Prestito per spese mediche: come funziona e chi può richiederlo

Il prestito per spese mediche è un finanziamento utile per affrontare costi legati alla salute della persona. Questo tipo di finanziamento può essere utilizzato per diverse tipologie di cure mediche. Vediamo come ottenere un prestito cure mediche, quali sono le condizioni da soddisfare e le caratteristiche di questa forma di credito.

Prestito per spese mediche: cos’è

Un prestito per spese mediche è un finanziamento che serve per sostenere esami medici, interventi chirurgici o visite di controllo. Non sempre chi ha necessità di sottoporsi a questi accertamenti ha una disponibilità economica sufficiente per sostenerli. I prestiti per spese mediche intervengono proprio per coprire questa eventualità. I prestiti medici possono essere finalizzati o personali. I primi si possono sottoscrivere presso strutture o cliniche convenzionate. In questo caso la somma viene subito riconosciuta alla clinica e il cliente paga le rate del prestito secondo quanto previsto dal piano di ammortamento. I prestiti personali possono essere stipulati anche online e prevedono l’erogazione diretta sul conto corrente della somma necessaria per sostenere le cure. La somma richiesta deve rientrare nei criteri di finanziamento stabiliti per il prestito.

Prestito per spese mediche: tipologie e caratteristiche

Ma quali sono i prestiti per cure mediche che vengono generalmente concessi? I casi più frequenti riguardano:

  • Interventi chirurgici
  • Cure dentistiche
  • Trattamenti di chirurgia estetica
  • Sedute fisioterapiche o riabilitative
  • Spese per assistenza a persone malate o non autosufficienti

Per ottenere un prestito per spese mediche non servono requisiti specifici. Tuttavia, in alcuni casi, serve dimostrare la propria affidabilità nei pagamenti. Serve dunque un reddito certo e una posizione del richiedente che confermi la sua affidabilità finanziaria. Essendo il prestito spese mediche erogato da istituti finanziari o banche, fa fede la storia creditizia del richiedente. In caso di trascorsi problematici, legati a insolvenze o ritardi nei pagamenti, si riducono le possibilità di vedersi concessa la richiesta.

Prestito per spese mediche: come richiedere

Le garanzie da presentare per ottenere un prestito per spese mediche sono poche, ma imprescindibili. Chi richiede un prestito spese mediche deve essere maggiorenne e avere un reddito in grado di coprire le spese delle rate. In questo modo l’istituto finanziario può verificare l’affidabilità del richiedente. Lavoratori dipendenti e pensionati possono fare richiesta anche tramite la cessione del quinto. Questo tipo di prestito personale, che consiste nell’erogazione di un quinto dello stipendio ricevuto, accelera l’iter per ottenere il via libera.

La richiesta va presentata direttamente alla banca o istituto finanziario al quale ci si intende rivolgere. Per avere un’idea più chiara sui preventivi e sulle offerte attualmente presenti sul mercato, visita il nostro sito. Ti basterà inserire sul comparatore di Quale i tuoi dati per visualizzare subito le migliori proposte di prestito online con tassi esclusivi. Richiedi un prestito e riceverai in 24 ore il parere di fattibilità da parte della finanziaria.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE