Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire

Hai stipulato un’assicurazione casa per il tuo immobile di proprietà o per l’appartamento che abiti ed è in affitto? Hai subìto un danno e vuoi richiedere il giusto risarcimento? Scopri qual è l’iter da seguire per chiedere il risarcimento danni assicurazione casa.

Comunica subito con la tua assicurazione

La primissima cosa da fare è denunciare il sinistro alla propria compagnia assicuratrice. Il tempo entro cui fare la denuncia è solitamente di tre giorni. Chiamando il numero verde o l’assistenza clienti si è facilmente guidati all’iter standard di denuncia.

Al momento della denuncia, ti saranno chiesti i dettagli del sinistro. Quando si è verificato? Cos’è? Un danno alla tubatura? Un danno alla tua abitazione causato da un vicino? Un incendio? Se si tratta di un furto, per esempio, è importante inviare quanto prima la denuncia presentata alle autorità e mantenere inalterati i danni provocati dal sinistro (per esempio: effrazione, danni alle finestre), sia perché potrebbero essere coperti da una polizza specifica, ma anche perché è importante stabilire le modalità del sinistro. Segui le indicazioni della tua compagnia assicuratrice per procedere al meglio e rimanere sempre nel giusto, in attesa del perito che sarà inviato dall’assicurazione stessa a valutare il danno.

Assicurazione casa: danno colposo, volontario o accidentale?

Il risarcimento di un danno può essere complicato se c’è il sospetto che il danno sia stato volontario. Le polizze assicurative non coprono ovviamente questo tipo di sinistro perché non accidentale, ma fraudolento. Il danno può quindi essere:
Volontario: cioè provocato volontariamente e di conseguenza non rimborsabile.

Colposo: cioè provocato da un atteggiamento di scarsa attenzione e poca manutenzione.

Accidentale: cioè casuale, involontario, non derivato da incuria o premeditato.

Assicurazione casa: come richiedere il risarcimento

Per richiedere il risarcimento, il danneggiato deve descrivere il danno subìto e bisogna provare la causa diretta tra atteggiamento volontario o negligente del danneggiante, solo in questo sarà possibile passare a un risarcimento.

Il danno patrimoniale può essere di due tipi: si parla di danno emergente quando riguarda l’attuale patrimonio e di lucro cessante quando riguarda la perdita di futuri guadagni (per esempio, un danno causato a un appartamento uso ufficio che quindi, per colpa del danno subìto, non può esercitare la propria attività lavorativa per un dato periodo). Esiste infine il danno non patrimoniale che non è tangibile, ma riguarda la reputazione, danni psicologici e così via.

Facsimile per la domanda di indennizzo

Cosa includere, invece, per la richiesta indennizzo della polizza casa? L’indennizzo, ricordiamo, è diverso dal risarcimento. Quest’ultimo è imposto dalla legge per riparare a un danno ingiusto. L’indennizzo è previsto anche se non viene causato un danno ingiusto per riequilibrare una situazione che potrebbe diventare ingiusta.

  • Spiegare il tipo di danno (danno all’abitazione o danno a terzi).
  • Numero di polizza.
  • Dati del contraente.
  • Data e luogo dove si è verificato il danno.
  • Tipo di abitazione.
  • Se appartamento, segnalare se è stata fatta la denuncia all’amministratore di condominio.
  • Descrizione del danno ed elenco dei beni danneggiati e dati delle persone coinvolti.
  • Eventuali testimoni.

L’assicurazione casa ti tutela e ti fa vivere sereno

Grazie a Quale.it confrontare i preventivi è semplicissimo: in pochi click troverai tutte le migliori offerte sul mercato per la tua polizza casa. Confronta le migliori assicurazioni casa sul nostro sito e tutela il tuo futuro!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Trasporto bici in aereo: come fare, condizioni

Trasporto bici in aereo: come fare, condizioni Bicicletta e aereo: un connubio possibile. Il boom dei voli low cost negli ultimi anni ha portato, come conseguenza indiretta, anche l’aumento del numero delle bici imbarcate. I casi sono i più disparati. Escludendo dal novero le formazioni professionistiche che sono chiamate a spostarsi da una nazione (sempre

CONTINUA A LEGGERE

Seggiolini auto: novità 2019, incentivi, regole

Seggiolini auto: novità 2019, incentivi, regole La Manovra 2019 prevede importanti novità sul fronte delle auto e dei trasporti. Nelle misure presenti nella Legge di Bilancio per le infrastrutture e i trasporti, ce ne sono alcune che riguardano anche i bambini. Certo, per loro tutti gli obblighi da automobilisti – a partire dalla sottoscrizione della

CONTINUA A LEGGERE

Verifica pagamento bollo moto: come effettuarla

Verifica pagamento bollo moto: come effettuarla Sommerso dalle scadenze quotidiane ti sei dimenticato di pagare il bollo autoveicoli? O peggio ancora non ricordi se hai eseguito correttamente il versamento? Non perdere la calma, esiste una soluzione per ogni cosa. Il bollo automezzi è una tassa sul possesso che viene destinata alle regioni italiane. La sua

CONTINUA A LEGGERE

Tamponamento a catena e distribuzione delle responsabilità

Tamponamento a catena e distribuzione delle responsabilità Uno degli incidenti più comuni e la cui individuazione delle responsabilità risulta più semplice: il tamponamento. Si tratta infatti della situazione una cui una vettura colpisce con la sua parte anteriore la parte posteriore di quella che la precede. Di chi è la colpa? Secondo il Codice della

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi

Abbigliamento invernale ciclismo: come vestirsi nei mesi freddi Italia: terra di mare, sole e cicloamatori. Ma cosa accade quando i mesi caldi terminano e la voglia di pedalare non scema? Anche in inverno sono infatti molti i ciclisti, più o meno esperti, che non perdono il vizio di concedersi una salutare sgambata. A prescindere dal

CONTINUA A LEGGERE

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione

Trasportare bici in treno: condizioni, prezzi e assicurazione Vivi a pochi metri dalla spiaggia ma da sempre ti affascinano le imprese dei grandi scalatori. Oppure sei nato in montagna e vuoi ristorarti con una bella pedalata sul lungomare. Non preoccuparti, non sei l’unico a dover affrontare certi problemi. In Italia sono infatti molti i ciclisti

CONTINUA A LEGGERE

Anticipo TFR per acquisto auto

Anticipo TFR per acquisto auto L’acquisto di un’auto nuova è una scelta che negli ultimi anni è stata fortemente condizionata dalla crisi economica. Mentre fino ai primi anni del nuovo secolo non erano inconsueti i casi di spese per togliersi uno sfizio, mai come oggi chi si reca da un concessionario lo fa per necessità.

CONTINUA A LEGGERE

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE