Periodo di tolleranza assicurazione auto: cosa è cambiato dal 1° agosto 2020

Sul tema della tolleranza assicurazione scaduta si torna alla normalità. Dal 1° agosto 2020 sono cambiate nuovamente le regole sul periodo di tolleranza RC Auto. Si tratta di un semplice ritorno all’antico, previsto all’atto dell’emanazione delle misure di emergenza dettate dal Covid-19. Vediamo allora cosa cambia rispetto alla proroga del Decreto Cura Italia e come funziona il periodo di comporto.

Tolleranza assicurazione scaduta: novità agosto 2020

Dal 1° agosto 2020 si torna ai classici 15 giorni assicurazione dopo la scadenza del contratto annuale. La tolleranza assicurazione scaduta torna dunque a 15 giorni. Vengono dunque meno le disposizioni dettate dal DL 18/2020, il Decreto Cura Italia. Questo aveva stabilito, in virtù dell’emergenza coronavirus, di estendere da 15 a 30 giorni la copertura assicurativa dopo la scadenza. Il raddoppio del periodo di mora si era reso necessario per agevolare i contraenti che, a causa del lockdown, potevano incontrare difficoltà nel rinnovare la polizza. Questa estensione era valida solo per le polizze scadute e non ancora rinnovate e per le polizze in scadenza tra il 21 febbraio e il 31 luglio 2020.

Tolleranza assicurazione scaduta: come funziona

La copertura assicurativa dopo la scadenza torna dunque ad essere di 15 giorni. Ciò significa che durante questo periodo, nei 15 giorni successivi alla scadenza indicata sulla polizza, si potrà circolare senza incorrere nelle sanzioni previste. Le disposizioni dell’articolo 170 bis comma 1 del Codice della Assicurazioni Private prevedono che il contratto di assicurazione RCA con durata annuale si risolve automaticamente alla scadenza naturale, essendo stato abolito il tacito rinnovo. In ogni caso la compagnia assicurativa è tenuta ad avvertire il contraente della scadenza imminente con un preavviso di almeno 30 giorni. Inoltre deve “mantenere operante, non oltre il quindicesimo giorno successivo alla scadenza del contratto, la garanzia prestata con il precedente contratto assicurativo fino all’effetto della nuova polizza”.

Indipendentemente dalla scelta del cliente, che può liberamente cambiare compagnia o polizza, l’assicuratore deve dunque mantenere attiva la copertura. Questa resterà valida fino alle 23:59 del quindicesimo giorno successivo alla data di scadenza indicata sul contratto.

Assicurazione auto scadenza 15 giorni: cosa succede se si circola dopo il periodo di tolleranza

Superata la tolleranza assicurazione scaduta non si può circolare né sostare su strada pubblica. L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce le sanzioni per gli automobilisti sorpresi a guidare senza polizza attiva. La multa è compresa tra 849 e 3.396 euro, inoltre è previsto il sequestro del veicolo. La riduzione del 50% della sanzione amministrativa è invece prevista in due casi, ovvero:

  • Qualora il trasgressore provveda a pagare il premio assicurativo tra il 16° e il 30° giorno successivo alla scadenza, ovvero subito dopo il termine del periodo di tolleranza
  • Se entro 30 giorni dalla contestazione della violazione, il trasgressore provvede alla demolizione del veicolo e alla sua radiazione dal PRA, ma non prima di aver comunicato l’intenzione di farlo all’organo accertatore

Risparmia sulla tua polizza RC auto affidandoti a noi. Compila il form gratuito inserendo i dati richiesti e ricevi subito le quotazioni delle migliori compagnie assicurazione auto online. Salvale comodamente sul tuo pc e scegli entro i successivi 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE