Bolletta a 28 giorni: cosa cambia?

Bolletta a 28 giorni: cosa cambia?

Se ne è parlato in lungo e in largo e a ragione. Tutti noi abbiamo visto un cambio sostanziale nella fatturazione delle utenze telefoniche: non più bimestrali ma ogni 28 giorni. Cosa è cambiato? Cosa cambierà?

Cosa è successo

Nel 2017 gli operatori di telefonia hanno iniziato a modificare la periodicità delle bollette, dall’invio mensile a quello ogni 28 giorni (4 settimane). Facendo un rapido calcolo (i giorni dell’anno –  365 – diviso i giorni della fatturazione – 28 -) si evince che con questo sistema i consumatori finiscono per pagare 13 mensilità e non 12, con un aggravio delle tariffe dell’8,6%. Non da poco!

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom) è intervenuta durante l’arco del 2017 per regolamentare la situazione. A marzo 2017 ha stabilito che gli operatori di telefonia fissa avrebbero dovuto adottare nuovamente la fatturazione mensile e a dicembre 2017 ha deliberato la sanzione per la mancata osservanza. Questo provvedimento ha coinvolto anche i canoni internet e gli abbonamenti alle pay-tv.

Bollette a 28 giorni: cosa succederà

 

A partire dal 5 aprile 2018, quindi a breve, le compagnie telefoniche avranno 120 giorni di tempo per adeguarsi all’obbligo di legge: tornare alla fatturazione mensile e abbandonare quella settimanale. In caso di violazione della norma, saranno tenute a corrispondere un indennizzo di 50 euro per ogni consumatore.

Purtroppo, però, cambia tutto per non cambiare nulla. Le compagnie telefoniche sono sì tenute per legge a tornare alla fatturazione mensile (e alcune sono già rientrate nei parametri previsti dalla legge), ma la sostanza probabilmente rimarrà invariata. Molte compagnie infatti stanno confermando l’aumento dell’8,6% anche sulla fatturazione mensile. Quindi: che si trattasse di 13 bollette o di 12 bollette, la somma annuale non cambia. Anzi, paradossalmente, andremo a pagare 12 bollette leggermente più care!

Cosa fare?

Prima di tutto, prestare molta attenzione nei mesi di aprile e maggio alle fatturazioni della propria compagnia telefonica. Se vediamo qualcosa che non ci convince, chiediamo spiegazioni. Se in dubbio, potremo sempre richiedere l’assistenza a un’associazione a tutela dei consumatori. In ultima analisi, questo è il momento migliore per cambiare operatore e indirizzare la nostra scelta verso un’offerta più chiara e trasparente, oltre che conveniente. Analizziamo bene i nostri parametri di consumo e verifichiamo le tariffe migliori sul nostro comparatore gratuito.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile?

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile? L’assicurazione casa è una delle protezioni più importanti della nostra vita. Tra le varie opzioni, ce n’è una spesso snobbata da chi vuole acquistare una polizza per la propria abitazione. La polizza casa eventi atmosferici è invece un’importante aggiunta alla propria tutela domestica. Scopriamo insieme da cosa

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire Hai stipulato un’assicurazione casa per il tuo immobile di proprietà o per l’appartamento che abiti ed è in affitto? Hai subìto un danno e vuoi richiedere il giusto risarcimento? Scopri qual è l’iter da seguire per chiedere il risarcimento danni assicurazione casa. Comunica subito con la

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione appartamento: come funziona?

Il tuo appartamento è il posto accogliente dove torni dopo una lunga giornata di lavoro, dove i tuoi figli crescono, imparano, giocano, dove riposi, ti senti protetto. È fondamentale, quindi, volerlo assicurare per essere certi che sia sempre al sicuro, e voi al suo interno. Come funziona l’assicurazione appartamento? Scopriamolo insieme. Assicurazione casa: cosa è? L’assicurazione

CONTINUA A LEGGERE

Rendita vitalizia: cos’è? Come funziona?

La rendita vitalizia può essere un modo per rimpinguare la pensione. Molti italiani, già da anni, scelgono la rendita vitalizia come forma di pensione complementare. È un modo infatti per mettere da parte del denaro, farlo fruttare e ottenerlo indietro allo scadere del contratto. Come funziona? Rendita vitalizia: cos’è Per rendita si intende un contratto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso?

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso? Un numero in calo ma sempre consistente. In Italia sono state 103.030 le automobili rubate nel 2017. I ritrovamenti (in calo dell’11,57% rispetto all’anno precedente) sono stati in tutto 49.801. Se ne ricava che più di una vettura ogni due non torna in possesso del legittimo proprietario.

CONTINUA A LEGGERE