invece, includono nella propria offerta. Per esempio, la visualizzazione del numero chiamante o lo stesso modem. Infine, anche l’invio della bolletta cartacea è a pagamento. Risparmiate qualche euro con l’invio direttamente nella posta elettronica!

Cambiare operatore per risparmiare subito sulla bolletta del telefono

Fatte queste doverose premesse, è il momento di trovare l’offerta più adatta. Confronta le migliori tariffe sul mercato grazie al nostro comparatore, salva i preventivi gratuitamente e fino a 60 giorni e risparmia subito!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile?

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile? L’assicurazione casa è una delle protezioni più importanti della nostra vita. Tra le varie opzioni, ce n’è una spesso snobbata da chi vuole acquistare una polizza per la propria abitazione. La polizza casa eventi atmosferici è invece un’importante aggiunta alla propria tutela domestica. Scopriamo insieme da cosa

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire Hai stipulato un’assicurazione casa per il tuo immobile di proprietà o per l’appartamento che abiti ed è in affitto? Hai subìto un danno e vuoi richiedere il giusto risarcimento? Scopri qual è l’iter da seguire per chiedere il risarcimento danni assicurazione casa. Comunica subito con la

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione appartamento: come funziona?

Il tuo appartamento è il posto accogliente dove torni dopo una lunga giornata di lavoro, dove i tuoi figli crescono, imparano, giocano, dove riposi, ti senti protetto. È fondamentale, quindi, volerlo assicurare per essere certi che sia sempre al sicuro, e voi al suo interno. Come funziona l’assicurazione appartamento? Scopriamolo insieme. Assicurazione casa: cosa è? L’assicurazione

CONTINUA A LEGGERE

Rendita vitalizia: cos’è? Come funziona?

La rendita vitalizia può essere un modo per rimpinguare la pensione. Molti italiani, già da anni, scelgono la rendita vitalizia come forma di pensione complementare. È un modo infatti per mettere da parte del denaro, farlo fruttare e ottenerlo indietro allo scadere del contratto. Come funziona? Rendita vitalizia: cos’è Per rendita si intende un contratto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso?

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso? Un numero in calo ma sempre consistente. In Italia sono state 103.030 le automobili rubate nel 2017. I ritrovamenti (in calo dell’11,57% rispetto all’anno precedente) sono stati in tutto 49.801. Se ne ricava che più di una vettura ogni due non torna in possesso del legittimo proprietario.

CONTINUA A LEGGERE