Risarcimento furto moto: come richiederlo

La media annuale delle denunce per furti moto in Italia supera le centomila unità. Un dato che testimonia una certa attenzione dei malviventi nei confronti delle due ruote e che provoca un duplice danno a chi subisce il reato. Oltre alla perdita del veicolo, infatti, si somma il danno economico. Come ottenere allora il risarcimento furto moto? Quali sono le operazioni da compiere subito in caso di furto moto o scooter?

Cosa fare in caso di furto moto

Per ottenere il risarcimento furto moto è indispensabile disporre, accanto all’assicurazione moto standard, una polizza furto o Furto e Incendio. Le operazioni preliminari da compiere quando si resta vittime di furti di moto, invece, sono le seguenti:

  • Denuncia furto moto, presso Polizia o Carabinieri. In questa sede viene redatto un verbale contenente ricostruzione del fatto e descrizione del veicolo
  • Trascrizione della perdita del possesso del veicolo al PRA (Pubblico Registro Automobilistico)
  • Comunicazione alla compagnia assicurativa del furto subito. Questa dovrà contenere il verbale di denuncia redatto dalle Forze dell’Ordine, il certificato di perdita del possesso rilasciato dal PRA e una copia delle chiavi di riserva

Assicurazione furto moto: come ottenere il risarcimento

Il risarcimento furto moto, parziale o integrale, si può ottenere soltanto sottoscrivendo una garanzia assicurativa contro il furto. Trattandosi di una polizza facoltativa, non tutti i centauri provvedono alla sua sottoscrizione. Qualora questa sia attiva, è sufficiente segnalare il furto alla propria compagnia assicurativa entro tre giorni: di persona, tramite A/R o PEC oppure online. I documenti da allegare sono quelli precedentemente indicati, ai quali va aggiunta la copia del certificato di proprietà per i motocicli.

Tempi e valore dell’indennizzo

A questo punto la compagnia verifica la documentazione ricevuta e procede, in presenza della polizza per furto attiva, alla liquidazione del danno. Non esistono tempi stabiliti per legge, ma in mancanza di intoppi si può ragionevolmente ricevere l’indennizzo entro un mese dalla denuncia. Per quanto riguarda l’ammontare dell’indennizzo, questi è in genere pari al valore della moto al momento del furto. Il prezzo è basato sui listini Eurotax ed è inversamente proporzionale all’età del veicolo: più è datato e minore sarà il risarcimento. Sull’importo ricevuto concorrono anche massimali, scoperti, franchigie ed esclusioni previsti dal contratto.

Cosa fare in caso di ritrovamento

In caso di ritrovamento del veicolo, bisogna tornare dal PRA entro 40 giorni e farsi rilasciare il certificato di riacquisto del possesso, da trasmettere subito alla compagnia assicurativa. Se questa ha già provveduto a indennizzare l’assicurato, entra in possesso della proprietà della moto fino alla restituzione del rimborso erogato. Se, invece, l’assicurato non ha ancora ottenuto il risarcimento, ma soltanto il rimborso del premio RC Moto non goduto, non può circolare su strada fino alla sottoscrizione di una nuova polizza.

Disporre di una polizza furto moto o Furto e Incendio è l’unico modo per ottenere presto il risarcimento furto moto. Scopri come risparmiare sulla tua assicurazione moto grazie al nostro comparatore. Confronta le quotazioni delle migliori assicurazioni online e ricevi subito una quotazione gratuita. Hai 60 giorni di tempo per accettare il preventivo o generarne uno nuovo.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE