Mutuo ipotecario prima casa: come funziona

Il mutuo ipotecario prima casa è la prima scelta per tantissime giovani coppie e famiglie che desiderano acquistare la loro prima dimora. Perché si dice “ipotecario”? Scopriamo insieme questo mutuo prima casa e il suo iter.

Il mutuo ipotecario prima casa: cosa è

Il mutuo ipotecario prima casa è un contratto tra due parti. Il mutuante consegna al mutuatario una somma di denaro, fissando le condizioni della restituzione, specificando il tempo entro il quale va restituita e gli interessi per il prestito. La somma di denaro può essere erogata da una banca o da un altro istituto di credito.

Questo tipo di mutuo è spesso agevolato, proprio per garantire più facilmente l’accesso al credito alle famiglie che desiderano acquistare un immobile. Le principali condizioni sono:

  • La somma richiesta sarà esclusivamente finalizzata all’acquisto di un immobile.
  • Tale immobile dovrà risultare come prima casa.

La somma del mutuo di solito non arriva a coprire il 100% dell’acquisto, ma si ferma all’80%.

Perché ipotecario?

Quando si fa richiesta di un mutuo prima casa, chi eroga la somma di denaro deve avere una garanzia circa la solvibilità del suo credito. L’ipoteca immobiliare serve proprio a questo. Non ultimo, il mutuo ipotecario ha l’obbligo di aggiungere una polizza casa.

Nell’atto pubblico di ipoteca, stipulato di fronte a un notaio, vengono definiti:

  • la somma di denaro richiesta
  • le modalità di rimborso
  • le rate mensili
  • gli interessi

Parere di fattibilità da parte della banca

La banca che eroga il mutuo, prima di concedervelo, deve verificare che sarete in grado di gestirne le rate, sia mensilmente sia nel lungo periodo. Uno stipendio fisso e un contratto a tempo indeterminato sono di solito i migliori supporti per la richiesta di un mutuo, ma per fortuna non sono gli unici.

Di solito si considera che la rata mensile del mutuo non debba superare il 40% dell’entrata mensile della famiglia (quindi della somma dei redditi del nucleo familiare che abiterà la casa).

Questa prima verifica viene fatta per autocertificazione. Senza perdere eccessivamente tempo in scartoffie, bisogna documentare – sempre senza dichiarare il falso, ovviamente! – le proprie entrate, le proprie rendite e fare un primo check con la banca. Solo dopo si avvierà l’istruttoria, cioè il passaggio di documenti che testimoniano il vostro stato patrimoniale, il vostro reddito e il vostro stato di famiglia.

Ecco alcuni dei documenti che la banca potrebbe richiedervi per poter avviare l’istruttoria:

  • Documento d’identità e codice fiscale di coloro che richiedono il mutuo.
  • Stato di famiglia.
  • Certificato di residenza.
  • Copia della proposta d’acquisto dell’immobile o del compromesso firmato.
  • Copia della planimetria e della visura catastale.
  • Copia dell’ultima dichiarazione dei redditi.
  • Estratto conto personale.
  • Copia delle ultime buste paga (per i lavoratori dipendenti).

Mutuo ipotecario prima casa: qual è il migliore?

Quale banca offre il tasso più vantaggioso? Il nostro comparatore è veloce, gratuito, e senza impegno e, inserendo i tuoi dati, puoi ottenere un parere di fattibilità entro le 24 ore. Stai già sognando a occhi aperti, vero?

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Smarrimento targa auto: cosa fare

Smarrimento targa auto: cosa fare Smarrimento targa auto: può sembrare un evento improbabile, eppure non è così. Perdita mentre si viaggia a velocità sostenuta, furto auto in cui il veicolo non viene ritrovato intatto, un mero atto vandalico. Le possibilità di imbattersi in questa situazione spiacevole sono, purtroppo per gli automobilisti, molteplici. Il Codice della

CONTINUA A LEGGERE

Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni

Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni Dover spostare un’automobile sprovvista di circolazione è un’eventualità che può capitare a ciascuno di noi. Pensiamo ad esempio a due semplici casi: quando la ritiriamo dalla concessionaria e vogliamo accoglierla per la prima volta o, viceversa, quando vogliamo rottamarla magari dopo un lungo stallo casalingo. Di dinamiche simili,

CONTINUA A LEGGERE

Tempi immatricolazione moto nuova

Tempi immatricolazione moto nuova Quando si acquista una moto nuova ci sono dei passaggi tecnici obbligatori prima di poter circolare su strada. Ancor prima di scegliere il casco che più ci piace e di tutelarci con le migliori protezioni, è infatti d’uopo provvedere all’immatricolazione. Questa procedura va effettuata presso la Motorizzazione e dovrà essere accompagnata

CONTINUA A LEGGERE

Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona

Passaggio di proprietà per decesso: cos’è e come funziona Che un’auto sia intestata a un defunto è un fenomeno che si può verificare. Non sono infatti rari i casi di automobili che “sopravvivono” ai loro proprietari e non necessariamente per anzianità di questi ultimi. Cosa accade, allora, subito dopo? La vettura potrà circolare da subito

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione Vivi a pochi metri dalla spiaggia ma da sempre ti affascinano le imprese dei grandi scalatori. Oppure sei nato in montagna e vuoi ristorarti con una bella pedalata sul lungomare. Non preoccuparti, non sei l’unico a dover affrontare certi problemi. In Italia sono infatti molti i ciclisti

CONTINUA A LEGGERE

Anticipo TFR per acquisto auto

Anticipo TFR per acquisto auto L’acquisto di un’auto nuova è una scelta che negli ultimi anni è stata fortemente condizionata dalla crisi economica. Mentre fino ai primi anni del nuovo secolo non erano inconsueti i casi di spese per togliersi uno sfizio, mai come oggi chi si reca da un concessionario lo fa per necessità.

CONTINUA A LEGGERE

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE