Cambio gestore telefonico: come funziona e quanto costa

Cambio gestore telefonico: come funziona e quanto costa

A volte succede che perfino le migliori storie d’amore iniziano a deteriorarsi per arrivare, inevitabilmente, alla fine. Così può capitare anche con il proprio gestore telefonico, quando ci rendiamo conto di spendere troppo o di non ricevere la giusta assistenza. Quello è il momento in cui è giusto considerare il cambio del gestore telefonico. Ma come funziona e quanto costa?

Cambio gestore telefonico: come funziona?

Cambiare gestore telefonico è, in teoria, un’operazione semplice. Ecco cosa devi fare.

  1. Chiama il nuovo operatore e chiedi cosa occorre per diventare nuovo cliente.
  2. Specifica bene il piano tariffario che vuoi adottare e fatti spiegare eventuali clausole, per esempio se vorrai cambiare nuovamente operatore, avrai da pagare una penale per rescissione anticipata?
  3. Se non riesci a trovarlo (di solito si trova sulla bolletta), richiedi il codice di migrazione al vecchio operatore telefonico.
  4. Fatto! Al resto penseranno i due operatori telefonici.

Cambio gestore telefonico: quanto costa?

Teoricamente, cambiare gestore telefonico non costa nulla. Grazie alla Legge Bersani del 2007, infatti, e in ottica di una maggiore liberalizzazione dei mercati e delle offerte, cambiare operatore è un atto libero che può essere fatto dall’utente in qualsiasi momento, senza penali e senza costi aggiuntivi. La realtà, però, a volte è diversa. Alcuni gestori, infatti, richiedono un preavviso di 30 giorni. Il discorso cambia ancora se si ha all’attivo un abbonamento, un’offerta o acquistato uno smartphone a rate.

Per esempio alcuni abbonamenti e alcune tariffe vengono venduti dagli operatori telefonici con il vincolo di rimanere almeno per 24 mesi. Se rescisso prima del tempo, dovrete probabilmente pagare i mesi rimanenti.

Stesso discorso vale se si è acquistato uno smartphone o un tablet a rate. Se abbandoniamo l’operatore, dovremo pagare i mesi rimanenti e l’eventuale penale. Fate attenzione anche al modem: in alcuni casi, infatti, questi apparecchi vengono acquistati a rate con l’addebito in bolletta. Qualora volessimo cambiare operatore e il modem non fosse ancora di nostra proprietà, dovremo restituirlo o anche qui dovremo pagare una penale.

Cambio gestore telefonico: come risparmiare

Nel mercato libero, le tariffe sono ogni giorno più competitive. Certo, la spesa economica non è il solo aspetto da considerare. Bisogna valutare la copertura, l’infrastruttura, l’assistenza clienti e tanto altro ancora. Consulta le migliori offerte sul mercato, scopri i dettagli che più si avvicinano al tuo bisogno e inizia subito a risparmiare!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Mete autunnali: dove viaggiare in autunno risparmiando

Mete autunnali: dove viaggiare in autunno risparmiando La fine dell’estate è stato traumatico? Il Natale ci sembra ancora lontano? È il momento ideale per prendersi una piccola pausa e volare fuori città. Andalusia in autunno: verso l’estate Se sei ancora nostalgico della stagione calda appena conclusa, vola verso l’Andalusia, che ti regalerà un clima mite, dal

CONTINUA A LEGGERE

Pressione gomme moto: come regolarla, consigli

Pressione gomme moto: come regolarla, consigli La pressione giusta delle gomme moto è argomento dibattuto tanto tra i piloti esperti quanto dai centauri alle prime armi. Del resto ruota tutto intorno a un argomento di primaria importanza: la sicurezza stradale. Circolare con la pressione pneumatici sbagliata comporta infatti enormi rischi. Qualora questi siano sgonfi si

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene L’assicurazione auto giornaliera è un particolare tipo di polizza prevista da alcune compagnie. La sua attivazione permette di assicurare la propria vettura per 24 ore. Di solito le polizze temporanee partono da un minimo di tre o cinque giorni fino a un massimo di sei mesi,

CONTINUA A LEGGERE

Furto bici: cosa fare, come evitarlo

Furto bici: cosa fare, come evitarlo Ogni anno in Italia vengono rubate 350.000 biciclette. Un dato preoccupante e che, come prevedibile, registra nelle metropoli i suoi picchi massimi, con Roma e Milano che superano i 10.000 furti bicicletta nell’arco dei 12 mesi. In media viene rubato un esemplare ogni due minuti e ritrovare la propria

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE