Sicurezza attiva moto: cosa si intende, dispositivi, costi

Sicurezza attiva moto: cosa si intende, dispositivi, costi

Per sicurezza attiva si intende l’insieme di dispositivi, sistemi e apparati che dovrebbero impedire il verificarsi di un incidente. Si tratta, pertanto, di strumenti di prevenzione dei sinistri. Ormai da anni questa etichetta si è sempre più diffusa tra i centauri. Quando si parla di sicurezza attiva, insomma, ci si riferisce sia alle auto che alle moto. In realtà, volendo ampliare il concetto, sotto questa etichetta rientrano anche freni, luci, pneumatici e ammortizzatori.

Morti in aumento tra i motociclisti

Quanto influisce il corretto funzionamento di questi elementi nella diminuzione degli incidenti? Eccesso di velocità, distrazione, mancato rispetto di semafori e precedenze. Continuano ad essere queste le cause principali degli scontri che avvengono su strada, come rilevato dall’Istat nei dati relativi al 2017 pubblicati il 23 luglio 2018. Di queste concause sono spesso vittime i motociclisti: 735 sono stati i morti lo scorso anno, 11,9% in più rispetto ai dodici mesi precedenti. L’indice di mortalità per la categoria si assesta 1,6. Soltanto i pedoni rischiano di più e si rivelano utenti ancora più deboli.

Gli strumenti più in voga tra le moto

Le aziende costruttrici di moto si stanno adeguando da anni ai nuovi standard. Sebbene siano sempre più leggere, veloci e maneggevoli, nelle due ruote moderne non mancano mai questi dispositivi.

  •         ABS: il sistema di frenata che riduce il rischio di bloccaggio in caso di emergenza. Inoltre evita le cadute su fondi sporchi o dissestati
  •         Controllo di trazione: evita lo slittamento, migliora la guidabilità e governabilità del mezzo, abbassa il rischio del fenomeno dell’aquaplaning. Alcune case lo abbinano all’MSC, l’impianto che controlla le fasi di frenata e accelerazione
  •         Sistemi multi-mappa per il motore: consentono di selezionare tra due o più mappature per la gestione del propulsore, rendendolo più docile e meno potente a seconda delle esigenze del guidatore
  •         Regolazione elettronica delle sospensioni

La guida sicura deve essere l’obiettivo primario per chiunque abbassi la visiera del casco. Le nuove frontiere della comunicazione, come il varo della recente App che “mappa” le buche, non possono bastare da sole. Adottare questi strumenti genera effetti positivi sulla vostra sicurezza. Ma non solo. Una moto solida, sicura e in grado di prevenire situazioni pericolose, rappresenta un ottimo viatico per ottenere una polizza assicurativa conveniente. Se sei alla ricerca dell’assicurazione moto più adatta a te e non sai come risparmiare, affidati a noi. Sul nostro sito potrai visionare le migliori offerte presenti sul mercato e completare così il tuo corredo di sicurezza. Come? Con pochi click: quelli necessari a generare un preventivo gratuito che varrà per 60 giorni e ti permetterà di decidere in tutta calma.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Mete autunnali: dove viaggiare in autunno risparmiando

Mete autunnali: dove viaggiare in autunno risparmiando La fine dell’estate è stato traumatico? Il Natale ci sembra ancora lontano? È il momento ideale per prendersi una piccola pausa e volare fuori città. Andalusia in autunno: verso l’estate Se sei ancora nostalgico della stagione calda appena conclusa, vola verso l’Andalusia, che ti regalerà un clima mite, dal

CONTINUA A LEGGERE

Pressione gomme moto: come regolarla, consigli

Pressione gomme moto: come regolarla, consigli La pressione giusta delle gomme moto è argomento dibattuto tanto tra i piloti esperti quanto dai centauri alle prime armi. Del resto ruota tutto intorno a un argomento di primaria importanza: la sicurezza stradale. Circolare con la pressione pneumatici sbagliata comporta infatti enormi rischi. Qualora questi siano sgonfi si

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene L’assicurazione auto giornaliera è un particolare tipo di polizza prevista da alcune compagnie. La sua attivazione permette di assicurare la propria vettura per 24 ore. Di solito le polizze temporanee partono da un minimo di tre o cinque giorni fino a un massimo di sei mesi,

CONTINUA A LEGGERE

Furto bici: cosa fare, come evitarlo

Furto bici: cosa fare, come evitarlo Ogni anno in Italia vengono rubate 350.000 biciclette. Un dato preoccupante e che, come prevedibile, registra nelle metropoli i suoi picchi massimi, con Roma e Milano che superano i 10.000 furti bicicletta nell’arco dei 12 mesi. In media viene rubato un esemplare ogni due minuti e ritrovare la propria

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE