assistenza@quale.it
  06 9480 8090
  339 995 7510
  facebook messenger

Quali sono le vaccinazioni obbligatorie gatto?

Nelle prime settimane di vita, i gatti sono protetti dal latte materno, che fornisce non solo nutrimento ma anche i primissimi anticorpi. Il problema ce la poniamo subito dopo l’allattamento: quando è il momento per iniziare le vaccinazioni e quali sono quelle obbligatorie?

Cosa è un vaccino?

Il vaccino è una preparazione artificiale in grado di fornire all’animale un’immunità acquisita nei confronti di virus o batteri e prevenire quindi patologie anche molto pericolose. Fornire la giusta protezione al proprio cucciolo è quindi un gesto di responsabilità e d’amore. In campo veterinario, ci si riferisce alle linee guida della World Small Animal Veterinary Association (WSAVA) per protocolli standard in tutto il mondo.

Vaccini obbligatori gatto: quali sono?

Come per il cane, non esistono dei vaccini realmente obbligatori per i gatti. Il gruppo di studio per le linee guida vaccinali della WSAVA raccomanda di vaccinare tutti i gatti, se possibile. Questo protegge, infatti, il singolo animale e fornisce anche la cosiddetta “immunità di popolazione”, che aiuta a combattere le epidemie di malattie infettive.

Le vaccinazioni caldamente raccomandate di base, i vaccini “core”, sono:

  • Parvovirosi felina (FPV)
  • Calicivirosi felina (FCV)
  • Rinotracheite da herpes virus felino di tipo 1 (FHV-1)

Inoltre, laddove il virus della rabbia è endemico, la vaccinazione è considerata “core”, anche quando non è espressamente richiesto dalla normativa vigente.

Vaccini non obbligatori per il gatto

A discrezione del veterinario, possono essere fatti altri vaccini non di base, come per esempio quello che protegge dalla leucemia felina (FeLV), solitamente trasmessa da gatti infetti tramite la saliva. Nessun allarmismo. Di solito è una vaccinazione che si può richiedere per un gatto abituato a stare in giro, in un ambiente dove ci sono altri gatti non vaccinati. L’ultima parola, insomma, spetta sempre al veterinario.

Quando vaccinare il gatto

La primissima cosa da fare quando si ha un cucciolo (che sia un trovatello o un regalo) è rivolgersi a un bravo veterinario. Il dottore sarà il primo che, con competenza e avendo cura del benessere dell’animale, saprà spiegarvi l’iter necessario per le vaccinazioni. Lo stesso vale per un gatto trovatello ma già adulto. La primissima cosa è recarsi da un veterinario che lo visiterà per accertarsi del suo stato di salute e, quindi, verificarne l’idoneità ai vaccini.

Il primo vaccino di base, polivalente (parvovirosi, calicivirosi e rinotracheite), deve essere somministrato tra le 6 e le 8 settimane di vita fino a 16 settimane di età o più. I richiami nell’adulto sono raccomandati a 6 mesi o a 1 anno di età a completamento della prima serie vaccinale, quindi ogni 3 anni.

Vaccinare è un atto di amore

Anche se la normativa italiana non prevede un obbligo di legge, ci teniamo a sottolineare l’importanza del vaccino nel gatto. Proteggere il micio di casa è una nostra responsabilità e anche per questo è fondamentale rivolgersi a un veterinario di fiducia. Un aiuto a sostenere i costi delle visite o delle operazioni impreviste può arrivare dalle polizze assicurative specifiche per gli amici a quattro zampe: un ottimo modo per avere tutto sotto controllo e vivere serenamente il quotidiano!

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Vacanze in moto: le mete per il Nord Italia

Vacanze in moto: le mete per il Nord Italia Ce n’è per tutti i gusti. Se avete sofferto per mesi in ufficio e non ne potete più di vedere scendere la pioggia da dietro la finestra, potete tirare un sospiro di sollievo. Si preannuncia un’estate calda, pronta ad appagare la vostra sete di moto. Rimasta

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione camper: cos’è e come funziona

Assicurazione camper: cos’è e come funziona Ad ogni veicolo la sua assicurazione. Il camper, ad esempio, rappresenta un vero e proprio stile di vita ed è una passione che coinvolge quasi sei milioni di italiani. Per viaggiare sicuri a bordo di questo mezzo, è tuttavia obbligatorio munirsi di una polizza adeguata. Sceglierla non è un’impresa

CONTINUA A LEGGERE

Partire con il gatto: cosa sapere prima di partire

Le fusa quando andiamo a letto, i grattini e le coccole che pretende, le feste – tutte feline –  quando rientriamo a casa: il nostro micio sa essere un compagno di vita insostituibile. Quando arrivano le vacanze, però, cosa fare? Portarlo con noi o no? Ecco ciò che devi sapere prima di partire in vacanza

CONTINUA A LEGGERE

Perché scegliere il noleggio auto a lungo termine

Perché scegliere il noleggio auto a lungo termine Pensato per le aziende, diffuso tra i privati. Il noleggio a lungo termine è tra i trend topic del mercato automobilistico italiano. La formula offre la possibilità di disporre di un’auto nuova per un lungo periodo senza sobbarcarsi costi di gestione e manutenzione. Come? Stipulando, attraverso una

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine Utilizzare l’automobile solo quando serve davvero e pagarla a consumo. Se il car sharing, pratica introdotta in Italia da pochi anni e diventata subito prassi, ha aperto una strada, il noleggio a lungo termine appare pronto a solcarla. Di cosa si tratta? Nato come servizio per le aziende, che se

CONTINUA A LEGGERE

Eccesso di velocità: quali effetti sulla assicurazione auto?

Eccesso di velocità: quali effetti sulla assicurazione auto? Sei appena stato multato per eccesso di velocità e vuoi sapere se ci saranno ripercussioni anche sul premio della tua assicurazione auto? Allora questo è il posto giusto per te! Come saprai, il codice stradale italiano non prevede un unico limite di sicurezza su strada. A determinarlo

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione auto aziendale: cos’è e come funziona

Nel mare magnum delle assicurazioni auto trovano una loro collocazione anche le polizze riservate ai veicoli aziendali. Questa particolare tipologia è riferita a contratti su vetture possedute, a titolo di proprietà o di leasing, dalle aziende per i propri dipendenti. L’assicurazione auto aziendale solleva quindi il fruitore dall’onere del pagamento, che spetterà all’impresa proprietaria del

CONTINUA A LEGGERE