Sospensione assicurazione auto 2020: tutto quello che devi sapere

È davvero possibile beneficiare della sospensione assicurazione auto nel 2020? Gli effetti dell’emergenza coronavirus hanno colpito anche il settore automotive. Dopo il varo del Decreto Cura Italia, che ha prolungato da 15 a 30 giorni il periodo di tolleranza per contratti fino al 31 luglio, sono al vaglio ulteriori novità. Vediamo di cosa si tratta e quali novità assicurazioni auto attendersi.

Polizza RC Auto 2020: cosa cambia col coronavirus

L’articolo 125 del Decreto Cura Italia (DL n.18 del 17 marzo 2020), ha stabilito la possibilità di estendere da 15 a 30 giorni l’assicurazione auto dopo scadenza. Come stabilisce il comma 2, entro il 30 luglio “il termine entro cui l’impresa di assicurazione è tenuta a mantenere operante la garanzia prestata con il contratto assicurativo fino all’effetto della nuova polizza, è prorogato di ulteriori quindici giorni”. Allo stato attuale la sospensione RC Auto non è dunque possibile. Fino al 31 luglio 2020 le polizze RCA restano valide per 30 giorni dopo la scadenza assicurazione auto. La proroga è valida solo per la polizza Responsabilità Civile e non per le garanzie accessorie. Non è invece possibile procedere alla sospensione assicurazione auto e non pagare la polizza auto.

Sospensione assicurazione auto: cos’è

Con l’approvazione del DL 18/2020 sarà possibile circolare per 30 giorni con l’assicurazione scaduta. Questo privilegio è valido solo per le polizze RC auto e moto con scadenza compresa tra il 21 febbraio e il 30 aprile. Durante questo periodo la compagnia assicurativa è tenuta a mantenere la garanzia prestata. Restano comunque validi i casi in cui è possibile procedere alla sospensione polizza auto. La sospensione polizza assicurazione auto momentanea è prevista da alcune compagnie, a condizione di essere in regola con i documenti e qualora manchino almeno 30 giorni alla scadenza del contratto. Ovviamente esistono differenze sostanziali tra sospendere RC auto e beneficiare del provvedimento introdotto dal Decreto Cura Italia. Con la sospensione, infatti, il veicolo non può circolare. Con l’allungamento del periodo di tolleranza, al contrario, il veicolo può circolare e continua ad essere coperto dall’assicurazione.

Sospensione assicurazione auto 2020: novità

Possibili novità sul tema della sospensione assicurazione auto sono giunte a metà aprile. Un emendamento presentato da M5S consente la sospensione polizza auto, su richiesta dell’assicurato, fino al 31 luglio 2020. Allo stato attuale, infatti, la sospensione può essere attivata solo se prevista dal contratto o se la compagnia assicurativa concede il beneficio. La proposta prevede la sospensione del contratto RCA come aggiuntiva e non sostitutiva di facoltà analoghe già previste dal contratto in favore dell’assicurato. Quest’ultime resterebbero, pertanto, esercitabili. In caso di accettazione della richiesta, inoltre, la durata del contratto verrebbe prorogata per lo stesso periodo della sospensione.

Testo emendamento sospensione assicurazione auto

Questo il testo dell’emendamento presentato in Parlamento: “Su richiesta dell’assicurato possono essere sospesi, per il periodo richiesto dall’assicurato stesso e sino al 31 luglio 2020, i contratti di assicurazione obbligatoria della Responsabilità Civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti. La sospensione opera dal giorno in cui l’impresa di assicurazioni ha ricevuto la richiesta di sospensione da parte dell’assicurato e sino al 31 luglio 2020. Conseguentemente le società assicuratrici non possono applicare penali o oneri di qualsiasi tipo in danno dell’assicurato richiedente la sospensione, e la durata dei contratti è prorogata di un numero di giorni pari a quelli di sospensioni senza oneri per l’assicurato”.

Se hai bisogno di saperne di più sull’assicurazione auto sospendibile o devi rinnovare la tua polizza auto, affidati a noi. Usa il nostro comparatore per trovare le migliori offerte assicurazione auto online, confronta i preventivi e fai la tua scelta entro 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento in forma specifica RC Auto: quando si applica?

Il risarcimento in forma specifica è una particolare clausola contrattuale che si applica anche alle assicurazioni RC Auto. Questo tipo di clausola è facoltativa e non obbligatoria: garantisce sconti a chi decide di inserirla, ma vincola il contraente a rispettare alcuni paletti. Vediamo cosa si intende per risarcimento in forma specifica RCA e cosa cambia

CONTINUA A LEGGERE

Incidente con revisione scaduta: cosa si rischia con l’assicurazione

Circolare con la revisione scaduta è un azzardo che può costare molto caro. Dimenticanza per molti, preoccupante abitudine per altri, questa condotta vale per tutti la stessa sanzione. Con revisione scaduta cosa succede? Ma soprattutto, cosa accade se si incappa in un incidente senza aver sostenuto il controllo periodico? Revisione auto scaduta: art.80 Codice della

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE