Soccorso stradale UnipolSai: come funziona, numero verde

Quando si stipula un’assicurazione auto si ha l’obiettivo di viaggiare sicuri. Una particolare importanza la rivestono allora le garanzie accessorie. Tra le più gettonate c’è l’assistenza stradale, un servizio utile soprattutto a chi viaggia molto e spesso. La polizza assistenza stradale garantisce recupero e traino del veicolo in caso di incidente, evitando quelle spese supplementari che si hanno quando si richiede l’intervento di un carro attrezzi. Di solito le compagnie tendono a stabilire una distanza massima entro quale intervenire. Tra le migliori offerte di assistenza stradale c’è il soccorso stradale UnipolSai.

UnipolSai numero verde

Il numero verde UnipolSai da comporre per richiedere l’assistenza stradale Unipol è l’800 279 279, attivo a qualsiasi ora del giorno. Dall’estero il servizio soccorso stradale UnipolSai è invece fruibile al numero +39 011 65 23 200. Per denunciare un sinistro il numero verde Unipol è invece l’800 99 33 88, gratuito dal lunedì al venerdì (8.30-19) e attivo il sabato dalle 8.30 alle 13.30. Se si è impossibilitati ad utilizzare il telefono, si può accedere al sito www.unipolsai.it e cliccare sulla sezione “Contatti”.

Soccorso stradale UnipolSai: come funziona da app

Il servizio soccorso stradale UnipolSai è utilizzabile anche dall’app UnipolSai scaricabile sul sito ufficiale. Accedendo alla sezione “In caso di necessità” si clicca su “Soccorso auto”. A quel punto si seleziona la targa auto per la quale si necessita di assistenza e si sceglie tra:

  • Incidente stradale
  • Guasto al veicolo

Una volta selezionata la voce in questione, ci si geolocalizza inserendo l’indirizzo presso il quale ci si trova e si verifica il numero di cellulare al quale si intende essere contattati. Cliccando su “conferma” si riceve una notifica che avvisa che la richiesta è stata presa in carico. Nel più breve tempo possibile si viene contattati dal Servizio Assistenza.

Cosa fare in attesa dell’arrivo del carro attrezzi

Nel frattempo si può cliccare su “Aggiungi informazioni” per ricevere un servizio che risponda il più possibile alle esigenze dell’automobilista in panne. A seguito della chiamata col centro operativo vengono comunicati i dati del carro attrezzi e il tempo stimato per il suo arrivo. In poco tempo una nuova notifica informerà sull’effettivo arrivo del carro attrezzi. L’utente può ingannare l’attesa in più modi:

  • Cliccare su “Mostra” e visualizzare gli aggiornamenti in tempo reale sulla mappa
  • Visualizzare il tempo di arrivo stimato
  • Monitorare in tempo reale il percorso del carro attrezzi in avvicinamento.

Se si dovesse uscire inavvertitamente dalla app, basta rientrare, cliccare su “Soccorso auto” e selezionare quella precedentemente effettuata.

Soccorso stradale UnipolSai: come funziona dal sito Unipol

In alternativa al numero verde Unipol e all’app, si può procedere alla richiesta di soccorso stradale UnipolSai direttamente dal sito mobile, disponendo delle credenziali d’accesso. Una volta loggati si accede nella sezione “Azioni rapide” e si clicca su “Soccorso auto”. A seguire bisogna effettuare la stessa procedura fatta con l’app, mentre la notifica di presa in carico della richiesta avviene tramite sms. Lo stesso servizio è accessibile da Google attraverso la ricerca “Carro attrezzo Unipolsai”.

Per aggiungere garanzie accessorie alla RC Auto e scegliere la polizza auto più conveniente, si può visitare Quale.it. Grazie a un comparatore smart e rapido, si metteranno a confronto le migliori offerte assicurazione auto e si potrà ricevere un preventivo gratuito da consultare per i successivi 60 giorni prima della sua convalida.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione donazione casa: cos’è e come funziona

La donazione immobiliare è una delle soluzioni più adottate dagli italiani per trasferire la proprietà di case e altri beni immobiliari quando ancora in vita ai propri eredi. La donazione permette di risparmiare su molti oneri fiscali, al momento della successione ereditaria, ma soprattutto permette di aggiungere delle clausole per i beneficiari. Perché quindi acquistare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE