RCA familiare e Legge Bersani: quali sono le differenze?

Tra le più attese auto novità 2020 c’è l’introduzione della RCA familiare. In vigore dal 16 febbraio 2020, questo provvedimento estende i benefici della Legge Bersani assicurazione auto. Vediamo in cosa consiste la RC Auto familiare e quali sono le differenze con la Legge 40/2007.

Cos’è la RCA Familiare

La modifica dell’art. 134 del Codice delle Assicurazioni Private (CAP) ha introdotto la RCA familiare. Questo provvedimento ampia i privilegi della Legge Bersani sull’ereditarietà della classe di merito. Tramite la RC familiare, infatti, i membri di uno stesso nucleo familiare possono ereditare la migliore classe di merito legata a un altro veicolo, a condizione che la proprietà di questo appartenga a un componente della stessa famiglia.

RCA Familiare e Legge Bersani: analogie

Fin qui non cambia nulla tra RCA Familiare e Legge Bersani. Anche il nuovo provvedimento, dunque, si applica quando il proprietario del veicolo a cui trasferire la classe di merito è lo stesso oppure è un familiare convivente. A far fede, in entrambi i casi, è lo Stato di Famiglia. Inoltre sia Legge Bersani che Rc Familiare è applicabile soltanto alle polizze attive.

RCA Familiare e Legge Bersani: cosa cambia

La prima differenza sostanziale che riguarda RCA Familiare e Legge Bersani riguarda la tipologia di polizza. Nella 40/2007 la ereditabilità della classe di merito riguardava soltanto le nuove polizze. La RC Familiare, invece, estende questo beneficio anche ai rinnovi polizza auto. L’unica condizione per trasferire la CU, in questo caso, è l’assenza di sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria negli ultimi cinque anni, sulla base delle risultanze dell’attestato di rischio. Ciò significa che, possedendo due veicoli entrambi già assicurati, in occasione della scadenza della polizza si può usufruire della classe di merito più vantaggiosa presente in famiglia a condizione che il veicolo da assicurare risulti senza sinistri in attestato di rischio.

La seconda e ancora più grande differenza riguarda invece la tipologia di veicoli che possono godere del provvedimento. Nella Legge Bersani la trasmissione della CU è consentita soltanto per veicoli della stessa tipologia: da auto ad auto o da moto a moto. Con la RCA Auto familiare, invece, si può ereditare la classe di merito anche per veicoli appartenenti a tipologie differenti, come ad esempio da auto a moto e viceversa.

Infine è utile ricordare che si può beneficiare della RCA familiare più di una volta. Non sono infatti previsti limiti di applicabilità, a condizione di rispettare ogni volta i requisiti richiesti dalla normativa. Per saperne di più e per risparmiare sulla tua prossima assicurazione auto, visita il nostro sito. Il nostro comparatore ti guiderà alla scelta della migliore polizza RC Auto possibile. Inserisci i tuoi dati e le tue preferenze e ricevi subito le quotazioni delle nostre compagnie assicurative partner. Salvale sul tuo pc e decidi, entro 60 giorni, se accettare il preventivo gratuito.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE