Truffe assicurazione auto: 6 consigli per evitarle

Far risparmiare sull’assicurazione auto è una promessa che non tutti possono mantenere. Chi va alla ricerca di una polizza RC auto conveniente rischia spesso di imbattersi nelle truffe. Se non si adottano le opportune cautele, si è esposti alla possibilità di restare vittime delle truffe assicurazione auto. Una polizza auto fittizia non ha alcun valore e non offre alcuna copertura. Ecco come riconoscerla e cosa fare una volta attivata.

Truffe assicurazioni auto: sanzioni

Il web è tristemente pieno di siti truffa sui quali è possibile sottoscrive assicurazioni false. Una recente operazione condotta dalla Guardia di Finanza, grazie alla collaborazione dell’Ivass, ha permesso di oscurare 222 siti che commercializzavano assicurazioni online rivelatesi false. Il contraente che stipula un contratto del genere va incontro a:

  • Perdita di denaro: una frode assicurativa è difficilmente rimborsabile. Una volta spesi i soldi, sono quasi sempre persi
  • Sequestro del veicolo: restare vittime di una truffa assicurativa, significa circolare senza polizza RCA ed essere soggetti alle sanzioni amministrative previste dall’articolo 193 del Codice della Strada
  • Pagamento dei danni in caso di incidente stradale
  • Multa da 841 a 3.366 euro
  • Sequestro del veicolo

Per evitare le truffe assicurazione auto basta tuttavia seguire poche semplici regole.

Come evitare truffe assicurazione auto

Come capire se la polizza auto che ci stanno per offrire è falsa? Sempre più automobilisti italiani usano internet per stipulare o rinnovare la propria assicurazione auto. Una soluzione che, se affidata ad intermediari assicurativi riconosciuti dall’Ivass, garantisce ottimi risparmi. Per evitare spiacevoli sorprese è fondamentale:

  • Affidarsi solo ad operatori autorizzati: siti internet, compagnie di assicurazione o broker, purché siano ammessi ad operare in Italia. Per verificare, basta collegarsi al sito dell’Ivass e controllare gli elenchi delle imprese – italiane ed estere – ammesse ad operare; il Registro unico degli intermediari assicurativi (Rui) e l’Elenco degli intermediari dell’UE.
  • Controllare sul sito dell’Ivass l’elenco degli avvisi inerenti ai casi di contraffazione, società non autorizzate e siti internet non conformi alla disciplina sull’intermediazione
  • Scegliere solo intermediari affidabili: questi soggetti devono pubblicare sul proprio sito i loro dati identificativi e il numero di iscrizione al Rui. Inoltre sulla loro pagina devono comparire sede legale, recapiti telefonici, di posta elettronica e utili per la presentazione di reclami da parte del contraente. Gli intermediari devono essere soggetti alla vigilanza dell’Ivass
  • Scegliere canali ufficiali: non scegliere mai siti che richiamino quelli di compagnie assicurative celebri. Una compagnia seria e affidabile permette di fare l’iter sui canali di comunicazione ufficiali. Diffidare dagli escamotage come la proposta di “spostarsi” su WhatsApp o di procedere via sms. In quel caso è opportuno interrompere ogni tipo di comunicazione e non procedere al pagamento
  • Pagamenti tracciati: fare sempre attenzione al destinatario del pagamento e al tipo di pagamento richiesto. Proprio in questa fase si verifica, di norma, il tentativo di truffa assicurazioni. Utilizzare strumenti che diano certezza dalla controparte e che permettano l’annullamento del pagamento. Non pagare mai con carte prepagate
  •  Verificare se il veicolo è assicurato: a questo punto non resta che accertarsi del corretto invio dei documenti. Per controllare se l’automobile è stata assicurata o no, basta accedere al Portale dell’Automobilista inserendo il numero di targa per conoscere il nome della compagnia assicuratrice e la scadenza della polizza

Scegliere un comparatore serio e affidabile è il primo passo per risparmiare e non restare vittime delle truffe assicurazione auto. Quale.it è un intermediario assicurativo iscritto all’Elenco degli Intermediari dell’Unione Europea istituito presso l’Ivass. Accedendo al sito sarà sufficiente inserire i dati dell’intestatario della polizza e del veicolo per ricevere subito un preventivo assicurazione auto gratuito e non vincolante, che resterà valido per i due mesi successivi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE