Prestito personale: chi può richiederlo e quanto costa?

Hai un sogno nel cassetto ma non puoi esaudirlo perché non hai la liquidità sufficiente? Un viaggio a lungo rimandato? L’università dei figli? Non rimandare ulteriormente la felicità! Esistono diversi tipi di prestito personale. Vediamo in cosa consistono, chi può richiederli e quanto costano.

Cosa è il prestito personale

I prestiti personali sono una forma di finanziamento molto diffusa e possono avere diverse finalità. Alcune opzioni sono, per esempio, l’acquisto di un’auto o la ristrutturazione di una casa, ma ci sono anche prestiti che non prevedono una precisa finalità, ma servono solo a ottenere liquidità.

Esistono diversi tipi di finanziamento personale. Una menzione speciale merita la cessione del quinto: un tipo di prestito personale molto vantaggioso riservato a lavoratori dipendenti o pensionati INPS e INPDAP. Quando si cerca tra le varie offerte è importante indagare quali sono le nostre esigenze anche sulla base del nostro stato di famiglia e sulle entrate familiari.

Chi può ottenere un prestito personale?

Ogni banca ha le sue regole. La prima è quella di essere cittadini italiani tra i 18 e i 70 anni, ma ciò che gli istituti di credito guardano prima di ogni cosa è la nostra reputazione creditizia e la capacità di rimborso.

Chi richiede il prestito deve cioè poter garantire :

  • di essere in grado di restituirlo,
  • di non avere sulla propria “fedina penale” mancati pagamenti,
  • di non avere all’attivo troppi prestiti che non si è grado di soddisfare.

Prestito personale: quanto costa?

Dipende. Ovviamente ogni banca ha una sua offerta ed è proprio questa una delle voci da valutare al momento della scelta del prestito personale perfetto per noi. Il prestito dovrà essere rimborsato sotto forma di rate mensili, in cui sono inclusi i tassi di interesse TAN e TAEG e le spese accessorie. Queste ultime possono includere i costi della gestione della pratica, più rari per le pratiche online, e le spese di istruttoria.

Il modo migliore per risparmiare è confrontare le offerte disponibili sul mercato e per fortuna Quale.it ti aiuta a farlo! Scommettiamo che il tuo sogno è a un passo dall’essere realizzato?

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE