Tamponamento a catena e distribuzione delle responsabilità

Tamponamento a catena e distribuzione delle responsabilità

Uno degli incidenti più comuni e la cui individuazione delle responsabilità risulta più semplice: il tamponamento. Si tratta infatti della situazione una cui una vettura colpisce con la sua parte anteriore la parte posteriore di quella che la precede. Di chi è la colpa? Secondo il Codice della Strada a pagare i danni è colui che ha provocato il sinistro, pertanto il guidatore del veicolo che segue. Ma cosa succede in caso di tamponamento a catena, ovvero quando le macchine coinvolte sono più di una? Vi anticipiamo la risposta: cambiano le regole e anche il comportamento delle compagnie assicurative.

Tamponamento a catena: chi paga?

Sull’argomento si è spesso espressa, in tempi recenti, la Corte di Cassazione. È stata infatti smentita l’affermazione secondo cui chi tampona ha sempre torto. Lo ha, infatti, salvo nelle circostanze in cui riesca a dimostrare che la causa dell’incidente derivi dalla condotta dell’auto tamponata. È il caso, ad esempio, di un’auto che circoli a fari spenti di notte, senza gli stop funzionanti o che decida di svoltare senza azionare regolarmente l’indicatore di direzione.

Tamponamento a catena tra auto ferme o incolonnate

Nel caso in cui vengono coinvolte più vetture, che siano esse incolonnate e ferme oppure marcianti a bassa velocità, si ritiene che la responsabilità sia da attribuire al conducente dell’ultima vettura. È importante chiarire che a quest’ultimo andrà l’intera colpa dei danni cagionati. Ovvero se le automobili coinvolte sono cinque, con quella immediatamente davanti alla sua che colpisce quella che la precede a sua volta, provocando così successive collisioni, l’intera responsabilità ricadrà su di lui. L’unico colpevole (colui che è chiamato a ripagare i danni provocati) è pertanto il conducente che ha determinato lo scontro all’origine, tamponando da dietro l’ultimo veicolo della fila.

A questo punto è utile sapere che si modifica anche il comportamento delle compagnie assicurative. I contraenti delle vetture danneggiate dovranno infatti rivolgersi alla propria (e non a quella del danneggiante) per poter beneficiare dell’indennizzo diretto. Tale prassi, volta a snellire i tempi per ottenere il risarcimento, non sarebbe applicabile per i sinistri che vedono coinvolte più auto, ma vale proprio perché il responsabile è esclusivamente uno.

Tamponamento a catena tra più auto in movimento

Se le auto sono in marcia a velocità più elevata, la Cassazione ha sancito l’esistenza di una presunzione di colpa in uguale misura di entrambi i conducenti di ogni coppia di veicoli, ovvero tamponato e tamponante, basata sulla mancata osservanza della distanza di sicurezza rispetto al veicolo che precede. Tutti i soggetti coinvolti vengono ritenuti responsabili e hanno diritto a un risarcimento pari al 50% del danno subito. Decade il principio dell’indennizzo diretto e tutti i soggetti coinvolti dovranno rivolgersi alla compagnia assicurativa del danneggiante.

Affinché tutte le pratiche vadano a buon fine e i tempi per ottenere l’indennizzo siano rapidi, è opportuno essere in regola con l’assicurazione auto. Se hai bisogno di aggiornare la tua polizza RC, obbligatoria per legge, affidati a noi. Sul nostro sito troverai le offerte più vantaggiose sul mercato e potrai scegliere quella che più ti si addice. Come? Con pochi semplici click: quelli che ti basteranno per generare gratuitamente un preventivo che resterà valido per ben due mesi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Trasporto bici in aereo: come fare, condizioni

Trasporto bici in aereo: come fare, condizioni Bicicletta e aereo: un connubio possibile. Il boom dei voli low cost negli ultimi anni ha portato, come conseguenza indiretta, anche l’aumento del numero delle bici imbarcate. I casi sono i più disparati. Escludendo dal novero le formazioni professionistiche che sono chiamate a spostarsi da una nazione (sempre

CONTINUA A LEGGERE

Seggiolini auto: novità 2019, incentivi, regole

Seggiolini auto: novità 2019, incentivi, regole La Manovra 2019 prevede importanti novità sul fronte delle auto e dei trasporti. Nelle misure presenti nella Legge di Bilancio per le infrastrutture e i trasporti, ce ne sono alcune che riguardano anche i bambini. Certo, per loro tutti gli obblighi da automobilisti – a partire dalla sottoscrizione della

CONTINUA A LEGGERE

Verifica pagamento bollo moto: come effettuarla

Verifica pagamento bollo moto: come effettuarla Sommerso dalle scadenze quotidiane ti sei dimenticato di pagare il bollo autoveicoli? O peggio ancora non ricordi se hai eseguito correttamente il versamento? Non perdere la calma, esiste una soluzione per ogni cosa. Il bollo automezzi è una tassa sul possesso che viene destinata alle regioni italiane. La sua

CONTINUA A LEGGERE

Tamponamento a catena e distribuzione delle responsabilità

Tamponamento a catena e distribuzione delle responsabilità Uno degli incidenti più comuni e la cui individuazione delle responsabilità risulta più semplice: il tamponamento. Si tratta infatti della situazione una cui una vettura colpisce con la sua parte anteriore la parte posteriore di quella che la precede. Di chi è la colpa? Secondo il Codice della

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi Italia: terra di mare, sole e cicloamatori. Ma cosa accade quando i mesi caldi terminano e la voglia di pedalare non scema? Anche in inverno sono infatti molti i ciclisti, più o meno esperti, che non perdono il vizio di concedersi una salutare sgambata. A prescindere dal

CONTINUA A LEGGERE

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione Vivi a pochi metri dalla spiaggia ma da sempre ti affascinano le imprese dei grandi scalatori. Oppure sei nato in montagna e vuoi ristorarti con una bella pedalata sul lungomare. Non preoccuparti, non sei l’unico a dover affrontare certi problemi. In Italia sono infatti molti i ciclisti

CONTINUA A LEGGERE

Anticipo TFR per acquisto auto

Anticipo TFR per acquisto auto L’acquisto di un’auto nuova è una scelta che negli ultimi anni è stata fortemente condizionata dalla crisi economica. Mentre fino ai primi anni del nuovo secolo non erano inconsueti i casi di spese per togliersi uno sfizio, mai come oggi chi si reca da un concessionario lo fa per necessità.

CONTINUA A LEGGERE

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE