Patente speciale: come richiedere, dove rinnovare

I soggetti affetti da disabilità (dalla nascita, per incidente o malattia) hanno diritto a guidare l’auto? La risposta è affermativa, purché siano in possesso di una patente auto speciale. Questo titolo di guida ha un iter identico a quello della normale patente b auto. Propedeutico al suo ottenimento è il superamento di esami di teoria e pratica. La validità prevista per la patente speciale è di 5 anni. Prima di tutto, però, è necessario ottenere il certificato di idoneità alla guida.

Patente speciale: a chi spetta

A chi spetta la patente speciale? A persone che necessitano di specifici adattamenti al veicolo o di particolari protesi a causa di minorazioni, patologie o handicap fisici. Questi adattamenti consentono loro di viaggiare sicuri. Gli adattamenti vengono indicati su patente e foglio rosa tramite codici armonizzati.

Codici

Per quanto riguarda la disabilità esistono i seguenti codici:

  • 02.02 Apparecchi acustici biauricolari
  • 03.02 Protesi/ortosi per gli arti inferiori

Le limitazioni sono invece contrassegnate dai seguenti codici armonizzati:

  • 61 Guida in orario diurno
  • 62 Percorsi limitati
  • 63 Guida senza passeggeri
  • 64 Velocità di guida limitata

Per ciò che riguarda le modifiche da apportare al veicolo, si fa riferimento a questi codici:

  • 10 Cambio di velocità modificato
  • 15.01 Pedale della frizione adattato
  • 20.06 Freno manuale
  • 20.13 Freno a ginocchio
  • 25.04 Acceleratore manuale
  • 35 Disposizione dei comandi modificata
  • 43.04 Sedile del conducente dotato di braccioli

Categorie

La legge italiana prevede ad oggi le seguenti categorie patenti speciali:

  • AM, A1, A2, A, CAP KA
  • B1, B, BE, CAP KB
  • C1, C1E, C, CE, CQC merci
  • D1, D1E, DE

Certificato di idoneità alla guida: cos’è, come funziona

Il conseguimento delle patenti speciali è subordinato al rilascio del certificato di idoneità alla guida. Questo documento viene rilasciato da una commissione medica locale. Dopo aver valutato il tipo di handicap del patentando, indica la necessità di adattamenti al veicolo e le eventuali limitazioni all’utilizzo. Per chi possiede già la licenza di guida standard e ha una disabilità sopraggiunta successivamente, la commissione stabilisce l’obbligo di riclassificazione (temporanea o definitiva).

Dove effettuare la visita

In tutte le province d’Italia esistono uffici ASL preposti alla visita medica per la patente speciale. Questa deve svolgersi presso una commissione medica autorizzata e presieduta dal responsabile della medicina legale della suddetta ASL. Lo scopo, dopo aver valutato la patologia causa di invalidità o disabilità, è dichiarare l’idoneità o meno del soggetto alla categoria di patente speciale per cui fa richiesta. Il soggetto interessato ha diritto, a sue spese, a far assistere alla seduta il proprio medico di base:

  • Soggetto idoneo: nella relazione finale vengono segnalate le caratteristiche della disabilità per poter adeguare il mezzo da condurre
  • Soggetto non idoneo: l’interessato può rinunciare a conseguire la patente speciale oppure presentare ricorso

Patente B speciale: esami

La disciplina è cambiata nel tempo. Fino a qualche anno fa esisteva solo la categoria F, che permetteva ai diversamente abili di guidare l’auto. Oggi il soggetto disabile può conseguire le patenti A, B, C e D speciali in base alla sua situazione di invalidità. Per avere la patente invalidi legge 104 bisogna superare due esami: teorico (quiz) e pratico. Nella prova di guida sono previste la verifica d’idoneità degli adattamenti e la capacità del candidato di utilizzarli. L’esame di guida viene effettuato con un mezzo adeguato alle caratteristiche stabilite dalla commissione medica, non necessariamente di proprietà dell’autoscuola. Sia per le esercitazioni di guida che per gli esami finali, i mezzi scelti devono essere sottoposti a omologazione dalla Motorizzazione.

Foglio rosa patente speciale

Come per la patente B, anche la patente speciale per invalidi prevede il rilascio di un foglio rosa al superamento dell’esame teorico. Il foglio rosa permette di esercitarsi con la propria auto, purché a bordo vi sia un accompagnatore che abbia la patente da almeno 10 anni e non abbia più di 65 anni di età. Soltanto per l’esame occorre una vettura munita di doppi comandi, per l’eventuale intervento dell’istruttore.

Costi

La patente speciale si può ottenere sia da privatista che tramite autoscuola. La seconda via è la più pratica, ma bisogna rivolgersi a centri dotati di vetture modificate. I costi per corso di teoria e per le lezioni di pratica sono simili a quelli di una patente normale. Per la teoria si spende da 200 a 400 euro, mentre un’ora di lezione costa in media tra i 30 e i 40 euro.

Patente speciale: dove rinnovare

Quando si effettua il rinnovo patente speciale si può essere in presenza di patologia stabilizzata o non stabilizzata. Nel primo caso l’invalidità è permanente e il rinnovo avviene in maniera tradizionale. Se la patologia non è stabilizzata, bisogna ripetere l’iter iniziale: dopo la visita alla ASL, vengono stabiliti gli eventuali nuovi adattamenti da apportare al veicolo.

Agevolazioni patenti speciali

Le agevolazioni sono paragonabili a quelle previste dalla Legge 104/92:

  • IVA al 4% per l’acquisto di un veicolo nuovo o usato con limitazioni di prezzo e cilindrata (2000 cc per auto a benzina, 2600 cc per auto a gasolio): non si può acquistare una nuova vettura beneficiando dello stesso sconto entro 5 anni dall’acquisto della precedente, a meno che questa non sia stata venduta
  • Irpef al 19% per l’anno in corso
  • Esenzione pagamento bollo auto
  • Esenzione pagamento IPT
  • Diritto all’ottenimento gratuito del contrassegno disabili. Questo dà diritto a usufruire di parcheggi speciali in zone di interesse comune e di parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu in alcuni Comuni

Esistono anche delle limitazioni. Chi dispone di una patente per disabili non può guidare nessun altro veicolo se non dotato degli accorgimenti per lui previsti. Laddove non sussista l’obbligo di adattamenti alla guida, invece, il possessore di una patente speciale potrà guidare anche altri veicoli. Oltre alla patente è obbligatorio essere in regola anche con l’assicurazione auto. Sul nostro portale si potrà fare la scelta giusta dopo aver confrontato le migliori offerte presenti sul mercato. Con pochi semplici passi verrà generato un preventivo che resterà valido per due mesi, fornendo tutto il tempo utile per essere valutato prima della sua convalida.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Polizza vita mista: cos’è, come funziona?

Polizza vita mista: cos’è, come funziona? La polizza vita mista è un particolare tipo di contratto assicurativo che unisce, per così dire, la polizza caso vita e la polizza caso morte. Il premio viene infatti corrisposto se l’assicurato è ancora in vita alla scadenza del contratto o ai suoi beneficiari, qualora l’assicurato muoia entro questa

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE

Patente speciale: come richiedere, dove rinnovare

I soggetti affetti da disabilità (dalla nascita, per incidente o malattia) hanno diritto a guidare l’auto? La risposta è affermativa, purché siano in possesso di una patente auto speciale. Questo titolo di guida ha un iter identico a quello della normale patente b auto. Propedeutico al suo ottenimento è il superamento di esami di teoria

CONTINUA A LEGGERE

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE