Prestito personale con pensione di invalidità: è possibile?

Si può richiedere un prestito personale con una pensione di invalidità? Teoricamente sì, non c’è nulla che ostacoli la richiesta, ma l’ammissibilità del prestito dipende da alcuni fattori. Vediamoli insieme.

Prestito personale con pensione di invalidità: quali requisiti?

La pensione di invalidità può essere garanzia sufficiente per richiedere un prestito alla banca. Ovviamente dipende dal tipo di pensione di invalidità, dalla gravità della tua condizione fisica (quella che ha determinato la pensione di invalidità) e dall’entità della pensione. In sostanza, se la banca pensa che il decesso sia troppo probabile, sarà meno propensa ad accordare un prestito personale. Un’alternativa, è quella di stipulare una polizza assicurativa sulla richiesta di prestito, così da tutelare la banca in caso di decesso e renderla più propensa all’ammissione della richiesta. In conclusione, è tenuta in considerazione anche l’età del richiedente.

Prestito personale con pensione di invalidità: che tipo di prestito?

I prestiti personali ammessi, anche non finalizzati a un acquisto specifico, sono solitamente di media o piccola entità. L’istituto che eroga il prestito, infatti, non potrà mai concedervi una somma al di sopra delle vostre possibilità, ma sempre commisurata alle vostre attuali entrate.

Prestito personale con pensione di invalidità: quale documentazione allegare?

Quali documenti sono richiesti dalle banche, dalle finanziarie e dai vari istituti di credito per concedere un prestito personale con pensione di invalidità? Oltre ai classici documenti di identità e alla dichiarazione dei redditi, viene richiesta la documentazione che accerta la vostra condizione fisica e quindi la patologia che vi ha portato alla pensione di invalidità.

Se invece vuoi cercare un’alternativa alla richiesta di prestito personale con pensione di invalidità, potresti controllare le cessione del quinto (non sulla pensione di invalidità, ma sulla pensione normale o sullo stipendio) o, se sei casalinga/o, la richiesta di prestito con garante.

Scopri le migliori soluzioni prestiti, gratis e senza impegno: il tuo sogno è sempre più vicino!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento in forma specifica RC Auto: quando si applica?

Il risarcimento in forma specifica è una particolare clausola contrattuale che si applica anche alle assicurazioni RC Auto. Questo tipo di clausola è facoltativa e non obbligatoria: garantisce sconti a chi decide di inserirla, ma vincola il contraente a rispettare alcuni paletti. Vediamo cosa si intende per risarcimento in forma specifica RCA e cosa cambia

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE