assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Come confrontare le tariffe luce

La luce è una delle utenze più importanti della nostra casa. La spesa della bolletta dell’energia elettrica può infatti influire in maniera consistente sul bilancio familiare. Le offerte sul mercato sono tante e conoscerle ci dà l’opportunità di scegliere quella più adatta ai nostri consumi ed a risparmiare quindi sulle uscite mensili.

Cosa determina il prezzo di una tariffa luce

L’energia elettrica ha dei costi fissi ma ogni offerta può variare sensibilmente a seconda del gestore e di altri fattori, quali:

  • La fascia oraria
  • I giorni della settimana
  • Il prezzo fisso e il prezzo indicizzato
  • Offerte specifiche del gestore (per es.: nuovo cliente)

Confronta in base alle tue reali esigenze

Il metodo più semplice per poter scoprire l’offerta migliore per la propria casa è quello di confrontare le migliori tariffe sul mercato inserendo le nostre abitudini e i nostri consumi. Cosa indicare al momento della richiesta di preventivo:

  • Il proprio CAP o la propria provincia
  • Numero di residenti
  • Superficie in mq dell’abitazione
  • Potenza

Una volta ottenuti i risultati dal comparatore, scegli la tariffa migliore per te. Ricorda che grazie al nostro strumento puoi salvare i preventivi fino a 60 giorni e tornare a consultarli con calma!

Mercato libero o maggior tutela?

Sono ormai dieci anni che i consumatori italiani hanno il diritto di scegliere il proprio fornitore di energia elettrica. L’idea alla base è ovviamente quello di liberalizzare il mercato: migliorare le offerte e abbassare le tariffe. Quale è la differenza e come incide nella scelta della tariffa luce?

La maggior tutela non consente di scegliere effettivamente la propria tariffa, se non tra mono-oraria e bi-oraria o in base alla superficie abitativa. È l’AEEGSI (Autorità dell’Energia Elettrica, il Gas e il Servizio Idrico) a definire i prezzi in base all’andamento dei mercati. La maggior parte degli italiani continua ad affidarsi a questo tipo di contratto, anche se questo non significa di solito risparmiare.

Il mercato libero permette invece all’utente di scegliere l’offerta più conveniente e adatta ai propri usi. I prezzi sono definiti dal gestore, ma sono comunque monitorati dall’AEEGSI e dall’Antitrust, a tutela del consumatore. Di solito le tariffe sono diversificate e hanno condizioni economiche più vantaggiose.

Perché allora gli italiani continuano a preferire la maggior tutela piuttosto che il mercato libero? Perché scegliere tra tante offerte può disorientare, anche se è più vantaggioso in termini economici. Per questo il comparatore rappresenta un alleato fondamentale per la scelta migliore: quella consapevole.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto per donne: con quale modello iniziare?

Moto per donne: con quale modello iniziare? In Italia la passione per le moto coinvolge sempre più donne. La crescita costante del numero delle due ruote senza motore circolanti sulle strade del Belpaese si traduce in un aumento che riguarda inevitabilmente anche il gentil sesso. E sin dalla tenera età. Rispetto al passato, infatti, sono

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione 15 giorni dopo la scadenza: quali danni copre?

Assicurazione 15 giorni dopo la scadenza: quali danni copre? L’abolizione del tacito rinnovo ha cambiato notevolmente le abitudini degli italiani sul tema dell’assicurazione auto. Dal gennaio 2013 è infatti venuta meno la clausola, prevista da molte compagnie assicurative, del rinnovo automatico delle polizze in assenza di disdetta. Volta a favorire chi è intenzionato a cambiare

CONTINUA A LEGGERE

IPT auto: cos’è e quanto costa

IPT auto: cos’è e quanto costa Tra le tante tasse che colpiscono la nostra auto ce n’è una particolarmente “fastidiosa”: l’IPT. L’imposta provinciale di trascrizione grava su tutti i veicoli italiani. Deve essere versata sia quando si acquista un’auto nuova che quando se ne acquista una usata e va direttamente nelle casse delle Province. L’imposta

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione scolastica: cos’è e come funziona

Assicurazione scolastica: cos’è e come funziona Tra i banchi di scuola i nostri figli trascorrono mediamente 200 giorni all’anno. La prerogativa di ogni genitore è quella di poter stare tranquillo durante le ore che scandiscono le lezioni. A salvaguardare la sicurezza degli studenti durante l’attività didattica ci pensa l’assicurazione scolastica. Questa polizza è obbligatoria per

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene Il conto in banca scende ma la necessità di acquistare un’auto nuova si fa sempre più stringente? Niente paura. Anche in un periodo di recessione economica sarà possibile soddisfare il proprio bisogno di cambiare vettura. Purché, che sia essa nuova o usata, non si decida di comprarla in

CONTINUA A LEGGERE

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo Il bollo auto è una tassa che ogni possessore di auto iscritta al PRA (Pubblico registro Automobilistico) è tenuto a pagare annualmente. In passato era definito “tassa di circolazione”, in quanto dal suo versamento erano esentati i proprietari di veicoli che non circolavano su strada. L’entrata in vigore dall’articolo

CONTINUA A LEGGERE

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE