Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire

Risarcimento danni assicurazione casa: qual è l’iter da seguire

Hai stipulato un’assicurazione casa per il tuo immobile di proprietà o per l’appartamento che abiti ed è in affitto? Hai subìto un danno e vuoi richiedere il giusto risarcimento? Scopri qual è l’iter da seguire per chiedere il risarcimento danni assicurazione casa.

Comunica subito con la tua assicurazione

La primissima cosa da fare è denunciare il sinistro alla propria compagnia assicuratrice. Il tempo entro cui fare la denuncia è solitamente di tre giorni. Chiamando il numero verde o l’assistenza clienti si è facilmente guidati all’iter standard di denuncia.

Al momento della denuncia, ti saranno chiesti i dettagli del sinistro. Quando si è verificato? Cos’è? Un danno alla tubatura? Un danno alla tua abitazione causato da un vicino? Un incendio? Se si tratta di un furto, per esempio, è importante inviare quanto prima la denuncia presentata alle autorità e mantenere inalterati i danni provocati dal sinistro (per esempio: effrazione, danni alle finestre), sia perché potrebbero essere coperti da una polizza specifica, ma anche perché è importante stabilire le modalità del sinistro. Segui le indicazioni della tua compagnia assicuratrice per procedere al meglio e rimanere sempre nel giusto, in attesa del perito che sarà inviato dall’assicurazione stessa a valutare il danno.

Assicurazione casa: danno colposo, volontario o accidentale?

Il risarcimento di un danno può essere complicato se c’è il sospetto che il danno sia stato volontario. Le polizze assicurative non coprono ovviamente questo tipo di sinistro perché non accidentale, ma fraudolento. Il danno può quindi essere:
Volontario: cioè provocato volontariamente e di conseguenza non rimborsabile.

Colposo: cioè provocato da un atteggiamento di scarsa attenzione e poca manutenzione.

Accidentale: cioè casuale, involontario, non derivato da incuria o premeditato.

Assicurazione casa: come richiedere il risarcimento

Per richiedere il risarcimento, il danneggiato deve descrivere il danno subìto e bisogna provare la causa diretta tra atteggiamento volontario o negligente del danneggiante, solo in questo sarà possibile passare a un risarcimento.

Il danno patrimoniale può essere di due tipi: si parla di danno emergente quando riguarda l’attuale patrimonio e di lucro cessante quando riguarda la perdita di futuri guadagni (per esempio, un danno causato a un appartamento uso ufficio che quindi, per colpa del danno subìto, non può esercitare la propria attività lavorativa per un dato periodo). Esiste infine il danno non patrimoniale che non è tangibile, ma riguarda la reputazione, danni psicologici e così via.

Facsimile per la domanda di indennizzo

Cosa includere, invece, per la richiesta indennizzo della polizza casa? L’indennizzo, ricordiamo, è diverso dal risarcimento. Quest’ultimo è imposto dalla legge per riparare a un danno ingiusto. L’indennizzo è previsto anche se non viene causato un danno ingiusto per riequilibrare una situazione che potrebbe diventare ingiusta.

  • Spiegare il tipo di danno (danno all’abitazione o danno a terzi).
  • Numero di polizza.
  • Dati del contraente.
  • Data e luogo dove si è verificato il danno.
  • Tipo di abitazione.
  • Se appartamento, segnalare se è stata fatta la denuncia all’amministratore di condominio.
  • Descrizione del danno ed elenco dei beni danneggiati e dati delle persone coinvolti.
  • Eventuali testimoni.

L’assicurazione casa ti tutela e ti fa vivere sereno

Grazie a Quale.it confrontare i preventivi è semplicissimo: in pochi click troverai tutte le migliori offerte sul mercato per la tua polizza casa. Confronta le migliori assicurazioni casa sul nostro sito e tutela il tuo futuro!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Mete autunnali: dove viaggiare in autunno risparmiando

Mete autunnali: dove viaggiare in autunno risparmiando La fine dell’estate è stato traumatico? Il Natale ci sembra ancora lontano? È il momento ideale per prendersi una piccola pausa e volare fuori città. Andalusia in autunno: verso l’estate Se sei ancora nostalgico della stagione calda appena conclusa, vola verso l’Andalusia, che ti regalerà un clima mite, dal

CONTINUA A LEGGERE

Pressione gomme moto: come regolarla, consigli

Pressione gomme moto: come regolarla, consigli La pressione giusta delle gomme moto è argomento dibattuto tanto tra i piloti esperti quanto dai centauri alle prime armi. Del resto ruota tutto intorno a un argomento di primaria importanza: la sicurezza stradale. Circolare con la pressione pneumatici sbagliata comporta infatti enormi rischi. Qualora questi siano sgonfi si

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene L’assicurazione auto giornaliera è un particolare tipo di polizza prevista da alcune compagnie. La sua attivazione permette di assicurare la propria vettura per 24 ore. Di solito le polizze temporanee partono da un minimo di tre o cinque giorni fino a un massimo di sei mesi,

CONTINUA A LEGGERE

Furto bici: cosa fare, come evitarlo

Furto bici: cosa fare, come evitarlo Ogni anno in Italia vengono rubate 350.000 biciclette. Un dato preoccupante e che, come prevedibile, registra nelle metropoli i suoi picchi massimi, con Roma e Milano che superano i 10.000 furti bicicletta nell’arco dei 12 mesi. In media viene rubato un esemplare ogni due minuti e ritrovare la propria

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE