Rendita vitalizia: cos’è? Come funziona?

La rendita vitalizia può essere un modo per rimpinguare la pensione. Molti italiani, già da anni, scelgono la rendita vitalizia come forma di pensione complementare. È un modo infatti per mettere da parte del denaro, farlo fruttare e ottenerlo indietro allo scadere del contratto. Come funziona?

Rendita vitalizia: cos’è

Per rendita si intende un contratto che obbliga il soggetto a versare periodicamente del denaro in favore di un beneficiario. In Italia il Codice Civile individua due tipi di rendita: vitalizia (se la sua durata coincide con la vita del beneficiario) o perpetua (e dunque può estendersi oltre la vita del soggetto che versa i contributi, rendendone possibile il godimento anche ai suoi eredi). La rendita può essere gratuita o a titolo oneroso. Nel caso di una rendita vitalizia assicurativa, cioè di fatto di una polizza vita, la rendita è a titolo oneroso.

La polizza in caso di vita infatti significa che la compagnia assicuratrice si impegna a riconoscere un capitale o una rendita nel caso in cui l’assicurato sia in vita alla scadenza del contratto.

Rendita vitalizia assicurativa: come funziona

La rendita vitalizia assicurativa è giocoforza a titolo oneroso. L’assicurazione vita ha l’obiettivo di proteggere l’assicurato e i suoi cari da eventi che possono riguardarne la vita ma soprattutto nel caso di perdita dell’autosufficienza. Altre polizze, invece, possono anche non riguardare eventuali sinistri: si chiamano polizze rivalutabili. I versamenti annui dell’assicurato vengono rivalutati e versati in una gestione previdenziale separata, costituendo di fatto una pensione integrativa e una sicurezza economica negli anni a venire, utile quindi non solo per i lavoratori dipendenti, ma anche per i professionisti autonomi.

Questo tipo di rendita, sempre a seconda delle compagnie assicuratrici e della loro offerta, può essere di tipo immediato (rendita vitalizia immediata) o differita (rendita vitalizia differita). Nel primo caso, pagando un premio unico, l’assicurato ha da subito diritto a una rendita vitalizia per tutta la vita, rivalutabile annualmente. Nel secondo caso la rendita inizia a essere erogata dalla fine del contratto o alla scadenza del periodo di differimento.

A chi è consigliata la polizza vita?

A tutti coloro che hanno persone care da tutelare, soprattutto per chi ha preso impegni economici nel medio lungo termine, come mutui o finanziamenti, che non vuol far pesare sulla famiglia in caso di sua premorienza e a chi vuole avere un futuro sicuro e sereno.

Richiedere un preventivo è molto semplice: basta compilare gratuitamente il questionario e ottenerlo con un semplice clic. Non solo è gratuito, ma è anche senza impegno!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Mete autunnali: dove viaggiare in autunno risparmiando

Mete autunnali: dove viaggiare in autunno risparmiando La fine dell’estate è stato traumatico? Il Natale ci sembra ancora lontano? È il momento ideale per prendersi una piccola pausa e volare fuori città. Andalusia in autunno: verso l’estate Se sei ancora nostalgico della stagione calda appena conclusa, vola verso l’Andalusia, che ti regalerà un clima mite, dal

CONTINUA A LEGGERE

Pressione gomme moto: come regolarla, consigli

Pressione gomme moto: come regolarla, consigli La pressione giusta delle gomme moto è argomento dibattuto tanto tra i piloti esperti quanto dai centauri alle prime armi. Del resto ruota tutto intorno a un argomento di primaria importanza: la sicurezza stradale. Circolare con la pressione pneumatici sbagliata comporta infatti enormi rischi. Qualora questi siano sgonfi si

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene

Assicurazione auto per un giorno: vantaggi, a chi conviene L’assicurazione auto giornaliera è un particolare tipo di polizza prevista da alcune compagnie. La sua attivazione permette di assicurare la propria vettura per 24 ore. Di solito le polizze temporanee partono da un minimo di tre o cinque giorni fino a un massimo di sei mesi,

CONTINUA A LEGGERE

Furto bici: cosa fare, come evitarlo

Furto bici: cosa fare, come evitarlo Ogni anno in Italia vengono rubate 350.000 biciclette. Un dato preoccupante e che, come prevedibile, registra nelle metropoli i suoi picchi massimi, con Roma e Milano che superano i 10.000 furti bicicletta nell’arco dei 12 mesi. In media viene rubato un esemplare ogni due minuti e ritrovare la propria

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma

Constatazione amichevole: come compilarla, chi la firma È uno dei vocaboli con i quali si inizia a familiarizzare ancor prima di diventare automobilisti, eppure non tutti hanno chiaro cosa significhi. La constatazione amichevole di incidente è il modulo che offre una visione completa di ciò che avviene sulla scena del sinistro. Il suo nome corretto

CONTINUA A LEGGERE

Chi è il contraente di una polizza assicurativa?

Chi è il contraente di una polizza assicurativa? Domanda banale? Forse no. In ambito assicurativo è bene non dare mai nulla per scontato ed essere certi di conoscere il giusto lessico. Chi è il contraente di una polizza assicurativa? E cambia qualcosa tra contraente, beneficiario e assicurato? E come? Scopriamolo insieme. Contraente di una polizza:

CONTINUA A LEGGERE

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento

Incidente auto all’estero: come ottenere il risarcimento Durante le vacanze o sporadicamente per lavoro, sono diversi gli automobilisti italiani a circolare su strade straniere. Tra gli effetti di un costante mini-esodo c’è anche quello, indesiderato, degli incidenti. Cosa accade se si rimane coinvolti in un sinistro al di fuori dei confini nazionali? Quali sono i

CONTINUA A LEGGERE