Scout Speed: cos’è e come funziona

Scout Speed: cos’è e come funziona

Quando si guida un’automobile ci sono obblighi e regole da rispettare. Tra i primi rientrano possesso della patente e stipula di una regolare RC Auto, tra le seconde quelle dettate dal Codice della Strada. In Italia e in Europa esistono norme e, soprattutto, limiti di velocità. Questi ultimi vengono misurati attraverso due dispositivi: Autovelox e Tutor. I primi rilevano la velocità istantanea e ammettono la contestazione immediata della sanzione, i secondi quella media tenuta lungo un determinato tratto di strada. Sebbene nel 2018 questi ultimi siano stati dichiarati per un periodo illegittimi a causa di un’appropriazione indebita del brevetto, il loro utilizzo è tornato ad essere legale e riconosciuto. Come se non bastasse, a questi due telelaser se n’è aggiunto un terzo, chiamato Scout Speed. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Cosa rileva

Scout Speed è un congegno che viene installato all’interno delle auto della Polizia e non è di fatto visibile all’esterno. Le Forze dell’Ordine possono selezionare, attraverso uno schermo touch screen posizionato vicino allo specchietto retrovisore, la velocità da monitorare e non solo. Dotato di raggi infrarossi che garantiscono il suo funzionamento anche nelle ore notturne, il sistema eseguirà il compito sia se la vettura su cui è posto si trova in movimento, sia da ferma, rilevando:

  • Superamento dei limiti di velocità in entrambi i sensi di marcia
  • Regolarità dei documenti del proprietario dell’automobile (revisione e assicurazione auto)
  • Veicoli che non rispettano il divieto di sosta

Multe e ricorsi

Come facilmente deducibile, la contestazione della multa non è immediata in quanto la stessa verrà notificata in un secondo momento a domicilio. La capacità di monitorare infrazioni di natura diversa comporta anche una gamma di multe diverse. L’eccesso di velocità viene sanzionato tra 41 e 3.287 euro, mentre circolare con un’assicurazione scaduta costa decisamente più salato: da un minimo di 840 euro a un massimo equiparabile a quello per la velocità. Per quanto concerne la revisione, le cui regole sono cambiate nel corso del 2018 sia per i possessori di auto sia per le officine autorizzate, si parte da 168 euro e si possono raggiungere i 674.

Prima di effettuare un reclamo, che come per il ricorso autovelox passa attraverso il Giudice di Pace, l’automobilista può richiedere un certificato di taratura, in mancanza del quale la multa è da considerarsi annullata. Per evitare di imbatterti in situazioni spiacevoli, ricorda di guidare con prudenza e con le carte in regola. Come abbiamo visto a determinare le multe peggiori è la mancanza di una regolare assicurazione auto. Sul nostro sito potrai scegliere quella fatta su misura per te confrontando tra le migliori online. Una volta compilati tutti i dati richiesti, verrà generato gratuitamente un preventivo che resterà valido per i successivi due mesi.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Come cancellarsi da Facebook per sempre

Amore e odio per molti, Facebook è il social network più diffuso della Terra eppure non tutti lo amano. C’è chi infatti lo trova solo una perdita di tempo o un posto dove si litiga senza motivo. È in aumento, infatti, il numero di utenti italiani che hanno deciso di disattivare il proprio account definitivamente.

CONTINUA A LEGGERE

Come formattare iPhone? Ecco una guida semplice

Sei costretto a formattare il tuo iPhone? Hai necessità di ripristinare le impostazioni di fabbrica, magari per migliorarne le prestazioni o perché hai avuto un problema? Formattare l’iPhone è molto facile, non è roba da smanettoni e può farlo chiunque. Andiamo al sodo! Formattare l’iPhone: cosa fare prima di procedere La primissima cosa da fare,

CONTINUA A LEGGERE

Cambiare compagnia assicurativa: quando è possibile?

Cambiare compagnia assicurativa: quando è possibile? Quando è possibile cambiare la compagnia assicurativa alla quale ci si è rivolti per sottoscrivere la propria polizza RC Auto? La domanda può apparire banale, ma l’argomento è serio e merita un approfondimento adeguato. L’abolizione del tacito rinnovo contratto, voluta nel 2012 dal Governo Monti, ha infatti generato una

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro

Freni a disco bicicletta: perché sceglierli, pro e contro La loro diffusione ha conosciuto una sensibile impennata negli ultimi anni e ha innescato un dibattito acceso tra gli appassionati. Stiamo parlando dei freni a disco bici, sempre più utilizzati anche tra gli utilizzatori di telai da strada e non soltanto appannaggio dei bikers. Questione di

CONTINUA A LEGGERE

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo

Manutenzione bicicletta in inverno: consigli per proteggerla dal freddo Per i ciclisti che non hanno la fortuna di vivere in posti caldi o quelli particolarmente intolleranti alle temperature rigide, l’inverno è un periodo particolarmente complicato per mantenere rapporti cordiali con la propria due ruote. A maggior ragioni i mesi freddi sono quelli in più è

CONTINUA A LEGGERE

Legge di Bilancio 2019: novità auto

Legge di Bilancio 2019: novità auto La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto importanti novità nel settore auto. L’approvazione alla Camera della legge di stabilità ha infatti confermato buona parte delle voci che si erano succedute nei mesi precedenti. Gli argomenti sulla bocca di tutti sono stati sostanzialmente due: Ecobonus ed Ecotassa. Invece le modifiche

CONTINUA A LEGGERE

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi Italia: terra di mare, sole e cicloamatori. Ma cosa accade quando i mesi caldi terminano e la voglia di pedalare non scema? Anche in inverno sono infatti molti i ciclisti, più o meno esperti, che non perdono il vizio di concedersi una salutare sgambata. A prescindere dal

CONTINUA A LEGGERE