Come risparmiare sulla prima assicurazione moto

In Italia sono quasi sette milioni i motocicli registrati nel PRA. Un numero in costante aumento e che ha in Lombardia, Lazio e Sicilia le regioni con la più alta concentrazione di veicoli motorizzati a due ruote, la cui crescita esponenziale (più del 40% in poco più di due lustri) deve obbligatoriamente accompagnarsi a quella della sicurezza. Basilare diviene allora la stipula di un’assicurazione moto, argomento di grande importanza per i nuovi possessori chiamati, verosimilmente, a sottoscrivere la loro prima polizza.

Quali documenti per la prima assicurazione moto

I documenti richiesti per la stipula di un’assicurazione moto sono i seguenti:

  •  Carta di identità del guidatore
  •  Codice fiscale del guidatore
  •  Libretto di circolazione del veicolo da assicurare
  •  Numero di targa del veicolo oggetto della tutela assicurativa
  •  Attestato di rischio

Classe di merito e ‘sconti’ della Legge Bersani: chi ne può beneficiare?

Vale la pena ricordare che chi stipula la sua prima polizza parte dalla 14esima (su 18 totali) classe di merito, ovvero il “voto” che le compagnie assicurative danno ai conducenti dei veicoli il base al numero degli incidenti provocati. È inoltre utile sapere che se si è causa di un sinistro si retrocede di due classi, mentre se non si provocano incidenti si sale di una classe ogni anno.

Dal 2007, però, grazie all’introduzione della Legge Bersani, è possibile assicurare un veicolo ereditando la classe di merito propria o di un altro membro del nucleo familiare. La normativa si applica solo ed esclusivamente a polizze relative a veicoli della stessa tipologia (da moto a moto e non da auto a moto) e per i membri dello stesso nucleo familiare che possano dimostrare la loro convivenza: ad esempio non è possibile beneficiarne per i figli che si siano già sposati. Nel caso in cui si decidesse di farne ricorso, ai documenti sopra elencati bisognerà aggiungere i seguenti.

  • Carta di identità dell’intestatario della polizza di cui si vuole ereditare la classe di merito
  • Codice fiscale dell’intestatario della polizza di cui si vuole ereditare la classe di merito
  • Stato di famiglia che attesti l’appartenenza dei due guidatori allo stesso nucleo familiare
  • Fotocopia del contratto di assicurazione stipulato

Risparmiare sulla RC Moto con la scatola nera

In supporto dei tanti riders è giunta, il 2 agosto scorso, l’approvazione del DDL Concorrenza, le cui novità permettono di ottenere sconti notevoli sulle proprie assicurazioni. È stato infatti introdotto l’obbligo da parte delle compagnie assicurative di scontare le polizze di quanti provvederanno all’installazione della scatola nera sul proprio mezzo. La norma ha sancito che l’installazione della scatola nera sui veicoli sia gratuita e le spese di montaggio, smontaggio e sostituzione restino a carico dell’assicurazione.

Assicurazione moto sospendibile: per chi non guida tutti i giorni

Un’altra soluzione per risparmiare in maniera consistente è quella di sottoscrivere una RC moto sospendibile. Adatta a chi ha appena comprato la moto e la guida solo per certi periodi, consente di pagare solo per gli effetti mesi di utilizzo, come per esempio quelli estivi con un notevole risparmio nel portafogli.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Carta di circolazione moto: cos’è, come leggerla

“Favorisca patente e libretto”. Quante volte ci è capitato di imbatterci in una frase del genere? Se siete stati guidatori fortunati l’avrete ascoltata magari soltanto in tv, ma se circolate su strada da tanto è inevitabile non essere stati almeno una volta i destinatari della richiesta. I documenti richiesti dalle Forze dell’Ordine nei controlli di

CONTINUA A LEGGERE

Auto per disabili: agevolazioni acquisto, assicurazione e bollo

In Italia ci sono oltre 4,5 milioni di disabili. 160.000 sono invece le patenti B speciali attive, ovvero quelle riservate alle persone affette da handicap e che permettono di guidare auto per disabili. Lo Stato e le singole regioni prevedono diversi aiuti per il loro acquisto. Scopriamo insieme di quali si tratta e come accedervi.

CONTINUA A LEGGERE

Incidente in famiglia: si viene risarciti dall’assicurazione?

Restare coinvolti in un incidente stradale. Una paura recondita per la maggior parte degli automobilisti, una spiacevole circostanza capitata a molti. Una volta valutate le condizioni fisiche e del veicolo e accertate le responsabilità, facendo affidamento sull’assicurazione responsabilità civile obbligatoria per legge, giunge il momento di ricevere l’indennizzo. A questo punto sarà la compagnia assicuratrice

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE

Come proteggere gli animali dai botti

Come proteggere gli animali dai botti I botti, i petardi e i fuochi d’artificio sono frequentissimi durante le feste, specialmente a Capodanno, dove purtroppo fanno danni anche tra le persone. Ogni anno seguiamo il bollettino in tv: ragazzi che perdono dita o perfino interi arti, per il divertimento di una sera. Quello a cui pochi

CONTINUA A LEGGERE

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE