Revisione auto obbligatoria con targa prova

Revisione auto obbligatoria con targa prova

Avete mai sentito parlare di “targa prova”? Si tratta semplicemente di una targa utilizzabile per i veicoli che circolano su strada allo scopo di soddisfare alcune esigenze particolari. Queste possono consistere in prove tecniche, sperimentali o costruttive, dimostrazioni o trasferimenti, ma anche per ragioni di vendita o di allestimento. La targa, il cui colore di fondo è bianco, è composta da due caratteri alfanumerici, dalla lettera “P” e da cinque caratteri alfanumerici. Il colore dei caratteri e della lettera “P” è nero.

Targa prova e assicurazione

Rilasciata (con validità annuale) dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti attraverso gli Uffici Provinciali della Motorizzazione, la targa di prova deve obbligatoriamente essere coperta da assicurazione per la responsabilità civile verso terzi e, nella prassi comune, ne è possibile la collocazione anche su veicoli già immatricolati scoperti da RC Auto ovvero per i quali non sia stata corrisposta la tassa automobilistica.

Le sentenze della Cassazione sulla targa prova

Cosa accade, invece, per quanto riguarda la revisione? L’utilizzo della targa di prova non esonera l’intestatario dell’automobile dall’obbligo della revisione periodica. In caso contrario questi verrà sanzionato, come determinato dalla Cassazione in due sentenze distinte. L’ammenda amministrativa non potrà essere inferiore ai 148 euro né superiore ai 594 euro. Tale sanzione è raddoppiabile in caso di revisione omessa per più di una volta. Nessuna norma del Codice della Strada, ha spiegato la Corte Suprema, autorizza la circolazione con un veicolo non revisionato potenzialmente pericoloso per gli altri utenti della strada. Anche se provvisto di targa prova, in ottemperanza all’articolo 98 del CdS, utilizzata per collaudi e prove tecniche, il mezzo dovrà necessariamente essere sottoposto a revisione.

Compara le migliori polizze RCA per risparmiare sulla targa prova

Stabilito che la targa prova non copre la revisione auto, è ora il caso di capire chi può richiederla. Si tratta di fabbriche costruttrici di veicoli a motore e di rimorchi, di carrozzerie e di pneumatici (e i loro rispettivi rappresentanti o agenti di vendita), Università ed Enti pubblici e privati di ricerca che effettuano sperimentazioni su veicoli, esercenti di officine di autoriparazione e aziende che si occupano del trasferimento su strada di mezzi non immatricolati. Se il tuo profilo rientra tra questi, allora è il caso di cercare la migliore assicurazione della targa prova presente sul mercato. Potrai così “recuperare” quello che non hai risparmiato sulla revisione affidandoti a una polizza vantaggiosa e adatta alle tue esigenze.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Incidente con concorso di colpa: chi paga?

L’incidente con concorso di colpa è uno dei casi più comune di sinistro stradale. Si tratta della circostanza in cui non si rintraccia un solo responsabile e i colpevoli sono entrambi i guidatori dei veicoli coinvolti. Una volta capito cosa fare in caso di incidente, giunge il momento di muoversi con la assicurazione auto. Vediamo

CONTINUA A LEGGERE

Carta di circolazione moto: cos’è, come leggerla

“Favorisca patente e libretto”. Quante volte ci è capitato di imbatterci in una frase del genere? Se siete stati guidatori fortunati l’avrete ascoltata magari soltanto in tv, ma se circolate su strada da tanto è inevitabile non essere stati almeno una volta i destinatari della richiesta. I documenti richiesti dalle Forze dell’Ordine nei controlli di

CONTINUA A LEGGERE

Auto per disabili: agevolazioni acquisto, assicurazione e bollo

In Italia ci sono oltre 4,5 milioni di disabili. 160.000 sono invece le patenti B speciali attive, ovvero quelle riservate alle persone affette da handicap e che permettono di guidare auto per disabili. Lo Stato e le singole regioni prevedono diversi aiuti per il loro acquisto. Scopriamo insieme di quali si tratta e come accedervi.

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE

Come proteggere gli animali dai botti

Come proteggere gli animali dai botti I botti, i petardi e i fuochi d’artificio sono frequentissimi durante le feste, specialmente a Capodanno, dove purtroppo fanno danni anche tra le persone. Ogni anno seguiamo il bollettino in tv: ragazzi che perdono dita o perfino interi arti, per il divertimento di una sera. Quello a cui pochi

CONTINUA A LEGGERE

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE