Sospensione RC Auto Coronavirus: come funziona la proroga fino al 31 luglio 2020

La conversione in legge del Decreto Cura Italia ha reso ufficiale la sospensione RC Auto fino al 31 luglio 2020. Questa misura è in vigore dal 30 aprile 2020 ed è contenuta nella legge n.27 del 24 aprile 2020. Il lockdown imposto dal Governo per fronteggiare l’emergenza Coronavirus ha reso impossibile l’uso dell’automobile agli italiani. Vediamo in che modo è possibile sospendere la polizza auto, cosa comporta e come riattivarla.

Sospensione RCA auto coronavirus: cos’è

La nuova misura permette di beneficiare della sospensione RC Auto e di riattivarla non oltre il 31 luglio 2020, prorogando la durata del contratto per il numero di giorni in cui è stata applicata la sospensione. La possibilità di ottenere il blocco assicurazione auto è utile per chi è ancora costretto a restare casa. A partire dal 4 maggio 2020, infatti, con l’avvio della Fase 2 sono già molti gli automobilisti ad essere tornati alla guida. Per tutti loro, a dimostrazione di come la misura sia arrivata in ritardo, sarà inutile aderire alla sospensione assicurativa.

Sospensione RC Auto coronavirus: come funziona

La sospensione RC Auto va espressamente richiesta dal contraente alla propria compagnia assicurativa ed è obbligatoria su sua richiesta. In nessun modo, infatti, l’assicurazione può rifiutarsi di accettare la domanda dell’assicurato. La sospensione della copertura assicurativa non può superare la data del 31 luglio 2020 e decorre dal giorno in cui la compagnia ha ricevuto la comunicazione dal cliente. Allo scadere della sospensione, la copertura riprende a decorrere. A quel punto è prorogata per un numero di giorni pari a quelli della sospensione, senza costi aggiuntivi. Per stabilire la nuova scadenza, dunque, si sommano i giorni di sospensione a quelli della precedente data di scadenza. Se la richiesta viene avanzata il 10 maggio, il periodo di blocco fino al 31 luglio sarà di 82 giorni. Questi andranno aggiunti alla data di scadenza originaria della polizza auto che si è deciso di congelare.

Sospensione RC Auto coronavirus: cosa devi sapere

Durante il periodo in cui è in corso la sospensione della polizza auto, il veicolo non può circolare né sostare su una strada pubblica. Come stabilito dal Codice della Strada (art.193 CdS), infatti, il veicolo deve essere collocato in un luogo privato. Durante il periodo di sospensione RCA auto, restano attive le eventuali garanzie accessorie stipulate. Soltanto l’assicurazione Responsabilità Civile Auto è infatti oggetto di sospensione.

La possibilità di sospendere la polizza auto è già prevista da molti contratti di assicurazione. Con la conversione del Decreto Cura Italia, però, l’intestatario del contratto è maggiormente tutelato. In questo caso, infatti, le compagnie assicurative non possono chiedere spese aggiuntive per sospendere o riattivare la polizza. Per saperne di più e risparmiare sulla tua assicurazione auto, visita il nostro sito. Confronta le tariffe delle migliori compagnie e ricevi subito una quotazione. Salva il preventivo gratuito sul pc e fai la tua scelta entro 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE