Ecobonus 2019 e bonus ristrutturazioni: come approfittarne

Con la Legge di Bilancio 2019, ci sono stati molti tagli ma il bonus ristrutturazioni e l’Ecobonus sono rimasti. Scopriamo insieme cosa sono, come è possibile usufruirne e in quali tempi.

Legge di Bilancio: cos’è

La Legge di Bilancio contiene la manovra triennale di finanza pubblica. È previsto dall’articolo 81 della Costituzione e determina le entrate e le spese dell’anno a venire, nonché le coperture finanziarie per sostenere queste spese.

Bonus ristrutturazioni 2019

A differenza di altre agevolazioni, il bonus ristrutturazioni è stato prorogato. Ciò vuol dire che è possibile godere della detrazione fiscale Irpef del 50% fino al 31 dicembre 2019.

La detrazione fiscale si applica alle spese che il contribuente ha sostenuto per interventi di manutenzione, restauro e messa in sicurezza del proprio immobile. Tali spese devono essere state saldate con bonifico bancario (mezzo sicuro e tracciato), ma non devono superare il limite di 96.000 euro per ciascun immobile.

Bonus ristrutturazioni 2019: come richiederlo

La richiesta del bonus ristrutturazioni per il 2019 si fa in sede di dichiarazione dei redditi (modello Unico o modello 730). Vanno inseriti i dati catastali dell’immobile (o degli immobili) soggetto delle ristrutturazioni e gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo.

A questo si aggiungono le comunicazioni:

    • all’Azienda Sanitaria Locale
    • all’Enea

Comunicazione alla Asl

Deve essere inviata all’Azienda sanitaria locale competente per territorio una comunicazione (con raccomandata A.R.) che includa:

  • generalità del committente dei lavori e ubicazione degli stessi;
  • natura dell’intervento da realizzare  dati identificativi dell’impresa esecutrice dei lavori con esplicita assunzione di responsabilità, da parte della medesima, in ordine al rispetto degli obblighi posti dalla vigente normativa in materia di sicurezza sul lavoro e contribuzione;
  • data di inizio dell’intervento di recupero.

Comunicazione all’Enea

L’obbligo di comunicare all’Enea le informazioni sui lavori effettuati è stato introdotto per poter monitorare lo stato di risparmio energetico conseguito con gli interventi stessi.

La detrazione Irpef sarà ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

Ecobonus 2019

Anche l’Ecobonus rientra tra le agevolazioni “salvate” dalla Legge di Bilancio 2019. Si tratta di una detrazione Irpef (per i contribuenti privati) e Ires (per le società) sulle spese sostenute per gli interventi di risparmio ed efficientamento energetico. Essendo una proroga, ricalca le modalità dell’Ecobonus 2018.

Quali sono le spese detraibili?

Per l’Ecobonus 2019 sono detraibili, come l’anno scorso,tutte le spese sostenute per ridurre la spesa energetica. Alcuni esempi?

  • Miglioramento della termoregolazione di un appartamento
  • Installazione di finestre e infissi a regola d’arte e di caldaie a condensazione
  • Installazione di pannelli solari.

Come per il bonus ristrutturazioni, anche la detrazione dell’Ecobonus avverrà in 10 rate annuali di pari importo.

I limiti di spesa sono i seguenti:

  • 100mila euro per gli interventi di riqualificazione energetica
  • 60mila euro per gli interventi sull’involucro dell’edificio
  • 30mila euro per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, installazione di impianti dotati di caldaie a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza
  • 60mila per l’installazione di pannelli solari

Ecobonus 2019 per caldaie e infissi

Gli incentivi nel settore dell’installazione di infissi e caldaie non subiscono variazioni. Nel caso di installazione di finestre e infissi, la detrazione è fissata al 50%. Nel caso invece di sistemi di termoregolazione per le caldaie e caldaie a condensazione, arriva fino al 65%.

Pannelli solari e detrazioni fiscali

Anche l’installazione di pannelli solari beneficia di una forte detrazione fiscale, fissata al 50%.

Ecobonus 2019: Giardini e cortili condominiali

Un’altra importante novità è rappresentata dall’introduzione dell’incentivo condominiale per gli spazi comuni. Le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni dei condomini possono essere detratte fino al 70%. Non male, no?

Per maggiori informazioni, è bene consultare direttamente il sito dell’Agenzia delle Entrate che fornisce tutte le informazioni puntuali sui criteri di eleggibilità di tali detrazioni e le modalità di richiesta. È stata redatta anche una guida online gratuita, disponibile a questo link.

Approfittare dell’Ecobonus 2018 è un ottimo modo per ragionare sul risparmio energetico: come possiamo consumare meno? Come possiamo risparmiare? Cambiare fornitore luce o gas può essere una soluzione!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Rinnovo patente dopo gli 80 anni: scadenze e limitazioni

Il rinnovo della patente di guida è un’operazione semplice che va effettuata a cadenze prestabilite. Ma ogni quanto si rinnova la patente? La scadenza patente dipende dall’età. Il rinnovo patente dopo 80 anni, ad esempio, segue delle regole ben precise. Scopriamo quali sono, qual è la procedura da seguire e quali documenti servono. Rinnovo patente

CONTINUA A LEGGERE

Come controllare l’assicurazione auto

Assicurare la propria auto è un’operazione obbligatoria per legge per tutti i proprietari di un veicolo. Chi si sottrae a questa regola per risparmiare qualche euro, rischia tre volte. Circolare senza RCA è infatti un reato che comporta sanzioni amministrative e che costa caro se si resta coinvolti in un incidente. Inoltre controllare assicurazione è

CONTINUA A LEGGERE

Incidente stradale: quali sono i documenti da compilare

Soltanto nell’ultimo anno sono stati oltre 170.000 gli incidenti stradali con lesioni avvenuti sulle strade italiane. Restare coinvolti in un incidente stradale è l’incubo di ogni automobilista, che troppo spesso si trasforma in realtà. Quali sono le operazioni da compiere nell’immediatezza di un tamponamento e quali i documenti da compilare in caso di sinistri stradali?

CONTINUA A LEGGERE

Novità assicurazioni moto 2020: quali sono, cosa cambia

Il 2020 ha introdotto interessanti novità assicurazioni anche per quanto riguarda il settore moto. Risparmiare sulla polizza RC Moto diventa sempre più facile. A partire dal 16 febbraio scorso, infatti, i centauri non devono avvalersi necessariamente di assicurazioni temporanee o sospendibile per spendere meno. Scopriamo cosa è cambiato sul versante classe merito assicurazione e quali

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Calcolo rata mutuo: come fare

Il calcolo rata mutuo è una procedura indispensabile per chiunque si appresti a richiedere un finanziamento per acquistare l’immobile. Prima di chiedere un mutuo, infatti, è molto utile calcolare in anticipo l’entità della rata che si sarà chiamati a versare mensilmente. Scopriamo come si calcola rata mutuo e quali sono i simulatori mutuo più semplici

CONTINUA A LEGGERE

Preventivo assicurazione auto: come calcolarlo e risparmiare sulla RCA

La ricerca di una polizza RC Auto conveniente passa attraverso il miglior preventivo assicurazione auto. Sul mercato sono presenti le offerte di tutte le compagnie assicurative: come rintracciare quella migliore? La prima considerazione da fare è banale: non esiste la migliore, ma solo quella più adatta alle proprie esigenze. Per risparmiare sulla RC Auto obbligatoria,

CONTINUA A LEGGERE

RC Auto familiare: 5 cose da sapere

La RC Auto familiare è la grande novità del 2020 sul tema assicurazione auto. Introdotto dalla modifica dell’articolo 134 del Codice delle Assicurazioni Private (CAP), questo provvedimento estende e migliora i benefici della Legge Bersani. L’epicentro della norma è la ereditarietà della classe di merito. Chi può aderire e cosa bisogna sapere sulla Rca familiare? Cos’è

CONTINUA A LEGGERE

Indennizzo diretto: cos’è, come funziona

L’indennizzo diretto prevede la possibilità di richiedere il risarcimento danni direttamente alla propria compagnia assicurativa. La norma del risarcimento diretto è stata introdotta dal 1° febbraio 2007 per effetto del Decreto Bersani e trova riscontro nell’art 149 codice assicurazioni. L’art 149 cda spiega che “in caso di sinistro tra due veicoli a motore identificati ed assicurati per

CONTINUA A LEGGERE