Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni

Spostare auto senza assicurazione: come farlo, sanzioni

Dover spostare un’automobile sprovvista di circolazione è un’eventualità che può capitare a ciascuno di noi. Pensiamo ad esempio a due semplici casi: quando la ritiriamo dalla concessionaria e vogliamo accoglierla per la prima volta o, viceversa, quando vogliamo rottamarla magari dopo un lungo stallo casalingo. Di dinamiche simili, in realtà, se ne potrebbero descrivere molte altre. Tutte sono accompagnate dalla stessa domanda: è possibile effettuare il suddetto spostamento in mancanza di una regolare RC Auto?

Circolare senza assicurazione: cosa prevede la legge

Prima di rispondere vediamo cosa ha stabilito la legge per la circolazione stradale. Il Codice della Strada, attraverso il Decreto Legislativo n.285 del 30 aprile 1992, ha stabilito che la sanzione in caso di circolazione senza copertura assicurativa va “da un minimo di 841 euro fino a un massimo di 3.287 euro, con il conseguente sequestro amministrativo del veicolo”. La restituzione avviene dopo il pagamento della sanzione e, soprattutto, dopo la sottoscrizione della regolare polizza assicurativa per il suddetto veicolo.

Come spostare macchina senza assicurazione

Soltanto adesso possiamo rispondere anche al quesito che ha attivato la nostra curiosità. E la risposta è assolutamente positiva. Spostare un veicolo senza assicurazione è una pratica possibile. Come perpetrarla? Il metodo più rapido è quello di affidarsi a un carro attrezzi o a un carrello appendice. Entrambe le soluzioni sono però particolarmente costose (per un tragitto non eccessivamente lungo si avrà una spesa di circa 200 euro). Ecco perché non vanno scartate altre soluzioni che ti stiamo per svelare.

Spostare auto con targa prova

Un’alternativa tradizionale e sempre in auge è il ricorso alla targa prova. Rilasciata a titolari di autofficine e concessionarie previa richiesta agli uffici provinciali della Motorizzazione, permette di spostare il veicolo senza stipulare la polizza RC Auto, che invece risulta essere inglobata proprio dalla targa. L’auto deve essere guidata dal titolare della targa (che va posizionata nella parte posteriore del veicolo) o da un delegato.

L’assicurazione giusta per ogni situazione

Infine si può sempre optare per l’assicurazione, ma senza ricorrere a quella tradizionale. Ormai tutte le compagnie contemplano formule temporanee. Nello specifico si potrebbe addirittura optare per l’assicurazione auto per un giorno, che copre i danni cagionati dalla circolazione del veicolo nell’arco di 24 ore. Ovviamente il suo prezzo è in proporzione più alto rispetto a quello delle polizze tradizionali, ma la spesa vi permetterà di viaggiare sicuri e senza rischi. Se avete bisogno di confrontare le migliori proposte online per questa soluzione e per l’assicurazione standard, affidatevi a noi. Su Quale.it avrete infatti la possibilità di scegliere quella più adatta a voi in tutta tranquillità, con il preventivo gratuito che verrà generato attraverso il nostro form che resterà valido per ben due mesi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Google+: perché cancellare il profilo?

Google+: perché cancellare il profilo? Perché cancellare il proprio profilo da Google+ e come farlo? Dal 2 aprile 2019 Google+ chiude i battenti. Dopo tanti anni in cui il social network di Google ha provato a dare filo da torcere a Facebook, ha finalmente perso la battaglia. Sai che molto probabilmente hai un profilo su

CONTINUA A LEGGERE

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione

Incidenti E-bike: dati, sicurezza, prevenzione L’obiettivo di rendere le strade sicure è ancora lontano dalla sua piena realizzazione. In Italia negli ultimi 17 anni la categoria più penalizzata nella riduzione del tasso di mortalità legata agli incidenti è quella dei ciclisti. Nel 2017 sono state 254 le vittime di sinistri stradali appartenenti alla categoria e

CONTINUA A LEGGERE

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente

Auto a guida autonoma: come funziona per assicurazione e patente L’introduzione della guida autonoma automobili rappresenta una svolta epocale nel settore. L’auto senza conducente corrisponde a una rivoluzione totale nel mondo della mobilità, ma non comporta un taglio definitivo col passato. Sbaglia, infatti, chi ritiene che il guidatore sia sollevato da ogni responsabilità. Per mettersi

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE

Fattura elettronica: cos’è e come funziona

Se hai un’attività, che sia un’azienda, un negozio o una semplice partita Iva, sarai già venuto a conoscenza di questa temibile fatturazione elettronica. Cos’è? Come funziona? Quanto costa? Chi può evitare di emetterla? Fattura elettronica: cosa è La fattura elettronica è stata introdotta con la Finanziaria del 2018 ed è diventata obbligatoria e operativa il

CONTINUA A LEGGERE

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE