Rimborso premio assicurativo: quando si può richiedere?

Il rimborso premio assicurativo è un diritto che appartiene ad ogni contraente di una polizza RC Auto. Quando si rescinde un contratto si può infatti ottenere dalla compagnia il rimborso della parte di premio non goduto. Scopriamo in quali casi e come richiedere il rimborso del premio della RC auto pagato ma non usufruito e cosa fare quando si compra un nuovo veicolo.

Cos’è il premio assicurativo

Per premio assicurativo si intende la somma in denaro versata dal titolare della polizza per beneficiare della copertura assicurativa. Si tratta dunque di una quota da corrispondere obbligatoriamente per disporre dell’assicurazione RC Auto obbligatoria per legge. Il premio RC Auto non è fisso e varia in base a una serie di fattori, tra i quali spiccano:

  • Età del contraente
  • Luogo di residenza
  • Classe di merito
  • Formula di guida
  • Garanzie accessorie presenti nel contratto RC Auto

Tutti questi fattori determinano il rischio di un cliente di restare coinvolto in un sinistro stradale. Il premio è quindi il risultato della somma di queste variabili. Vediamo quando è possibile richiedere il rimborso premio pagato e non goduto.

Rimborso premio assicurativo: come funziona

Il rimborso premio assicurativo si può chiedere in tre casi:

  • Vendita
  • Rottamazione
  • Furto

Al verificarsi di una di queste tre circostanze il cliente ha diritto al rimborso premio RC Auto non goduto. La compagnia presso cui è stata stipulata la polizza, calcola la cifra sulla base del periodo residuo. Il calcolo viene fatto in proporzione all’intervallo temporale che resta fino alla scadenza del contratto. La somma finale viene poi stornata della quota relativa alle imposte e al contributo obbligatorio al SSN.

Rimborso premio assicurativo per vendita

In caso di vendita del veicolo assicurato, il contraente della polizza è tenuto a presentare alla compagnia il passaggio di proprietà. Attraverso questo atto dimostra di non essere più in possesso del veicolo e ha diritto al rimborso premio non goduto assicurazione auto.

Rimborso premio assicurativo per demolizione

In caso di cancellazione dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA), bisogna invece presentare alla propria compagna il certificato di demolizione. Questo documento viene rilasciato da chi si occupa dello smaltimento del veicolo: demolitore o concessionaria. Il rimborso premio assicurativo non goduto, in questo caso, viene calcolato dal giorno immediatamente successivo alla data indicata sul certificato.

Rimborso premio assicurativo per furto

Per ottenere il rimborso del premio assicurativo in caso di furto, il documento da presentare è la denuncia effettuata alle Forze dell’Ordine. Il periodo per determinare il premio da rimborsare viene calcolato dal giorno seguente alla denuncia fino alla scadenza del contratto. Non si ha diritto al rimborso del premio (o delle rate già pagate) relativo alla garanzia Furto e Incendio.

In tutti i casi il rimborso si opera in mancanza di trasferimento della garanzia su un altro veicolo. Si ha diritto al rimborso premio assicurativo se, alla sospensione del contratto, non abbia fatto seguito la riattivazione. Una volta ottenuto il rimborso, se si acquista un altro veicolo si parte dalla classe di merito più alta (CU 14), a meno di ereditarla tramite Legge Bersani o Rc Auto Familiare.

Per risparmiare sull’assicurazione auto, visita il nostro sito e confronta le migliori offerte online. Genera gratuitamente tutti i preventivi di cui hai bisogno per fare la tua scelta e inizia subito a risparmiare.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione vita: cosa accade in caso di suicidio

Le assicurazioni sulla vita servono a tutelare sé stessi e i propri cari nei momenti difficili. Sul mercato esistono quattro tipi di polizza vita: caso morte, caso vita, assicurazione mista e polizza vita intera. Cosa accade, però, in caso di suicidio? Esiste una assicurazione vita suicidio? Per capire come agiscono le compagnie assicurative davanti a

CONTINUA A LEGGERE

Polizza vita o fondo pensione: quale scegliere, come risparmiare

Garantire serenità e stabilità economica ai propri familiari. Una necessità per tanti, una scelta che passa attraverso due strade: polizza vita o fondo pensione. Quali sono le differenze e quale scegliere in base alle proprie esigenze? Polizza vita e fondo pensione: cosa sono L’assicurazione vita è un contratto attraverso il quale il contraente assicura un

CONTINUA A LEGGERE

Polizza caso morte a vita intera: cos’è e come funziona

Le polizze assicurative vita servono a salvaguardare i nostri cari in caso di eventi accidentali. Tra queste l’assicurazione vita caso morte ha il compito di tutelare il patrimonio qualora si debba fare a meno di una fonte di reddito importante. Scelta da una grande quantità di assicurati, la polizza vita caso morte è disponibile in

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Passaggio di proprietà moto: come fare, documenti

Acquistare o vendere una moto usata è il preludio a un’operazione obbligatoria: il passaggio di proprietà moto. Sia che si intenda acquistare la propria due ruote dei sogni o che sia voglia puntare su un modello d’epoca, la sostanza non cambia. Per poter circolare su strada senza incorrere in sanzioni, oltre all’assicurazione RC Moto obbligatoria,

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione infortuni domestici: cos’è e cosa copre

La assicurazione infortuni domestici copre gli infortuni provocati da incidenti capitati in casa e dalle loro conseguenze economiche. La polizza è obbligatoria dall’1 gennaio 2001 e si rivela particolarmente utile per tutelarsi nel proprio ambiente domestico. Chi deve sottoscrivere, cosa si intende e cosa copre la polizza infortuni domestici? Cos’è l’assicurazione infortuni domestici La assicurazione infortuni

CONTINUA A LEGGERE

Viaggi in moto Europa: quali sono le protezioni obbligatorie

Quando si fanno viaggi in moto Europa è fondamentale imparare le regole del paese che si intende visitare. Dopo aver individuato gli itinerari moto Europa da esplorare, dunque, c’è subito una domanda da porsi: quali sono le protezioni per moto da indossare? Le norme variano da paese a paese e sono spesso diverse da quelle

CONTINUA A LEGGERE