assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Arriva Targa System: multe a raffica per le auto non assicurate

Targa System compie tre anni: ecco come funziona il sistema che vuole eliminare le auto pericolose dalla circolazione

Come funziona Targa System

Targa System è stato utilizzato per la prima volta a Ciampino nel 2014. Il suo debutto è stato un grande successo: ha segnalato agli agenti 84 macchine non in regola, comminando 36 multe per assicurazione scaduta e 48 per revisione scaduta.

Il funzionamento di Targa System è veramente semplice: le telecamere del sistema riprendono tutte le auto in transito sulla via dove sono posizionate, leggono le targhe e le confrontano con la banca dati del Ministero dei Trasporti e dell’Interno. In meno di tre secondi, ma spesso ne basta uno solo, Targa System è in grado di fornire una risposta e comunicare ai vigili urbani, posti qualche centinaio di metri più in là, se l’auto sia in regola o in meno: in questo modo le forze dell’ordine hanno tutto il tempo di alzare la paletta e fermare il veicolo. Nel caso in cui il veicolo riesca a evitare il controllo, la multa verrà spedita direttamente a casa.

Nello specifico, Targa System può rilevare se il veicolo abbia l’assicurazione o la revisione scaduta, se sia rubata o nella black list della Polizia o sottoposta a sequestro o a fermo amministrativo.

È importante ricordare che la normativa per effettuare la revisione sulla propria auto sia cambiata di recente. Per non farti multare da Targa System, leggi il nostro articolo che spiega nel dettaglio come fare la revisione.

Non solo fisso

Attenzione, inoltre, perché Targa System può essere installato non solo all’interno della apparecchiature di videosorveglianza, ma anche sulle volanti della Polizia e funziona anche in movimento.

Gli stessi agenti, inoltre, possono controllare la targa dell’auto semplicemente inquadrandola tramite un dispositivo mobile.

L’importo delle multe

Gli automobilisti colti in flagrante da Targa System si vedono arrivare a casa multe davvero salate. In particolare:

  • Se circoli con un’assicurazione auto scaduta, le sanzioni vanno dagli 841 fino a oltre 3000 €.
  • Se circoli con una revisione auto scaduta, le sanzioni partono da 169 € fino a 679 €.
  • Se l’auto non ha passato la revisione auto ma circola ugualmente, l’automobilista arriverà a pagare una multa compresa dai 1957 ai 7953 € a cui si aggiunge il fermo amministrativo per 90 giorni.

L’utilizzo di Targa System rientra nel pacchetto di manovre che il Governo ha predisposto per individuare tutti i veicoli non coperti da assicurazione, che secondo l’ACI arrivano a quasi 4 milioni.

In un primo momento, precisamente nei primi mesi del 2014 e prima dell’introduzione delle nuove tecnologie come Targa System, il Governo aveva previsto che i cittadini non coperti da assicurazione fossero informati tramite raccomandata. A causa della mancanza di fondi però, come spiegato dal Direttore Generale della Motorizzazione Maurizio Vitelli, sono gli stessi automobilisti a dover controllare ora sul portale dell’automobilista se la loro assicurazione sia in regola o meno.

Sicuramente con Targa System sarà più facile per le forze dell’ordine scoprire le auto non in regola.

E voi, cosa ne pensate?

News

L’assicurazione autobus e filobus

L’assicurazione autobus e filobus è stato modificato: 2018-04-02 di Marco L’assicurazione autobus e filobus Quando ci riferiamo all’autobus, pensiamo subito ai mezzi pubblici cittadini. Invece sono moltissimi i mezzi privati come autobus, filobus, miniautobus e minivan di proprietà di compagnie di trasporto ma anche di scuole e hotel. Per autobus si intende infatti un qualsiasi

CONTINUA A LEGGERE

Come leggere il libretto di circolazione

Come leggere il libretto di circolazione è stato modificato: 2018-03-14 di Marco Come leggere il libretto di circolazione Rilasciato dalla Motorizzazione Civile insieme alla targa in caso di nuova immatricolazione o di rinnovo, il libretto di circolazione rappresenta la “carta d’identità” della nostra automobile. Tale documento è infatti necessario alla circolazione del veicolo e deve

CONTINUA A LEGGERE

Pneumatici invernali: cosa sono e quali scegliere

Pneumatici invernali: cosa sono e quali scegliere è stato modificato: 2018-03-14 di Marco Pneumatici invernali: cosa sono e quali scegliere Con la legge non si scherza e con la sicurezza neppure. Una direttiva del 2013 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha previsto che l’Ente proprietario della strada, e/o il gestore possano, dal 15

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione moto: cosa rischia chi circola senza

Assicurazione moto: cosa rischia chi circola senza è stato modificato: 2018-03-14 di Marco Assicurazione moto: cosa rischia chi circola senza Moto, che passione! In Italia è in continua crescita il numero delle due ruote a motore in circolazione su strada. Le ultime rilevazioni ACI sul parco veicolare forniscono un dato vicino ai sette milioni, con

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Eccesso di velocità: quali effetti sulla assicurazione auto?

Eccesso di velocità: quali effetti sulla assicurazione auto? è stato modificato: 2018-03-14 di Marco Eccesso di velocità: quali effetti sulla assicurazione auto? Sei appena stato multato per eccesso di velocità e vuoi sapere se ci saranno ripercussioni anche sul premio della tua assicurazione auto? Allora questo è il posto giusto per te! Come saprai, il

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto aziendale: cos’è e come funziona

Assicurazione auto aziendale: cos’è e come funziona è stato modificato: 2018-03-01 di Marco Nel mare magnum delle assicurazioni auto trovano una loro collocazione anche le polizze riservate ai veicoli aziendali. Questa particolare tipologia è riferita a contratti su vetture possedute, a titolo di proprietà o di leasing, dalle aziende per i propri dipendenti. L’assicurazione auto

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione auto d’inverno: i consigli per viaggiare sicuri

Manutenzione auto d’inverno: i consigli per viaggiare sicuri è stato modificato: 2018-02-08 di Marco Il clima mite che ha caratterizzato le festività natalizie e si è protratto per buona parte del gennaio italiano non tragga in inganno. Nuovi sprazzi del “Generale Inverno” sono infatti previsti a febbraio e ci costringeranno a difenderci dalle sue temperature

CONTINUA A LEGGERE