Come richiedere il subentro luce

Complimenti, hai appena affittato la tua nuova casa! Peccato che la luce sia stata staccata dal precedente inquilino quando è andato via, o dal padrone di casa. Cosa fare allora? Devi richiedere il subentro.

Cosa è il subentro? Quando va richiesto?

Capire se la luce è stata staccata è molto semplice. Non basta, però, controllare gli interruttori della luce, bisogna andare direttamente al contatore. Se l’interruttore centrale non riesce a rimanere alzato, allora la fornitura di energia elettrica è stata interrotta. In alternativa, se la luce è ancora presente nell’abitazione, bisogna effettuare una voltura. Il subentro, in sostanza, significa sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura dell’energia elettrica.

Come richiedere il subentro luce

Richiedere il subentro è molto semplice. La prima cosa da fare è individuare il fornitore dell’energia elettrica. Le offerte sono molte e di solito sono particolarmente vantaggiose per i nuovi clienti. L’unico modo per scegliere con consapevolezza è confrontare le tariffe secondo il proprio tipo di consumo. È importante anche decidere se si vuole aderire a un’offerta del mercato libero o della maggior tutela.

Una volta scelti gestore e offerta, è il momento di passare all’azione e preparare tutti i dati e i documenti necessari per la firma del nuovo contratto.

Di solito l’operazione è molto semplice. Occorrono:

  • Tutti i tuoi dati, incluso il codice fiscale
  • L’indirizzo di residenza e l’indirizzo di fornitura, se diverso
  • I tuoi recapiti telefonici e l’indirizzo email (molti gestori ora hanno abilitato la bolletta elettronica)
  • Il codice POD che trovi su una vecchia bolletta oppure il numero cliente che trovi sul contatore
  • La potenza impegnata in kW

Quanto costa fare il subentro luce?

A seconda se il fornitore è del mercato libero o del servizio a maggior tutela, i prezzi possono variare. Si va dai 70 circa della maggior tutela (più eventuale deposito cauzionale) ai 100 € circa del mercato libero. L’unica quota comune e fissa (già inclusa in queste cifre) è rappresentata dai costi amministrativi, che ammontano a € 27.

Quanto tempo passa dalla pratica di subentro alla riattivazione della luce?

L’AEEGSI (l’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico) ha stabilito che devono intercorrere massimo 7 giorni lavorativi. Se il fornitore dovesse tardare, è possibile ricevere un risarcimento.

Trovare l’offerta migliore

Che tipo di consumatore sei? Hai bisogno di una tariffa mono-oraria o bi-oraria? Hai un condizionatore? Sai leggere le tue vecchie bollette della luce? Definito il tipo di servizio di cui necessiti, inserisci i dati all’interno del nostro comparatore e trova l’offerta migliore: è gratuito e senza impegno!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Patente A2: costi, limitazioni, foglio rosa, cosa posso guidare

Guidare una moto significa anche addentrarsi nella giungla delle patenti. Basta una sigla a definire le possibilità di un centauro: età per conseguirla, cilindrata massima consentita, limitazioni. Lo step successivo al patentino (patente AM) e alla A1, utile a condurre motocicli fino a 125cc, si chiama patente A2. Quando è possibile ottenere questa patente per

CONTINUA A LEGGERE

Costo assicurazione auto: le 7 variabili che incidono di più

Nuove forme di mobilità sostenibile, vecchi obblighi. Se si acquista un’auto, nuova o usata che sia, il primo compito è quello di sottoscrivere l’assicurazione RCA. La responsabilità civile autoveicoli è obbligatoria per legge e garantisce l’intestatario per danni cagionati a terzi in caso di incidente. Come risparmiare sulla polizza auto e quali sono le variabili

CONTINUA A LEGGERE

Le 3 piste ciclabili più belle d’Italia

Le piste ciclabili sono percorsi protetti o riservati alle biciclette, dove il traffico motorizzato è generalmente escluso. Progettate con l’obiettivo di separare il traffico ciclabile da quello motorizzato e pedonale, servono ad aumentare la sicurezza stradale. Inoltre facilitano lo scorrimento dei veicoli. Tutto rose e fiori? Non proprio, perché in Italia non sempre è facile

CONTINUA A LEGGERE

Normativa seggiolini auto: i sensori salva bebè

Le regole seggiolini auto sono in continua evoluzione. L’obiettivo è quello di proteggere al massimo la salute dei bambini e permettere loro di viaggiare sicuri. Premesso che i bambini in auto davanti non possono sedersi fino al compimento dei 12 anni di età e al superamento di 1,50 metri d’altezza, resta da capire quale sia

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Assicurazione motorino: come scegliere la polizza moto 50cc

Sulle due ruote non si scherza, specie quando si tratta di motorini e ciclomotori di bassa cilindrata. In città il motorino è un mezzo di spostamento imbattibile: comodo e agile, consente di muoversi con facilità nel traffico e negli spazi stretti. Facile vittima di ladri o di piccoli incidenti, è fondamentale scegliere l’assicurazione motorino più

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto temporanea 3 giorni: conviene?

Pagare l’assicurazione auto soltanto nei giorni in cui si circola su strada, che sia anche solo per 3 giorni? Quella che può sembrare una suggestione, è realtà ormai da tempo. Diverse compagnie assicurative mettono a disposizione dei propri clienti formule alternative per la polizza auto. Non solo assicurazioni RC tradizionali, con pagamento annuale, ma anche a

CONTINUA A LEGGERE

Contratto di locazione turistica: durata, registrazione, tassazione

Sei proprietario di una casa e vuoi affittarla per un breve periodo? Puoi farlo grazie al contratto di locazione turistica. Questa formula permette di cedere un immobile per finalità transitorie, aiutando chi cerca una casa vacanze. Le finalità del richiedente possono essere diverse: dal viaggio di riposo, di affari o a scopo curativo. Per stipulare

CONTINUA A LEGGERE

Gatto viaggio lungo macchina: 10 consigli pratici

Quando si parla di andare in vacanza con gli animali, il pensiero corre subito al cane. Tra gli amici a quattro zampe, però, rientrano anche i gatti. Soltanto in Italia questi animali domestici sono quasi 8 milioni. Non è difficile pensare che per le vacanze estive 2019 molti dei loro padroni si troveranno a viaggiare

CONTINUA A LEGGERE