Finanziamento auto: come risparmiare?

Quella per l’acquisto di un’auto è una delle spese che più di tutte gravano sul bilancio familiare. L’elevato costo di un’automobile, unito alla crisi economica che si è abbattuta sulle famiglie italiano, ha ridotto il numero di persone in grado di acquistare in contanti un veicolo. La pratica più diffusa è quella del finanziamento auto. Quali sono i finanziamenti auto più convenienti e in base a cosa conviene orientare la scelta?

Finanziamento auto: quale prestito scegliere

Un metodo efficace per l’acquisto auto è dunque quello di affidarsi al finanziamento auto. Ottenendo un prestito, si può procedere al pagamento in rate. Il prestito auto può essere finalizzato oppure essere elargito sotto forma di prestito personale. Quali sono le differenze tra queste due forme di prestiti auto e qual è la più vantaggiosa?

Finanziamento auto: il prestito finalizzato

Sebbene contrastato dall’espansione a macchia d’olio delle vendite online, l’acquisto auto in concessionaria resta la pratica più diffusa. Ad occuparsi della pratica, in questo caso, è il rivenditore. Questi intesse accordi con società finanziarie e percepisce una commissione sulla vendita. Sarà lui a gestire l’intera pratica di quello che si configura come un prestito personalizzato a tasso di interesse fisso. Di norma le rate sono costanti e il finanziamento auto copre buona parte (ma non l’intero) valore del veicolo. L’acquirente assume l’impegno di restituire alla finanziaria il capitale che gli è stato anticipato, mediante rate, oltre agli interessi e alle spese aggiuntive. Per beneficiare di questo prestito occorre essere maggiorenni e non risultare cattivi pagatori.

Finanziamento auto: il prestito personale

Una formula più flessibile è invece quella del prestito personale. In questo modo l’acquirente può decidere in autonomia l’ente di credito e l’importo. Se il prestito viene erogato appositamente per finanziare l’acquisto di un’auto usata, a stabilire la somma massima sono i listini Eurotax. La durata del prestito è inferiore rispetto a quella dei concessionari (i canonici 60 mesi), inoltre, configurandosi come un prestito non finalizzato, questo tipo di finanziamento auto lascia la possibilità di destinare la cifra ricevuta anche ad altro, ad esempio per sottoscrivere l’assicurazione auto obbligatoria per legge. Il vantaggio maggiore è dunque quello della flessibilità, ma rispetto al prestito in concessionaria si pagano tassi di interesse più alti. Per tale ragione, quando si intende affidarsi al finanziamento auto è sempre indispensabile fare attenzione al TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale), ovvero all’indicatore del costo reale del finanziamento. Utilizzando un calcolatore finanziamento auto, facilmente reperibile online, si può effettuare una simulazione finanziamento auto aderente alla realtà che permette di capire gli effettivi vantaggi di questa soluzione.

Trovare un prestito economico e che si adatti al meglio alle tue esigenze è un’operazione semplice. Come fare? Ti bastano pochi click sul nostro comparatore: inserisci i tuoi dati e ricevi subito le migliori proposte di prestito online con tassi esclusivi. A quel punto non ti resta che scegliere quello su misura per te e attendere meno di 24 ore, quelle che servono per ricevere il parere di fattibilità da parte della finanziaria.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE