Rientro dalle ferie: come gestire il cane dopo le vacanze

Il rientro dalle ferie è uno dei momenti più odiati dagli italiani. Dopo settimane di relax, sotto l’ombrellone o al fresco dalla montagna, bisogna riabituarsi alla routine quotidiana. Per chi possiede un animale domestico il rischio è doppio. Se non si è deciso di fare le vacanze con animali e non si è abituati a viaggiare con il cane, inevitabilmente il nostro amico a quattro zampe avrà fatto altrove le ferie. Come avrà vissuto il distacco e come si comporterà al nostro rientro? Non sono rari i casi di stress e comportamenti “strani” dopo le vacanze. Ecco perché non bisogna allarmarsi e gestire al meglio il cane dopo le vacanze.

Sintomi stress cane

Nel cane i sintomi di stress da rientro dalle ferie si manifestano in diversi modi. Se è stato lasciato a pensione in una struttura o da un dog sitter, l’animale domestico ha inevitabilmente modificato le proprie abitudini. Diversamente dai gatti, infatti, i cani riescono ad adattarsi meglio alle nuove situazioni, ma hanno comunque bisogno di un po’ di tempo per riappropriarsi dei propri spazi. Tra i segnali di disagio si possono annoverare:

  • Iperattività: le pensioni tendono a “viziare” i nostri animali. La carica accumulata durante questo periodo, può sfociare in desiderio di muoversi di più. Difficilmente, insomma, il nostro animale domestico sarà felice di sostare a lungo sul pavimento o sul divano
  • Nervosismo: il nostro cane potrebbe sentire di aver “perso qualcosa” e, di conseguenza, risultare più irritato e irritabile del solito
  • Tristezza: per un breve periodo anche il vostro cane è stato in vacanza. Sebbene lontano da voi, è stato abituato a divertirsi con i suoi nuovi amici. Al rientro un po’ di nostalgia sarà più che naturale e giustificata
  • Difficoltà nel riconoscere i propri spazi: il cane non fa più i bisogni nei suoi posti abituali? Non c’è da preoccuparsi. Basta prendere il guinzaglio e riportarlo sui “luoghi del delitto” per fargli ritrovare presto i propri odori
  • Dipendenza: dopo le vacanze, appena tornato a casa, il cane può incontrare difficoltà a restare solo e risultare particolarmente affettuoso. Nulla di strano, basti pensare che fino a poche ore prima è stato a stretto contatto con i suoi simili e costantemente coccolato da chi se ne è preso cura

Vacanze animali: rimedi contro lo stress

Come abbiamo visto, dunque, dopo il rientro dalle ferie nessuna variazione comportamentale è allarmante. Chi non ha fatto le vacanze con il cane, dovrà capire che lo stress per il rientro dalle ferie riguarda anche il suo animale. Come porre rimedio? Basta non perdere la calma e dedicare un po’ di tempo al miglior amico dell’uomo. Il cane andrà gradualmente riabituato alle sue routine. Se nei primi giorni è particolarmente irrequieto, bisogna dedicargli un po’ di tempo in più, impiegandolo tra passeggiate, corse nei parchi e giochi. Il cane assorbe dal padrone i suoi stati d’animo: un padrone rilassato favorirà il ritrovato equilibrio del suo animale domestico.

Se si teme che lo stato di agitazione del cane possa sfociare in comportamenti pericolosi, come un morso o un tentativo di fuga, ci si può tutelare in anticipo. Come? Sottoscrivendo sul nostro sito un’assicurazione animali per le scorribande e per i danni provocati dal proprio animale domestico.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE