Riscatto polizza vita: come funziona e qual è il suo valore

Chi ha acquistato un’assicurazione vita, si potrebbe dover trovare nella situazione di riscattare la polizza. I motivi possono essere diversi: mancanza di liquidità, cambiamento dell’assetto familiare, problemi finanziari di vario tipo. Pertanto è ben fin da subito, anche prima di firmare il contratto assicurativo, rendersi conto di cosa comporta richiedere un riscatto polizza vita. È fondamentale infatti conoscere da subito i termini del contratto, financo facendo delle simulazioni: sono previste penali? Di che tipo? È possibile procedere al riscatto polizza vita senza problemi?

Polizza vita caso morte, caso vita e mista

Esistono sostanzialmente tre tipi diversi di polizza vita. L’assicurazione caso morte, che risarcisce i propri familiari, rendendoli i beneficiari della polizza, in caso di morte dell’assicurato e che è la più indicata per il cosiddetto capofamiglia, cioè per chi garantisce il sostentamento all’interno della famiglia. L’assicurazione caso vita, invece, impegna la compagnia a riconoscere un capitale (o una rendita, paragonabile alla pensione) nel caso in cui l’assicurato sia ancora in ita alla scadenza del contratto stipulato. Infine, la polizza mista include entrambe le opzioni.

Questa prevede infatti la riscossione del premio se l’assicurato è ancora in vita alla scadenza prestabilita, ma anche il versamento di un capitale, o di una rendita, al beneficiario nel caso si verifichi il decesso dell’assicurato durante il periodo contrattuale. Questa è sicuramente la situazione più completa e sicura, specialmente per i genitori o per chi ha a cuore il sostentamento e il benessere della propria famiglia.

Riscatto polizza vita: quando è possibile e come funziona

Il riscatto della polizza vita, ovvero la possibilità di recedere dal contratto sottoscritto, non è sempre possibile in maniera facile. Poniamo infatti che una persona che abbia stipulato una polizza caso vita abbia bisogno di ottenere la liquidazione anticipata o di riavere indietro il premio versato fino a quel momento. Questa operazione potrebbe essere possibile, ma con le penali definite dal contratto. Questo perché l’essenza stessa dell’assicurazione vita è quella di essere valida fino alla durata prestabilita dal contraente e dalla compagnia.

Quando è possibile quindi fare il riscatto polizza vita? Ci sono alcuni motivi, verificabili, per i quali è possibile però richiedere il riscatto anticipato:

  • il contraente ha dei problemi economici verificabili che gli rendono impossibile pagare il premio assicurativo
  • la polizza non è più necessaria o è possibile stipularne un’altra più efficace, con la stessa compagnia o con un’altra.

A questo punto, basterà inviare la richiesta alla compagnia (possibilmente tramite PEC) e aspettare la risposta. Solitamente la compagnia risponde entro e non oltre i 30 giorni.

Valore di riscatto polizza vita

L’aspetto cruciale nel caso di un riscatto anticipato di una polizza vita è proprio il valore di riscatto. Più ci si avvicina alla scadenza, più è conveniente fare il riscatto. Viceversa, un riscatto polizza vita eccessivamente prematuro potrebbe comportare una penale importante. Nel calcolo del valore si prendono in considerazione gli importi versati e a questi viene applicata la penale, solitamente proporzionale agli anni di anticipo.

Sottoscrivere una polizza vita è un modo sicuro per affrontare le imprevedibilità del quotidiano. Visita il nostro sito per trovare quella più adatta a te confrontando tra le migliori proposte delle nostre compagnie partner.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE