Vacanze in auto: cosa controllare una volta finite le ferie?

Le vacanze in auto hanno messo a dura prova il tuo veicolo? Niente paura: con gli opportuni controlli auto tutto tornerà alla normalità. Viaggiare in macchina, soprattutto nei mesi caldi, significa stressare particolarmente i componenti del mezzo. Se i controlli periodici garantiscono la buona salute del mezzo, prima di partire sarebbe opportuno fare un check-up. Ma sia che questi sia stati eseguiti, sia che ce ne sia dimenticati, anche una volta tornati a casa urge una verifica. Vediamo quali sono le parti del veicolo da tenere sott’occhio e come continuare a viaggiare sicuri.

I 5 controlli auto da fare al rientro dalle vacanze

Mare o montagna, la sostanza non cambia. Quando si viaggia in estate sono diversi i modi per usurare il veicolo: precipitazioni improvvise, fuoristrada non tradizionali, frenate più energiche del solito. Prima di tornare ad usare la macchina per andare a lavoro o per tragitti anche più lunghi, bisogna rimetterla in forma. Ecco quali controlli auto si rendono necessari:

1.    Pneumatici

Al rientro dalle ferie si va verso stagioni più fredde, che necessitano un gonfiaggio più basso. Controllare pressione degli pneumatici e l’usura del battistrada è fondamentale. Un gommista saprà dire se si impone anche la loro sostituzione. Senza dimenticare gli obblighi di legge per il montaggio delle gomme invernali a partire dal 15 novembre.

2.    Sistema frenante

Pastiglie e dischi dei freni vanno sempre attenzionati, non solo se si è stati in vacanza in montagna e le discese hanno contribuito a premere di più sul pedale del freno. Anche in questo caso affidarsi a una figura specializzata: il fai da te, se non si conosce il mestiere, rischia di fare più danni del dovuto.

3.    Livello dei liquidi

Olio motore e liquido dell’impianto frenante: guai a trascurarli. Il primo va rabboccato a ridosso della partenza, ma può essere utile farlo anche al rientro. Basta seguire le indicazioni sul cruscotto, in caso contrario farlo ogni 15 o 20.000 chilometri. Ne va dell’usura del motore. Per i freni, invece, può essere necessario anche provvedere a spurgare l’intero impianto.

4.    Lampadine e batteria

Accertarsi sempre che i fari funzionino correttamente, al pari degli indicatori di direzione. In questo caso è sufficiente un controllo a vista prima di provvedere alla sostituzione delle lampadine, qualora uno o più di queste non funzionino. Verificare anche il perfetto funzionamento della batteria.

5.    Controllo e sostituzioni dei filtri

Il filtro del gasolio protegge il motore dalle impurità del carburante. Al pari dell’olio motore va cambiato a cadenze prestabilite, ma il parere di una figura specializzata toglierà ogni dubbio. Per quanto riguarda l’aria condizionata, invece, specie dopo i mesi caldi è utile rimetterla in sesto. Un impianto efficiente preserva dai consumi inutili e da spese aggiuntive, oltre a tornare utile non appena le temperature si rialzeranno.

I controlli auto da fare al rientro dalle vacanze non vanno confusi con revisione e tagliando. Quando si torna a viaggiare, bisogna farlo con tutte le carte in regola. In primis quelle relative all’assicurazione auto. Visita il nostro sito e usa il nostro comparatore gratuito per risparmiare sulla tua prossima polizza RC Auto.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE