Revisione auto: nuove regole dal 31 marzo 2019

Tra le tante novità auto e moto 2019 c’è anche quella riguardante la revisione veicoli. Accanto agli incentivi alla mobilità sostenibile e ai deterrenti all’inquinamento, previsti sotto forma di Ecobonus ed Ecotassa introdotte nella Legge di Bilancio, è stata aggiornata anche la disciplina riguardante il collaudo tecnico da effettuare periodicamente. Non si tratta, in realtà, di una vera e propria novità. L’entrata in vigore dell’aggiornamento delle regole era infatti prevista per il 20 maggio 2018, ma è stata successivamente posticipata. Solo dal 31 marzo 2019, pertanto, cambia la normativa revisione auto.

Revisioni auto: cosa cambia

L’aggiornamento si è reso necessario recependo le direttive dell’Unione Europea per contrastare le frodi nella compravendita dei veicoli usati. Sotto la lente d’ingrandimento c’è infatti il chilometraggio delle automobili usate. L’obiettivo è quello di evitare che questo venga ribassato artificialmente per generare un profitto indebito ai danni del nuovo acquirente. Per impedirlo viene introdotto il certificato di revisione.

Certificato di revisione: cos’è

Il certificato di revisione viene rilasciato da centri e officine autorizzate, ACI e Motorizzazione. Al suo interno sono contenuti i seguenti dati:

  •         Luogo e data del controllo tecnico
  •         Numero e targa del telaio controllato
  •         Categoria del veicolo
  •         Lettura del contachilometri
  •         Eventuali carenze individuate
  •         Livello di gravità delle carenze
  •         Risultato del controllo tecnico
  •         Data prevista per il successivo controllo
  •         Nome di chi ha espletato le verifiche
  •         Firma o dati identificativi dell’ispettore responsabile del controllo

Al termine del controllo tecnico il documento viene consegnato all’intestatario dell’auto. Successivamente viene trasmesso al Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. Infine viene reso pubblico e consultabile sul Portale dell’Automobilista, dopo aver inserito il tipo di veicolo da controllare e la relativa targa.

Revisione auto: scadenze

Non cambiano invece i termini scadenza revisione auto. Come stabilito dall’articolo 80 del Codice della Strada, queste vengono fissate in:

A fronte di una reimmatricolazione di un veicolo già immatricolato in un altro Stato dell’Unione Europea, il certificato rilasciato da questo Stato viene riconosciuto nel nuovo solo tenendo conto della frequenza dei controlli prevista da quest’ultimo. Il certificato resta valido anche in caso di passaggio di proprietà del veicolo se è stato rilasciato un attestato di controllo tecnico periodico.

Revisioni auto: costi, multe

A incidere sul costo della revisione è soprattutto il posto in cui si decide di effettuarla. Presso la Motorizzazione Civile costa 45 euro, mentre da un meccanico specializzato si spende intorno ai 65 euro. Circolare senza essere in regola con la revisione comporta una multa da 168 a 674 euro col raddoppio della sanzione amministrativa in caso di recidiva. Inoltre sul libretto di circolazione viene applicata la dicitura “sospeso”. Ciò significa che l’automobile non può circolare fino a quando non sarà in regola con il collaudo. Se davanti a un nuovo controllo delle Forze dell’Ordine il veicolo risulta ancora sospeso, il proprietario viene sanzionato con una multa da 1.950 a circa 8.000 euro. La vettura viene inoltre sottoposta a fermo amministrativo per tre mesi.

Non se la passa meglio neppure chi prova ad aggirare la legge circolando con una revisione falsa. Se accertata, infatti, a suo carico scatta una sanzione amministrativa di 1.700 euro.

Ricorda che la revisione è solo uno degli obblighi della tua carriera da driver. Sia che tu sia un automobilista che un motociclista, devi infatti essere in regola con l’assicurazione obbligatoria per legge. Sul nostro sito potrai fare la scelta migliore e più conveniente. Confronta le offerte online e scegli quella che più ti interessa, dopo aver ricevuto un preventivo gratis valido 60 giorni.

 

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Incidente con concorso di colpa: chi paga?

L’incidente con concorso di colpa è uno dei casi più comune di sinistro stradale. Si tratta della circostanza in cui non si rintraccia un solo responsabile e i colpevoli sono entrambi i guidatori dei veicoli coinvolti. Una volta capito cosa fare in caso di incidente, giunge il momento di muoversi con la assicurazione auto. Vediamo

CONTINUA A LEGGERE

Carta di circolazione moto: cos’è, come leggerla

“Favorisca patente e libretto”. Quante volte ci è capitato di imbatterci in una frase del genere? Se siete stati guidatori fortunati l’avrete ascoltata magari soltanto in tv, ma se circolate su strada da tanto è inevitabile non essere stati almeno una volta i destinatari della richiesta. I documenti richiesti dalle Forze dell’Ordine nei controlli di

CONTINUA A LEGGERE

Auto per disabili: agevolazioni acquisto, assicurazione e bollo

In Italia ci sono oltre 4,5 milioni di disabili. 160.000 sono invece le patenti B speciali attive, ovvero quelle riservate alle persone affette da handicap e che permettono di guidare auto per disabili. Lo Stato e le singole regioni prevedono diversi aiuti per il loro acquisto. Scopriamo insieme di quali si tratta e come accedervi.

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Scarpe ciclismo: guida alla scelta

Che siate pedalatori dell’ultima ora, cicloamatori incalliti o professionisti dello stare in sella, le scarpe da ciclismo sono un dettaglio fondamentale per le vostre uscite. Se non siete d’accordo, vi basterà indossarne un paio per cogliere la differenza. Se per il primo approccio, a seconda della due ruote che si sceglie, può andar bene anche

CONTINUA A LEGGERE

Rivalsa RC Auto: quali condotte la fanno scattare

La rivalsa è il rischio più grande per ogni assicurato. Inserita in ogni contratto di responsabilità civile auto, stabilisce il diritto della compagnia assicurativa di richiedere al contraente un risarcimento per gli importi liquidati a causa di un sinistro la cui responsabilità è a lui riconducibile. Ciò avviene quando si riscontrano condizioni particolari, quali il

CONTINUA A LEGGERE

Come proteggere gli animali dai botti

Come proteggere gli animali dai botti I botti, i petardi e i fuochi d’artificio sono frequentissimi durante le feste, specialmente a Capodanno, dove purtroppo fanno danni anche tra le persone. Ogni anno seguiamo il bollettino in tv: ragazzi che perdono dita o perfino interi arti, per il divertimento di una sera. Quello a cui pochi

CONTINUA A LEGGERE

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe

Piste ciclabili: quando sono obbligatorie, divieti, multe C’è chi si lamenta perché ne incontra raramente e chi per il loro fondo spesso sconnesso. Stiamo parlando delle piste ciclabili, quelle lingue di sede stradale riservate al traffico dei velocipedi. Particolarmente diffuse e utilizzate nel Nord Italia, latitano al Centro e al Sud costringendo i ciclisti di

CONTINUA A LEGGERE