Soccorso stradale AXA Assistance: come funziona, numero verde

Trovarsi con l’auto in panne nel bel mezzo di un viaggio è un evento che può capitare a chiunque. In casi del genere, per tornare a viaggiare sicuri, la prima cosa da fare è mantenere la calma. Molto dipenderà dal nostro sangue freddo, ma anche dalla assicurazione auto sottoscritta. Se tra le garanzie accessorie previste rientra anche l’assistenza stradale, allora si avrà a portata di mano un valido alleato. Il servizio soccorso stradale AXA Assistance permette di evitare le spese supplementari che si hanno quando si richiede l’intervento di un carro attrezzi. Come funziona e come stipulare Axa assistenza stradale?

Axa Assistance Numero Verde

Il soccorso stradale Axa Assistance è utilizzabile sia dai clienti che da chi non è assicurato con questa compagnia. Per i clienti è attiva tutti i giorni, 24 ore su 24, una centrale operativa. Accanto a questa è presente un’area clienti completa da sfruttare sul sito. Dall’Area Clienti è possibile accedere alla Extranet, riservata ai soli utenti forniti di credenziali. Dalla propria pagina personale si possono verificare la situazione della polizza (data di inizio e scadenza, storico dei pagamenti), denunciare un sinistro o un danno subito. Inoltre è possibile scaricare moduli come attestato di rischio o richieste di rimborso. Chi accede all’area riservata ha una corsia preferenziale e riceve risposte in tempi rapidi via e-mail o telefono.

Axa Soccorso Stradale: come richiedere

Il soccorso stradale Axa Assistance è richiedibile anche dai non assicurati. Chi necessita assistenza stradale Axa può usufruire del servizio di traino a pagamento. Basta comporre il numero verde 800 111 911 e indicare alla Centrale Operativa le seguenti informazioni:

  • Luogo in cui si trova il veicolo fermo
  • Tipo di problema: incidente, guasto meccanico o altro
  • Targa e modello del veicolo
  • Nome, cognome e numero di cellulare del richiedente

In pochi minuti l’operatore individuerà il carro attrezzi più vicino e disponibile ad effettuare il traino. Sarà sempre l’operatore ad aggiornare l’automobilista sul costo (indicativo) del traino – calcolato in base al chilometraggio previsto -, il tempo di attesa stimato e il nome del trasportatore che si farà carico di processare la richiesta. Il servizio soccorso stradale Axa Assistance è disponibile sull’intero territorio nazionale, sulla rete autostradale e in viabilità ordinaria. Non è possibile sfruttare il servizio di traino all’estero.

Un inconveniente in auto può capitare anche all’automobilista più accorto. Che facciate parte della categoria o meno, è importante essere sempre in regola. Tra gli obblighi da rispettare c’è quello dell’assicurazione RC. Per risparmiare sulla polizza auto che si intende sottoscrivere o rinnovare quella in corso, scegli il comparatore di Quale.it. Con pochi semplici passaggi potrai visualizzare le quotazioni delle migliori compagnie online e trovare quella più adatta a te. A quel punto non ti resterà che salvare il preventivo (gratuito) e valutarlo in tutta calma, potendo disporre di 60 giorni di tempo prima di convalidarlo.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

La classifica delle strade italiane più pericolose d’Italia

Quali sono le strade più pericolose d’Italia? Le ultime rilevazioni Istat confermano il Belpaese lontano da standard di sicurezza accettabili. Nel 2019 si sono registrati 172.183 sinistri con lesioni, con un totale di 3.173 vittime entro 30 giorni dall’evento. Nonostante una diminuzione rispetto al passato, e un calo evidente negli ultimi decenni, l’allarme resta rosso.

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione terremoto: cos’è e cosa copre?

Il nostro paese ha una lunga e triste storia di fenomeni sismici, anche disastrosi. I più recenti avvenimenti riguardano quello dell’Aquila nel 2009, quello dell’Emilia nel 2012 e quello del centro Italia tra il 2016 e il 2017 che ha devastato specialmente Lazio, Umbria e Marche. Nonostante la cronaca dolorosa ci ricorda che l’Italia è

CONTINUA A LEGGERE

In moto senza assicurazione: quali rischi si corrono?

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce l’obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile per i veicoli. Nonostante ciò la piaga di auto e moto che circolano senza copertura assicurativa continua ad essere irrisolta. L’ultima rilevazione effettuata da ANIA, relativa al 208, stima in 2,7 i milioni di veicoli sprovvisti di regolare RCA, pari al 6% del

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione donazione casa: cos’è e come funziona

La donazione immobiliare è una delle soluzioni più adottate dagli italiani per trasferire la proprietà di case e altri beni immobiliari quando ancora in vita ai propri eredi. La donazione permette di risparmiare su molti oneri fiscali, al momento della successione ereditaria, ma soprattutto permette di aggiungere delle clausole per i beneficiari. Perché quindi acquistare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

3 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto elettrica o ibrida

Il bonus auto 2020 ha reso ancora più conveniente acquistare un veicolo elettrico o ibrido. L’articolo 74 del Decreto Agosto (104/2020) ha sancito infatti il rifinanziamento degli ecoincentivi auto o bonus auto, introducendo novità per fasce di emissioni. Scegliere un’auto a basso impatto ecologico significa anche risparmiare sul costo della polizza RCA. Vediamo allora come

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze in moto: i controlli da fare prima della partenza

Vivere le vacanze 2020 in sella alla propria moto può essere un’occasione da cogliere al volo. Per molti centauri fino ad inizio giugno è stato praticamente impossibile prendere la propria due ruote. Riaperti i confini regionali e nazionali dopo il lockdown, però, progettare le ferie in moto è diventata un’operazione possibile. A condizione di viaggiare

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze estive 2020 in auto: tutte le proroghe che devi conoscere

L’estate 2020 vedrà molti italiani andare in vacanza in auto. Da sempre le famiglie italiane hanno privilegiato le quattro ruote per le ferie, ma mai come quest’anno la scelta sembra obbligata. L’emergenza coronavirus ha reso più difficoltosi gli spostamenti con i mezzi pubblici e le limitazioni alle frontiere hanno fatto il resto. Durante il lockdown,

CONTINUA A LEGGERE