Fondo garanzia prima casa 2018: come funziona e chi può richiederlo

Fondo garanzia prima casa 2018: come funziona e chi può richiederlo

Comprare la prima casa è un evento importantissimo. È il primo mattone di una vita stabile, indipendente: è una scelta importantissima. Di solito, all’acquisto gli italiani affiancano un mutuo prima casa. Per i più giovani e i più bisognosi, è stato confermato il Fondo di Garanzia Prima Casa 2018 per ottenere un aiuto consistente. Vediamo in cosa consiste, chi può farne richiesta e come funziona.

Fondo di Garanzia Prima Casa 2018: cosa è?

Il Fondo di Garanzia Prima Casa è un’agevolazione istituita nel 2013 dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e gestita da Consap Spa (Art. 1, comma 48, lett. c) della Legge 27 Dicembre 2013, n° 147).

In parole povere, il Fondo rilascia garanzie per un massimo del 50% del capitale finanziato per l’acquisto della prima casa o per opere di ristrutturazione con il solo fine di migliorare la classe energetica della prima abitazione.

La garanzia fondo prima casa è in sostanza un aiuto che lo Stato offre ad alcune categorie di cittadini al fine di accedere al credito, ottenere il mutuo e quindi acquistare casa. Attualmente il Fondo dispone di circa 650 milioni e può offrire finanziamenti ipotecari per un totale di circa 20 miliardi di euro.

Fondo di Garanzia Prima Casa 2018: chi può farne richiesta?

Possono farne richiesta tutti, anche se il Fondo prevede una distinzione importante tra beneficiari prioritari e non prioritari. La priorità va a:

  • Coppie giovani: nuclei familiari costituiti da almeno 24 mesi in cui almeno uno dei due componenti abbia meno di 35 anni;
  • Nucleo familiare monogenitoriale con figli minori a carico: cioè un single che conviva con almeno un figlio minore;
  • Giovani sotto ai 35 anni titolari di un rapporto di lavoro atipico (art. 1 della legge 28 giugno 2012, n° 92).

Ciò significa che chi non rientra in queste categorie può comunque fare richiesta, ma non sarà considerato prioritario.

Fondo Garanzia Prima Casa: come funziona?

Abbiamo detto che il Fondo rilascia garanzie fino al 50% della quota capitale. Quali sono però i mutui ammessi a questa agevolazione. Tutti i mutui ipotecari:

  • Finalizzati all’acquisto della prima casa;
  • Con ammontare non superiore a 250.000 euro;
  • La prima casa non deve essere considerato immobile di lusso (categoria catastale A1, A8 e A9).

Come fare richiesta

L’elenco delle banche che aderiscono è disponibile sul sito del Consap, che gestisce il Fondo Garanzia Prima Casa 2018. La domanda per accedere al Fondo deve essere inoltrata alla banca che a sua volta dovrà girarla al Consap. Il gestore del Fondo seguirà la pratica e definirà la priorità della domanda e quindi le possibilità di accesso all’agevolazione. Qualora la domanda avesse successo, il finanziamento sarà erogato entro 30 giorni.

Quando si compra casa si è spesso sopraffatti da milioni di cose: confusione, eccitazione, a volte perfino paura. Calcola la tua rata e confronta le migliori offerte disponibili al momento sul mercato e spicca il volo: la tua prima casa è pronta ad accoglierti!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile?

Assicurazione casa eventi atmosferici: come funziona? È utile? L’assicurazione casa è una delle protezioni più importanti della nostra vita. Tra le varie opzioni, ce n’è una spesso snobbata da chi vuole acquistare una polizza per la propria abitazione. La polizza casa eventi atmosferici è invece un’importante aggiunta alla propria tutela domestica. Scopriamo insieme da cosa

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire Hai stipulato un’assicurazione casa per il tuo immobile di proprietà o per l’appartamento che abiti ed è in affitto? Hai subìto un danno e vuoi richiedere il giusto risarcimento? Scopri qual è l’iter da seguire per chiedere il risarcimento danni assicurazione casa. Comunica subito con la

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione appartamento: come funziona?

Il tuo appartamento è il posto accogliente dove torni dopo una lunga giornata di lavoro, dove i tuoi figli crescono, imparano, giocano, dove riposi, ti senti protetto. È fondamentale, quindi, volerlo assicurare per essere certi che sia sempre al sicuro, e voi al suo interno. Come funziona l’assicurazione appartamento? Scopriamolo insieme. Assicurazione casa: cosa è? L’assicurazione

CONTINUA A LEGGERE

Rendita vitalizia: cos’è? Come funziona?

La rendita vitalizia può essere un modo per rimpinguare la pensione. Molti italiani, già da anni, scelgono la rendita vitalizia come forma di pensione complementare. È un modo infatti per mettere da parte del denaro, farlo fruttare e ottenerlo indietro allo scadere del contratto. Come funziona? Rendita vitalizia: cos’è Per rendita si intende un contratto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso?

Auto rubata e ritrovata: l’assicurazione paga lo stesso? Un numero in calo ma sempre consistente. In Italia sono state 103.030 le automobili rubate nel 2017. I ritrovamenti (in calo dell’11,57% rispetto all’anno precedente) sono stati in tutto 49.801. Se ne ricava che più di una vettura ogni due non torna in possesso del legittimo proprietario.

CONTINUA A LEGGERE