Mutuo prima casa: 5 regole per risparmiare

È finalmente arrivato quel momento. Quello in cui dopo tanti anni di sacrifici e risparmi hai adocchiato la casa perfetta, quella dove vuoi iniziare a vivere con la tua famiglia (o anche da solo/da sola!). Ti sembra perfetta, ma a questo punto il problema che ti si presenta davanti sembra inaffrontabile. Quale mutuo prima casa scegliere? Hai bisogno di un mutuo ristrutturazione? Come risparmiare? Ecco 5 regole per facilitare l’acquisto prima casa!

1) Studia la tua situazione finanziaria prima di fare richiesta per il mutuo ed evita finanziamenti

Per evitare di perdere tempo inutilmente, è bene fermarsi a riflettere circa la propria situazione finanziaria. Se siamo in due, è importante considerare il reddito totale (principalmente lo stipendio, sì, ma anche altri redditi o rendite). È inoltre essenziale verificare gli impegni finanziari già in atto. Hai già altri prestiti o finanziamenti, anche piccoli? Per esempio, stai acquistando la macchina a rate o il frigorifero. Questi dovrebbero essere ridotti all’osso, meglio ancora se non presenti e non devono comunque mai superare il 30% del reddito mensile.

2) Occhio allo spread perché determina il tasso di interesse

Lo spread è il guadagno della Banca su ogni mutuo, ovvero il suo ricarico, e viene applicato al tasso di base. Più basso è lo spread applicato dalla Banca, più bassi saranno anche gli interessi. Il tasso di interesse dipende dal tipo di mutuo, se a tasso fisso o a tasso variabile. Nel primo caso, cioè per i mutui a tasso fisso, il tasso di interesse è definito dal valore dello spread più l’Eurirs (o Irs), cioè l’indice di riferimento. Nel caso dei mutui a tasso variabile, invece, il tasso di interesse è dato dal valore dello spread più l’indice Euribor.

3) Valuta il Taeg

Il Taeg è il Tasso Annuo Effettivo Globale è il tasso acquisto prima casa comprensivo delle spese di istruttoria e accessorie. Verifica sempre che il Taeg non sia promozionale, cioè un tasso d’ingresso valido solo per i primi mesi del mutuo, ma reale.

4) Informati sulle agevolazioni per il mutuo prima casa

Mutuo prima casa agevolazioni? Un miraggio, forse? No, è possibile. Sono numerose le agevolazioni per chi decide di acquistare una prima casa. Grazie alla detrazione fiscale, puoi ridurre i costi del tuo mutuo prima casa, ma anche delle eventuali ristrutturazioni.

5) Sfrutta i comparatori per risparmiare tempo e denaro

Uno dei primi errori quando si cercano dei mutui casa è quello di non fare confronti sul mercato. Le banche e gli istituti di credito hanno offerte diverse, che rispondono a esigenze diverse. Come si calcola mutuo prima casa? È semplice. Grazie ai comparatori puoi non solo fare questa ricerca facilmente e da casa, ma anche inviare una richiesta di fattibilità e ottenere l’esito in 24 ore. Cerca subito tra i mutui prima casa e trova quello perfetto per te!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Rinnovo patente dopo gli 80 anni: scadenze e limitazioni

Il rinnovo della patente di guida è un’operazione semplice che va effettuata a cadenze prestabilite. Ma ogni quanto si rinnova la patente? La scadenza patente dipende dall’età. Il rinnovo patente dopo 80 anni, ad esempio, segue delle regole ben precise. Scopriamo quali sono, qual è la procedura da seguire e quali documenti servono. Rinnovo patente

CONTINUA A LEGGERE

Come controllare l’assicurazione auto

Assicurare la propria auto è un’operazione obbligatoria per legge per tutti i proprietari di un veicolo. Chi si sottrae a questa regola per risparmiare qualche euro, rischia tre volte. Circolare senza RCA è infatti un reato che comporta sanzioni amministrative e che costa caro se si resta coinvolti in un incidente. Inoltre controllare assicurazione è

CONTINUA A LEGGERE

Incidente stradale: quali sono i documenti da compilare

Soltanto nell’ultimo anno sono stati oltre 170.000 gli incidenti stradali con lesioni avvenuti sulle strade italiane. Restare coinvolti in un incidente stradale è l’incubo di ogni automobilista, che troppo spesso si trasforma in realtà. Quali sono le operazioni da compiere nell’immediatezza di un tamponamento e quali i documenti da compilare in caso di sinistri stradali?

CONTINUA A LEGGERE

Novità assicurazioni moto 2020: quali sono, cosa cambia

Il 2020 ha introdotto interessanti novità assicurazioni anche per quanto riguarda il settore moto. Risparmiare sulla polizza RC Moto diventa sempre più facile. A partire dal 16 febbraio scorso, infatti, i centauri non devono avvalersi necessariamente di assicurazioni temporanee o sospendibile per spendere meno. Scopriamo cosa è cambiato sul versante classe merito assicurazione e quali

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Calcolo rata mutuo: come fare

Il calcolo rata mutuo è una procedura indispensabile per chiunque si appresti a richiedere un finanziamento per acquistare l’immobile. Prima di chiedere un mutuo, infatti, è molto utile calcolare in anticipo l’entità della rata che si sarà chiamati a versare mensilmente. Scopriamo come si calcola rata mutuo e quali sono i simulatori mutuo più semplici

CONTINUA A LEGGERE

Preventivo assicurazione auto: come calcolarlo e risparmiare sulla RCA

La ricerca di una polizza RC Auto conveniente passa attraverso il miglior preventivo assicurazione auto. Sul mercato sono presenti le offerte di tutte le compagnie assicurative: come rintracciare quella migliore? La prima considerazione da fare è banale: non esiste la migliore, ma solo quella più adatta alle proprie esigenze. Per risparmiare sulla RC Auto obbligatoria,

CONTINUA A LEGGERE

RC Auto familiare: 5 cose da sapere

La RC Auto familiare è la grande novità del 2020 sul tema assicurazione auto. Introdotto dalla modifica dell’articolo 134 del Codice delle Assicurazioni Private (CAP), questo provvedimento estende e migliora i benefici della Legge Bersani. L’epicentro della norma è la ereditarietà della classe di merito. Chi può aderire e cosa bisogna sapere sulla Rca familiare? Cos’è

CONTINUA A LEGGERE

Indennizzo diretto: cos’è, come funziona

L’indennizzo diretto prevede la possibilità di richiedere il risarcimento danni direttamente alla propria compagnia assicurativa. La norma del risarcimento diretto è stata introdotta dal 1° febbraio 2007 per effetto del Decreto Bersani e trova riscontro nell’art 149 codice assicurazioni. L’art 149 cda spiega che “in caso di sinistro tra due veicoli a motore identificati ed assicurati per

CONTINUA A LEGGERE