Vacanze con animali: 5 consigli per viaggiare sicuri

Le tanto agognate ferie si avvicinano e si è deciso di andare in vacanza con il cane? Nessun problema, anche con animali a bordo si può viaggiare sicuri. Aumentano gli accorgimenti da prendere, ma una volta approntate tutte le precauzioni ci si potrà godere al massimo le proprie vacanze con animali. Sempre più italiani convivono con un amico a 4 zampe e sempre più paesi sono pet friendly. Perché, allora, non far convivere queste due cose? Una volta deciso dove fare le vacanze con il cane (o con qualunque altro animale domestico), l’unica incombenza sarà quella di provvedere al loro benessere in viaggio.

Vacanze con animali: mare o montagna?

Quando si sceglie di andare in vacanza con fido, poco importa la destinazione. Almeno per i nostri compagni di viaggio. Vacanze con animali significa avere le stesse precauzioni indipendentemente dalla meta. I suggerimenti riguardano esclusivamente i viaggi con animali in auto.

Verificare la loro resistenza in auto

Può sembrare una sciocchezza, ma non lo è affatto. L’animale domestico che possediamo è abituato a viaggiare in auto? Soprattutto se dovrà affrontare una distanza lunga, è meglio abituarlo gradualmente e con un po’ di anticipo, facendolo salire spesso a bordo. Solo così si potrà capire la sua tolleranza e se soffre il mal di auto. In quel caso esistono compresse (anche omeopatiche) per farlo viaggiare sereno.

Effettuare un check-in completo dal veterinario

Per viaggiare sicuri non basta verificare lo stato di salute dell’automobile. Una perfetta vacanza a 4 zampe non può prescindere dalle sue condizioni fisiche. Per questo motivo prima di partire è opportuno recarsi dal veterinario di fiducia per verificare come sta il nostro animale e farsi dare le dritte per affrontare il viaggio in sicurezza. Da cane a cane, o gatto a gatto, variano infatti le necessità. Età, condizioni di salute e razza possono richiedere accorgimenti diversi.

Predisporre uno spazio comodo

Piuttosto è meglio rinunciare a qualche bagaglio in eccesso, ma è importante che l’animale possa viaggiare comodo. Sia che sia collocato sui sedili posteriori (il Codice della Strada non lo vieta) che nel bagagliaio, il cane deve essere libero di muoversi per trovare una posizione di riposo comoda. Naturalmente occorre fare in modo che la sua presenza non ostacoli la visuale del guidatore. Per quanto riguarda i gatti, è indispensabile collocarli nel loro trasportino. Prima di viaggiare con un gatto, però, è sempre meglio sentire il proprio veterinario. I gatti non amano andare in auto e, specie se anziani, non è detto che ottengano l’”idoneità” a viaggiare.

Preparare scorte di pappa e acqua

A prescindere dalla durata del viaggio, le vacanze con animali non possono prescindere da due elementi: crocchette e acqua. Basta munirsi di una ciotola di dimensioni adatte a quelle dell’animale domestico in viaggio. I croccantini leniranno la loro attesa, ma per un viaggio di breve durata può bastare anche qualche “premio” come biscotti o bastoncini per l’alito. L’acqua invece è fondamentale. Rinfrescare spesso il cane o gatto e farlo bere spesso gli permetterà di contrastare il caldo.

Regolare la temperatura del veicolo

Né troppo caldo, né troppo freddo. Gli animali amano viaggiare con la testa fuori dal finestrino, ma non sempre è possibile. Sia perché si rischia che si sporgano troppo, sia perché un colpo di vento può causare otite o problemi alle orecchie. Se si viaggia su strade a scorrimento veloce, meglio utilizzare l’aria condizionata. Ma attenzione a non esagerare.

Le vacanze con animali possono diventare istantanee scolpite nella memoria. Non permettere a nessuno di rovinarle. Tutelati in prima persona sottoscrivendo due assicurazioni: un’assicurazione viaggio per fare ferie sicure e una polizza animali. Sul nostro sito puoi scegliere la migliore assicurazione animali, che tutela dai danni provocati a cose o persone dal nostro amico a quattro zampe e da eventuali spese veterinarie per le sue cure.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE