Qual è il miglior fornitore gas per il 2019? Abolizione Servizio Maggior Tutela e novità

Il countdown per la liberalizzazione del mercato è ormai iniziato e nel 2019 è il momento di cambiare operatore, se ci troviamo ancora nella Maggior Tutela, per non farci trovare impreparati alla data fatidica, slittata ancora una volta, del primo luglio 2020. Qual è il miglior fornitore gas per il 2019?

Abolizione Servizio Maggior Tutela

In Italia il processo di liberalizzazione del mercato dell’energia è iniziato grazie al decreto Bersani del 1999. Nel 2007 il processo si è compiuto: il mercato è libero e i fornitori possono entrare liberamente, favorendo la concorrenza e generando così offerte migliori a vantaggio dei consumatori. Il processo non è però realmente finito. Il fine ultimo di questo procedimento è quello di liberalizzare del tutto il mercato, abolendo la cosiddetta “Maggior Tutela”.

Nel mercato libero vige un regime di libera concorrenza tra gli operatori. Le numerose offerte diventano concorrenziali e ciò consente al cliente finale di scegliere in libertà la tariffa più conveniente e anche più adatta. L’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, Ex Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico, cioè l’AEEGSI) effettua comunque i controlli affinché il consumatore sia sempre tutelato. Il servizio di Maggior Tutela, invece, ha condizioni contrattuali controllate direttamente dall’ARERA, che regola cioè la distribuzione e il trasporto dell’energia come per il mercato libero, ma anche il prezzo di compravendita dell’energia, basandosi di solito sugli andamenti dei prezzi del petrolio, dell’elettricità e del gas metano.

La data slitta dal 2019 al 1° luglio 2020

Il conto alla rovescia è iniziato, ma è più lungo. Il mercato tutelato sarebbe dovuto cessare il 1° luglio 2019 rendendo così il sistema energetico italiano totalmente nel libero mercato. Quest’estate è passato però un emendamento che rinvia al 1° luglio 2020 la fine dei prezzi di maggior tutela, non solo per il gas, ma anche per l’energia elettrica.

Da questa data le tariffe elettriche e di gas saranno abolite e i clienti che hanno questo tipo di utenza dovranno cambiare fornitore per abbracciare il mercato libero.

A differenza della maggior tutela, il mercato libero ha un alto tasso di concorrenza e, in teoria, questo va a favore del consumatore, che può usufruire di prezzi molto competitivi.

Qual è il miglior fornitore gas per il 2019?

La risposta assoluta non esiste. Bisogna considerare quella più adatta alle nostre esigenze. Il gas, insieme all’energia elettrica, è un’utenza fondamentale: ci permette di avere acqua calda, di cucinare e perfino di riscaldarci. Saper confrontare le tariffe gas in maniera consapevole ci consente di risparmiare notevolmente sulla bolletta e quindi sul bilancio familiare.

Cosa determina il prezzo di una tariffa gas

Ogni gestore ha una sua offerta specifica. I parametri da tenere in considerazione sono però principalmente tre.

  • I costi variabili di consumo
  • I servizi di rete (costi fissi)
  • Le imposte e l’IVA

Fai una simulazione e metti a confronto le offerte in base alle tue reali esigenze

Per trovare il miglior fornitore gas 2019, la cosa più semplice è confrontare le migliori tariffe sul mercato inserendo le nostre abitudini e i nostri consumi. Cosa dovremo indicare al momento della richiesta di preventivo? Solo alcuni dati per identificare puntualmente la nostra fornitura.

  • Il proprio CAP, il proprio comune o la propria provincia
  • Numero di residenti in casa
  • Superficie in metri quadrati dell’abitazione
  • Tipo di utenza (se domestica o aziendale)
  • Se l’utenza è per residenti o non residenti

Leggere la bolletta vuol dire risparmiare da subito!

Oltre a conoscere tutti i parametri che ti consentono di identificare la tua tariffa ideale, è buona pratica saper leggere attentamente la propria bolletta. Con il passare del tempo infatti, alcune tariffe possono perdere i vantaggi iniziali e non sono più competitive come al momento della stipula. È fondamentale quindi imparare a studiare la propria bolletta, per capire cosa si sta realmente pagando e su cosa è possibile risparmiare, magari cambiando operatore.

Il prossimo passo? Confrontare le migliori offerte sul mercato inserendo il proprio profilo di consumo: è semplicissimo. Una volta ottenuti i risultati dal comparatore, scegli la tariffa migliore per te. Ricorda che grazie al nostro strumento puoi salvare i preventivi fino a 60 giorni e tornare a consultarli con calma!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione moto conducente diverso dal proprietario: conviene davvero?

Sottoscrivere un’assicurazione moto con conducente diverso dal proprietario è un buon modo per risparmiare sulla polizza RC? Obbligatoria per legge, l’assicurazione responsabilità civile è una delle voci di spesa maggiori per ogni proprietario di un veicolo. Per questo si è sempre alla ricerca di una soluzione per contenerne i costi. Scopriamo cosa succede se intestatario

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto e omicidio stradale: quali sono le conseguenze sulla polizza RCA

L’omicidio stradale è un reato introdotto in Italia attraverso la legge n.41 del 23 marzo 2016. Inserito nell’ordinamento giuridico per fronteggiare un’emergenza, non ha finora contribuito in maniera sensibile a risolverlo. Soltanto nell’ultimo anno rilevato dall’Istat, infatti, gli incidenti stradali in Italia sono stati 172.553 e hanno causato 3.334 decessi. Ancora troppi anche se, ovviamente,

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione inquilino: cos’è e cosa copre

L’assicurazione inquilino è una polizza che garantisce un risarcimento danni completo quando si prende casa in affitto. Si tratta di uno strumento fondamentale per proteggere l’immobile e le parti in causa quando si stipula un contratto di locazione. Vediamo quando è opportuno assicurare casa in affitto, cos’è la RC inquilino e quali sono le differenze

CONTINUA A LEGGERE

Rc professionale infermiere: cos’è e cosa copre

La assicurazione RC professionale infermiere è obbligatoria dal 2014 per gli infermieri e per gli OSS, gli operatori socio-sanitari. È uno strumento indispensabile per tutelare chi lavora come libero professionista, ma anche come dipendente e collaboratore. La RC infermiere protegge l’assicurato dalle eventuali richieste economiche derivanti da un errore o da una negligenza messa in

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Passaggio di proprietà moto: come fare, documenti

Acquistare o vendere una moto usata è il preludio a un’operazione obbligatoria: il passaggio di proprietà moto. Sia che si intenda acquistare la propria due ruote dei sogni o che sia voglia puntare su un modello d’epoca, la sostanza non cambia. Per poter circolare su strada senza incorrere in sanzioni, oltre all’assicurazione RC Moto obbligatoria,

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione infortuni domestici: cos’è e cosa copre

La assicurazione infortuni domestici copre gli infortuni provocati da incidenti capitati in casa e dalle loro conseguenze economiche. La polizza è obbligatoria dall’1 gennaio 2001 e si rivela particolarmente utile per tutelarsi nel proprio ambiente domestico. Chi deve sottoscrivere, cosa si intende e cosa copre la polizza infortuni domestici? Cos’è l’assicurazione infortuni domestici La assicurazione infortuni

CONTINUA A LEGGERE

Viaggi in moto Europa: quali sono le protezioni obbligatorie

Quando si fanno viaggi in moto Europa è fondamentale imparare le regole del paese che si intende visitare. Dopo aver individuato gli itinerari moto Europa da esplorare, dunque, c’è subito una domanda da porsi: quali sono le protezioni per moto da indossare? Le norme variano da paese a paese e sono spesso diverse da quelle

CONTINUA A LEGGERE