Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire

Hai stipulato un’assicurazione casa per il tuo immobile di proprietà o per l’appartamento che abiti ed è in affitto? Hai subìto un danno e vuoi richiedere il giusto risarcimento? Scopri qual è l’iter da seguire per chiedere il risarcimento danni assicurazione casa.

Comunica subito con la tua assicurazione

La primissima cosa da fare è denunciare il sinistro alla propria compagnia assicuratrice. Il tempo entro cui fare la denuncia è solitamente di tre giorni. Chiamando il numero verde o l’assistenza clienti si è facilmente guidati all’iter standard di denuncia.

Al momento della denuncia, ti saranno chiesti i dettagli del sinistro. Quando si è verificato? Cos’è? Un danno alla tubatura? Un danno alla tua abitazione causato da un vicino? Un incendio? Se si tratta di un furto, per esempio, è importante inviare quanto prima la denuncia presentata alle autorità e mantenere inalterati i danni provocati dal sinistro (per esempio: effrazione, danni alle finestre), sia perché potrebbero essere coperti da una polizza specifica, ma anche perché è importante stabilire le modalità del sinistro. Segui le indicazioni della tua compagnia assicuratrice per procedere al meglio e rimanere sempre nel giusto, in attesa del perito che sarà inviato dall’assicurazione stessa a valutare il danno.

Assicurazione casa: danno colposo, volontario o accidentale?

Il risarcimento di un danno può essere complicato se c’è il sospetto che il danno sia stato volontario. Le polizze assicurative non coprono ovviamente questo tipo di sinistro perché non accidentale, ma fraudolento. Il danno può quindi essere:
Volontario: cioè provocato volontariamente e di conseguenza non rimborsabile.

Colposo: cioè provocato da un atteggiamento di scarsa attenzione e poca manutenzione.

Accidentale: cioè casuale, involontario, non derivato da incuria o premeditato.

Assicurazione casa: come richiedere il risarcimento

Per richiedere il risarcimento, il danneggiato deve descrivere il danno subìto e bisogna provare la causa diretta tra atteggiamento volontario o negligente del danneggiante, solo in questo sarà possibile passare a un risarcimento.

Il danno patrimoniale può essere di due tipi: si parla di danno emergente quando riguarda l’attuale patrimonio e di lucro cessante quando riguarda la perdita di futuri guadagni (per esempio, un danno causato a un appartamento uso ufficio che quindi, per colpa del danno subìto, non può esercitare la propria attività lavorativa per un dato periodo). Esiste infine il danno non patrimoniale che non è tangibile, ma riguarda la reputazione, danni psicologici e così via.

Facsimile per la domanda di indennizzo

Cosa includere, invece, per la richiesta indennizzo della polizza casa? L’indennizzo, ricordiamo, è diverso dal risarcimento. Quest’ultimo è imposto dalla legge per riparare a un danno ingiusto. L’indennizzo è previsto anche se non viene causato un danno ingiusto per riequilibrare una situazione che potrebbe diventare ingiusta.

  • Spiegare il tipo di danno (danno all’abitazione o danno a terzi).
  • Numero di polizza.
  • Dati del contraente.
  • Data e luogo dove si è verificato il danno.
  • Tipo di abitazione.
  • Se appartamento, segnalare se è stata fatta la denuncia all’amministratore di condominio.
  • Descrizione del danno ed elenco dei beni danneggiati e dati delle persone coinvolti.
  • Eventuali testimoni.

L’assicurazione casa ti tutela e ti fa vivere sereno

Grazie a Quale.it confrontare i preventivi è semplicissimo: in pochi click troverai tutte le migliori offerte sul mercato per la tua polizza casa. Confronta le migliori assicurazioni casa sul nostro sito e tutela il tuo futuro!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Il casco in bicicletta è obbligatorio?

Quando si va in bici è obbligatorio indossare il casco? Chi, almeno una volta nella vita, non si è posto questa domanda. Dal ciclista dell’ultima ora all’automobilista indispettito dai rallentamenti della domenica, il dubbio è lecito. L’argomento è stato spesso dibattuto e sarebbe dovuto essere oggetto di riforma nel Nuovo Codice della Strada. Ad oggi,

CONTINUA A LEGGERE

Cellulare alla guida: aumento delle sanzioni nel 2019

Utilizzare il cellulare alla guida è una cattiva abitudine che riguarda buona parte degli automobilisti. Tra le novità previste dalla riforma del Codice della Strada c’è anche quella che riguarda l’inasprimento delle sanzioni connesse guida con cellulare. L’obiettivo è quello di agire come deterrente contro una prassi pericolosa per sé stessi e per gli altri. Secondo

CONTINUA A LEGGERE

Sospensione assicurazione moto: come fare, come riattivare

Sospendere l’assicurazione Rc obbligatoria è una soluzione interessante per risparmiare. Ideale per chi utilizza un veicolo soltanto in alcuni periodi dell’anno, garantisce un risparmio sul premio annuo. Di fatto questo è spalmato su un arco temporale più lungo. Quali sono i vantaggi principali e gli svantaggi di una polizza sospendibile? Blocco assicurazione moto: cos’è? La

CONTINUA A LEGGERE

Caduta in bici: le 5 cose da fare subito

A chi non è successo almeno una volta nella vita? Una caduta in bici non si nega proprio a nessuno. Che si sia pedalatore improvvisati o campioni del Giro d’Italia, finire a terra quando si pedala è una possibilità da tenere in considerazione. Basta una buca, un restringimento stradale o una frenata improvvisa per rovinare

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Auto senza assicurazione: quali sono le sanzioni?

Guidare un’auto senza assicurazione è un reato punito in più modi. Mettersi alla guida di un veicolo non assicurato costituisce un rischio per sé stessi e per gli altri. Nonostante ciò i casi di automobilisti fermati alla guida senza assicurazione sono in continuo aumento. A questo spiacevole fenomeno si lega direttamente quello delle fughe a

CONTINUA A LEGGERE

Modello 730/2019: l’assicurazione auto è detraibile?

È possibile procedere alla detrazione assicurazione auto sul modello 730/2019? Quando si effettua la dichiarazione dei redditi, ci si trova a fare i conti con spese detraibili e spese deducibili. Tra le prime rientrano anche quelle assicurative. Non tutte sono però detraibili dal 730 o dal Modello redditi persone fisiche. L’assicurazione auto è detraibile? Quando

CONTINUA A LEGGERE

Decurtazione punti patente: eccesso di velocità

Dal 2003 gli automobilisti italiani si trovano alle prese con la patente a punti. Questo meccanismo premia i guidatori virtuosi permettendo loro di guadagnare due punti ogni biennio, fino a un massimo di 30 totali. La base di partenza è di 20 punti e ovviamente si rischia la perdita punti patente quando si commettono infrazioni

CONTINUA A LEGGERE

Vacanze economiche con cane: due mete spettacolari per spendere poco

Vacanze economiche con cane al seguito? Sembra un sogno, un’utopia? Invece può essere realtà! Tutti noi padroni di cani sappiamo quanto sia complicato organizzare un’estate in serenità, senza lasciare Fido a casa. È parte della famiglia e vogliamo portarlo con noi: ma come viaggiare con animali senza spendere una fortuna? Ecco due mete davvero spettacolari per

CONTINUA A LEGGERE