assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Bolletta 2.0 luce: cos’è e quali sono le sue voci

Bolletta 2.0 luce: cos’è e quali sono le sue voci

La bolletta 2.0 è la nuova impostazione semplificata delle bollette, attiva già dal 2016. L’obiettivo è quello di rendere più chiaro al consumatore quello che sta accadendo nella sua casa e quindi risparmiare: quanta luce consuma? Cosa paga di preciso? Vediamo insieme il dettaglio delle voci della bolletta 2.0.

Dati del cliente e della fornitura

Sono ovviamente tutti i dati che identificano il cliente e la sua fornitura di energia elettrica.

Dati del titolare del contratto e indirizzo di recapito

Come nome, cognome, codice fiscale, indirizzo. L’indirizzo di recapito è quello al quale viene inviata la bolletta e non coincide per forza con quello di fornitura.

Dati identificativi del punto

Cioè il punto fisico in cui avviene la fornitura di energia elettrica. Includono l’indirizzo di fornitura e il codice POD.

Mercato di riferimento

Se maggior tutela o mercato libero. Dal 1° luglio 2019 il mercato tutelato sarà abolito.

Consumo annuo

È il consumo relativo a 12 mesi di fornitura: nel caso di clienti ‘giovani’ può essere stimato.

Bonus sociale

Se il bonus sociale è riconosciuto, viene indicato in bolletta. Vengono indicati anche il mese e l’anno in cui l’utente dovrà richiederne il rinnovo.

Caratteristiche tecniche della fornitura

Includono la potenza impegnata, il livello massimo di potenza prelevata, la tipologia di cliente (se domestico residente o domestico non residente, domestico con pompa di calore, altri usi).

Dati relativi alla bolletta

Solitamente questi dati e quelli del cliente e della fornitura sono inclusi nella prima pagina, di sintesi, accompagnati da un grafico dei consumi.

Estremi della bolletta

Numero della bolletta, la data di emissione, il tipo di bolletta (es.: conguaglio) e il periodo di riferimento.

Scadenza della bolletta

È il giorno entro il quale si deve pagare la bolletta. Se è attiva la domiciliazione bancaria, è il giorno in cui passerà il pagamento.

Dati su letture e consumi

La seconda pagina della bolletta 2.0 della luce è solitamente dedicata ai dati relativi alle letture, autoletture e consumi. Qui sono indicati i dati rilevati o comunicati dal cliente (autoletture) o, anche, le letture stimate. I consumi fatturati comprendono sia quelli effettivi sia quelli stimati.

Informazioni sul pagamento

Modalità di pagamento

Elenca le modalità di pagamento che possono includere bollettino postale, addebito bancario, pagamento presso ricevitoria e carta di credito.

Informazioni sui pagamenti ed eventuale rateizzazione

In questa sezione sono indicati i pagamenti precedenti e l’eventuale morosità per bollette non pagate. Anche la rateizzazione, infine, se concordata, è qui riepilogata con rate già saldate e rate da saldare.

Riepilogo delle voci di spesa

Sono i singoli  importi da pagare per le diverse voci di spesa:

  • Spesa per la materia energia;
  • Spesa per il trasporto e la gestione del contatore;
  • Spesa per oneri di sistema;
  • Imposte.

Ne parliamo nel dettaglio in questo articolo.

Costo medio unitario della bolletta

È calcolato come rapporto tra quanto dovuto e i kWh fatturati.

Costo medio unitario della spesa per la materia energia

È calcolato come rapporto tra quanto dovuto per la voce Spesa per la materia energia e i kWh fatturati.

Conoscere per risparmiare

Saper leggere la propria bolletta 2.0 è fondamentale per capire quanto si consuma e come risparmiare. Ogni abitudine di consumo è infatti importante per scegliere l’offerta più adatta. Vuoi risparmiare sulla bolletta della luce? Inizia a confrontare le migliori tariffe disponibili sul mercato!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Viaggio last minute in montagna in Trentino Alto Adige

Viaggio last minute in montagna in Trentino Alto Adige Partire verso la fine di agosto o agli inizi di settembre è un’ottima occasione per evitare la calca, non solo al mare, ma anche in montagna! Il Trentino Alto Adige offre ancora il meglio di sé ed è una meta perfetta per un viaggio on the

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze fine estate: le migliori mete al mare

Vacanze fine estate: le migliori mete al mare Hai preferito prendere le ferie verso fine agosto, magari a inizio settembre? Le vacanze cosiddette intelligenti sono un ottimo modo per risparmiare qualche euro sul soggiorno e soprattutto per trovare meno folla in spiaggia e nei luoghi di villeggiatura. Queste sono le nostre mete preferite per potersi

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione casa vacanze: come tutelare la seconda casa

Assicurazione casa vacanze: come tutelare la seconda casa Sempre più italiani, complici alcune piattaforme che mettono facilmente in condivisione la domanda con l’offerta, stanno affittando le proprie seconde case durante le vacanze. È un ragionamento piuttosto semplice. Un immobile che non viene usato in certi periodi dell’anno dai padroni di casa può essere invece una

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Guida alla bicicletta: modelli, regole e assicurazione

Guida alla bicicletta: modelli, regole e assicurazione Bici, che passione! In Italia l’amore per le due ruote sopravvive alla crescente offerta di motori e tecnologie, come dimostrato dai dati del 2017. Nei dodici mesi dell’anno sono state vendute 1.688.000 unità sommando biciclette tradizionali ed elettriche. La tipologia più acquistata è la city-bike, che si lascia

CONTINUA A LEGGERE

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene

Finanziamento auto: come funziona e quale conviene Il conto in banca scende ma la necessità di acquistare un’auto nuova si fa sempre più stringente? Niente paura. Anche in un periodo di recessione economica sarà possibile soddisfare il proprio bisogno di cambiare vettura. Purché, che sia essa nuova o usata, non si decida di comprarla in

CONTINUA A LEGGERE

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo

Bollo auto: cos’è e chi deve pagarlo Il bollo auto è una tassa che ogni possessore di auto iscritta al PRA (Pubblico registro Automobilistico) è tenuto a pagare annualmente. In passato era definito “tassa di circolazione”, in quanto dal suo versamento erano esentati i proprietari di veicoli che non circolavano su strada. L’entrata in vigore dall’articolo

CONTINUA A LEGGERE

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE