Revisione auto, dal 20 maggio 2018 si cambia

Revisione auto, dal 20 maggio 2018 si cambia

Revisione auto, si cambia. Dal 20 maggio 2018 gli automobilisti italiani si troveranno a fare i conti con un’importante novità che li riguarderà ogniqualvolta si troveranno a sostenere il controllo tecnico (obbligatorio a distanza di quattro anni dalla prima immatricolazione e ogni due anni a partire dalla seconda) del proprio veicolo. Con l’obiettivo di uniformarsi alle direttive dell’Unione Europea, infatti, mutano le regole relative alla revisione auto e moto. Come e perché? Ve lo spieghiamo noi.

Perché cambiano le regole sulla revisione auto

La svolta si è resa necessaria soprattutto per combattere le frodi nella compravendita delle vettura usate. Armonizzare i controlli a livello continentale, come stabilito dalla Direttiva europea 2014/45 (“ciascuno Stato membro provvede affinché i veicoli immatricolati nel suo territorio siano sottoposti a un controllo periodico da parte di centri autorizzati”) contribuirà infatti ad evitare che vengano reimmesse sul mercato automobili con chilometraggi falsati.

Una prassi, quest’ultima, che permette ai venditori di ottenere un maggior guadagno ai danni di ignari acquirenti. Per chi verrà scoperto a manomettere chilometri sono previste “sanzioni effettive, proporzionate, dissuasive e non discriminatorie”.

Come cambiano le regole sulla revisione auto: il certificato di revisione

Detto delle scadenze, ricordiamo che eludere le regole sulla revisione auto e girare con un veicolo non sottoposto alla stessa, comporta una multa da 168 a 674 euro col raddoppio della sanzione amministrativa in caso di recidiva. La principale novità introdotta a partire dal 20 maggio 2018 risponde al nome di certificato di revisione. Tale documento viene rilasciato  da centri e officine autorizzate, ACI e Motorizzazione. Verrà in seguito consegnato all’intestatario dell’auto e trasmesso al Ministero delle Infrastrutture. Solo in una fase successiva sarà reso pubblico e consultabile sul Portale dell’Automobilista dopo aver inserito il veicolo da controllare e la relativa targa. Questi i dati che deve contenere necessariamente.

  •         Numero e targa del telaio
  •         Luogo e data in cui è stato effettuato il controllo
  •         Categoria del veicolo
  •         Carenze individuate e livello di gravità
  •         Lettura del contachilometri
  •         Risultato finale del controllo tecnico
  •         Generalità di chi ha eseguito le verifiche e dati identificativi del responsabile del controllo
  •         Data prevista per il controllo successivo

Revisione e assicurazione: attenzione alle scadenze

Inoltre è importante conoscere alcune informazioni supplementari. Se un veicolo immatricolato in uno Stato straniero viene reimmatricolato in Italia, il certificato rilasciato avrà validità tenendo della frequenza dei controlli previsti nel Belpaese. Discorso simile in caso di passaggio di proprietà: la validità del certificato di revisione si mantiene solo se l’attestato di controllo tecnico periodico risulta in regola. Se il countdown per la prossima revisione macchina è agli sgoccioli, allora vi suggeriamo di controllare anche le altre scadenze relative alla vostra automobile. Tra queste merita sempre particolare attenzione quella dell’assicurazione auto. Per completare il corredo della sicurezza è opportuno restare sempre aggiornati sulle migliori offerte e scegliere quella più adatta alla vostre esigenze. Sul nostro sito sarà possibile farlo generando un preventivo gratuito e senza impegno valido 60 giorni.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Polizza vita mista: cos’è, quanto dura

Quale polizza vita scegliere? Quanto costa un’assicurazione sulla vita? Sempre più compagnie consigliano ai loro clienti la polizza vita mista.  Quando si parla di assicurazioni sulla vita, si distingue solitamente tra: Polizza caso vita Polizza caso morte Assicurazione mista Scopriamo come funziona e quali sono i vantaggi di una polizza mista e perché è sempre

CONTINUA A LEGGERE

Preventivo assicurazione auto senza targa: come ottenerlo?

È possibile ottenere un preventivo assicurazione auto senza targa? La risposta è affermativa, ma ci sono alcuni limiti di cui tener conto. La targa auto è infatti uno dei dati fondamentali quando si deve calcolare un preventivo RC Auto. Senza conoscere il numero di targa auto o moto, dunque, diventa impossibile identificare il veicolo che

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto giornaliera: quanto costa?

Assicurare il proprio veicolo soltanto per un giorno? Con l’assicurazione auto giornaliera è possibile. Questa soluzione permette di avere la copertura assicurativa per 24 ore. Si tratta di una polizza RCA temporanea che è particolarmente indicata in alcune occasioni. Scopriamo quali sono, quando conviene e quanto costa. Cos’è l’assicurazione auto giornaliera L’assicurazione auto giornaliera è

CONTINUA A LEGGERE

Mutuo prima casa giovani: come richiedere le agevolazioni

Il mutuo prima casa giovani è un finanziamento a tasso agevolato legato alla condizione personale o lavorativa. Attraverso questo istituto lo Stato agevola fiscalmente categorie con contratti di lavoro atipici o precari, ma non solo. Tramite questi fondi di garanzia, accessibili in via preferenziale a persona appartenenti a specifiche classi sociali o in possesso di

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Protezioni moto: quali sono obbligatorie?

Quello delle protezioni moto è un tema particolarmente dibattuto tra i centauri. Quella tra look e sicurezza dovrebbe essere una sfida impari, eppure non sono pochi i motociclisti (soprattutto dell’ultima ora) che sembrano preferire un outfit di grido sacrificando la propria incolumità. Con i pericoli della strada, però, non si scherza. Le 687 vittime nel

CONTINUA A LEGGERE

Come pagare il bollo auto online: la procedura

È possibile pagare il bollo auto online? Il bollo automezzi è la tassa automobilistica che grava su tutti i proprietari di un veicolo. Il versamento va effettuato ogni anno, indipendentemente dall’utilizzo o meno di auto o moto. Si tratta infatti di un contributo legato al possesso e non all’utilizzo del bene. Come si corrisponde e

CONTINUA A LEGGERE

Cambio domicilio: come e dove farlo, documenti

Hai bisogno di fare un cambio domicilio e non sai come fare? Pensi di dover affrontare la stessa trafila che spetta al cambio di residenza? Niente paura. Vediamo come funziona il cambio di domicilio. Residenza e domicilio differenza Prima di tutto è importante definire la differenza tra domicilio e residenza. Entrambi sono descritti dal Codice

CONTINUA A LEGGERE

Città più pericolose del mondo: classifica, come viaggiare sicuri

Viaggiare è uno tra gli hobby più gettonati dagli italiani. Chi si può permettere un weekend o una vacanza, magari all’estero, non può non tenere conto di una classifica: quella delle città più pericolose del mondo. Si tratta di un ranking che confronta abitanti e numero di omicidi, restituendo un indice di pericolosità in percentuale.

CONTINUA A LEGGERE