Sospensione RC Auto Coronavirus: come funziona la proroga fino al 31 luglio 2020

La conversione in legge del Decreto Cura Italia ha reso ufficiale la sospensione RC Auto fino al 31 luglio 2020. Questa misura è in vigore dal 30 aprile 2020 ed è contenuta nella legge n.27 del 24 aprile 2020. Il lockdown imposto dal Governo per fronteggiare l’emergenza Coronavirus ha reso impossibile l’uso dell’automobile agli italiani. Vediamo in che modo è possibile sospendere la polizza auto, cosa comporta e come riattivarla.

Sospensione RCA auto coronavirus: cos’è

La nuova misura permette di beneficiare della sospensione RC Auto e di riattivarla non oltre il 31 luglio 2020, prorogando la durata del contratto per il numero di giorni in cui è stata applicata la sospensione. La possibilità di ottenere il blocco assicurazione auto è utile per chi è ancora costretto a restare casa. A partire dal 4 maggio 2020, infatti, con l’avvio della Fase 2 sono già molti gli automobilisti ad essere tornati alla guida. Per tutti loro, a dimostrazione di come la misura sia arrivata in ritardo, sarà inutile aderire alla sospensione assicurativa.

Sospensione RC Auto coronavirus: come funziona

La sospensione RC Auto va espressamente richiesta dal contraente alla propria compagnia assicurativa ed è obbligatoria su sua richiesta. In nessun modo, infatti, l’assicurazione può rifiutarsi di accettare la domanda dell’assicurato. La sospensione della copertura assicurativa non può superare la data del 31 luglio 2020 e decorre dal giorno in cui la compagnia ha ricevuto la comunicazione dal cliente. Allo scadere della sospensione, la copertura riprende a decorrere. A quel punto è prorogata per un numero di giorni pari a quelli della sospensione, senza costi aggiuntivi. Per stabilire la nuova scadenza, dunque, si sommano i giorni di sospensione a quelli della precedente data di scadenza. Se la richiesta viene avanzata il 10 maggio, il periodo di blocco fino al 31 luglio sarà di 82 giorni. Questi andranno aggiunti alla data di scadenza originaria della polizza auto che si è deciso di congelare.

Sospensione RC Auto coronavirus: cosa devi sapere

Durante il periodo in cui è in corso la sospensione della polizza auto, il veicolo non può circolare né sostare su una strada pubblica. Come stabilito dal Codice della Strada (art.193 CdS), infatti, il veicolo deve essere collocato in un luogo privato. Durante il periodo di sospensione RCA auto, restano attive le eventuali garanzie accessorie stipulate. Soltanto l’assicurazione Responsabilità Civile Auto è infatti oggetto di sospensione.

La possibilità di sospendere la polizza auto è già prevista da molti contratti di assicurazione. Con la conversione del Decreto Cura Italia, però, l’intestatario del contratto è maggiormente tutelato. In questo caso, infatti, le compagnie assicurative non possono chiedere spese aggiuntive per sospendere o riattivare la polizza. Per saperne di più e risparmiare sulla tua assicurazione auto, visita il nostro sito. Confronta le tariffe delle migliori compagnie e ricevi subito una quotazione. Salva il preventivo gratuito sul pc e fai la tua scelta entro 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione moto conducente diverso dal proprietario: conviene davvero?

Sottoscrivere un’assicurazione moto con conducente diverso dal proprietario è un buon modo per risparmiare sulla polizza RC? Obbligatoria per legge, l’assicurazione responsabilità civile è una delle voci di spesa maggiori per ogni proprietario di un veicolo. Per questo si è sempre alla ricerca di una soluzione per contenerne i costi. Scopriamo cosa succede se intestatario

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto e omicidio stradale: quali sono le conseguenze sulla polizza RCA

L’omicidio stradale è un reato introdotto in Italia attraverso la legge n.41 del 23 marzo 2016. Inserito nell’ordinamento giuridico per fronteggiare un’emergenza, non ha finora contribuito in maniera sensibile a risolverlo. Soltanto nell’ultimo anno rilevato dall’Istat, infatti, gli incidenti stradali in Italia sono stati 172.553 e hanno causato 3.334 decessi. Ancora troppi anche se, ovviamente,

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione inquilino: cos’è e cosa copre

L’assicurazione inquilino è una polizza che garantisce un risarcimento danni completo quando si prende casa in affitto. Si tratta di uno strumento fondamentale per proteggere l’immobile e le parti in causa quando si stipula un contratto di locazione. Vediamo quando è opportuno assicurare casa in affitto, cos’è la RC inquilino e quali sono le differenze

CONTINUA A LEGGERE

Rc professionale infermiere: cos’è e cosa copre

La assicurazione RC professionale infermiere è obbligatoria dal 2014 per gli infermieri e per gli OSS, gli operatori socio-sanitari. È uno strumento indispensabile per tutelare chi lavora come libero professionista, ma anche come dipendente e collaboratore. La RC infermiere protegge l’assicurato dalle eventuali richieste economiche derivanti da un errore o da una negligenza messa in

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Passaggio di proprietà moto: come fare, documenti

Acquistare o vendere una moto usata è il preludio a un’operazione obbligatoria: il passaggio di proprietà moto. Sia che si intenda acquistare la propria due ruote dei sogni o che sia voglia puntare su un modello d’epoca, la sostanza non cambia. Per poter circolare su strada senza incorrere in sanzioni, oltre all’assicurazione RC Moto obbligatoria,

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione infortuni domestici: cos’è e cosa copre

La assicurazione infortuni domestici copre gli infortuni provocati da incidenti capitati in casa e dalle loro conseguenze economiche. La polizza è obbligatoria dall’1 gennaio 2001 e si rivela particolarmente utile per tutelarsi nel proprio ambiente domestico. Chi deve sottoscrivere, cosa si intende e cosa copre la polizza infortuni domestici? Cos’è l’assicurazione infortuni domestici La assicurazione infortuni

CONTINUA A LEGGERE

Viaggi in moto Europa: quali sono le protezioni obbligatorie

Quando si fanno viaggi in moto Europa è fondamentale imparare le regole del paese che si intende visitare. Dopo aver individuato gli itinerari moto Europa da esplorare, dunque, c’è subito una domanda da porsi: quali sono le protezioni per moto da indossare? Le norme variano da paese a paese e sono spesso diverse da quelle

CONTINUA A LEGGERE