Polizza vita o fondo pensione: quale scegliere, come risparmiare

Garantire serenità e stabilità economica ai propri familiari. Una necessità per tanti, una scelta che passa attraverso due strade: polizza vita o fondo pensione. Quali sono le differenze e quale scegliere in base alle proprie esigenze?

Polizza vita e fondo pensione: cosa sono

L’assicurazione vita è un contratto attraverso il quale il contraente assicura un evento riguardante la sua vita, come ad esempio la morte o l’invalidità. I fondi pensione sono invece forme di previdenza integrativa. Versando un certo capitale e sommandolo ai rendimenti ottenuti nel tempo, si genera una pensione integrativa da affiancare a quella pubblica.

Differenze

Tramite la sottoscrizione di un’assicurazione sulla vita, dunque, il contraente paga un premio annuo e la compagnia assicurativa si fa carico di pagare una somma al verificarsi dell’evento riguardante la vita del suo assicurato. Il fondo previdenza, invece, permette di costruire una pensione integrativa tramite una contribuzione volontaria alla quale si sommano i rendimenti ottenuti dall’investimento delle somme versate. Risulta utile sapere che il fondo pensionistico, in rendita o in capitale, viene riscosso soltanto una volta raggiunti i requisiti per l’ottenimento della pensione pubblica. Fondo pensione e polizza vita si affiancano al sistema pensionistico pubblico nella creazione del sistema previdenziale italiano. La differenza tra questi due strumenti è però netta: nei fondi pensione la funzione previdenziale è certa, mentre nelle polizze sulla vita dipende dalla tipologia di contratto, che possono prevedere o meno l’impignorabilità.

Polizza vita e fondo pensione: chi può sottoscriverli

Fondo pensione e polizza vita hanno entrambe finalità previdenziali. Tutte le forme di previdenza integrativa sono indicate a chiunque non sia già pensionato, indipendentemente dal suo impiego e dall’età. Pertanto possono affidarsi a questa forma di previdenza tutti i tipi di lavoratori (siano essi dipendenti, autonomi o liberi professionisti), i titolari di un reddito diverso da quello di lavoro, ma anche gli studenti e i minori. Per quanto riguarda le polizze vita, invece, molto dipende dall’età e dallo stile di vita del contraente. In base ad entrambi si può orientare la scelta tra i diversi tipi di assicurazione vita.

Vantaggi e svantaggi

Sia fondi pensione che polizze vita hanno il vantaggio dell’impignorabilità delle somme assicurate. Ciò che viene accumulato negli anni dagli aderenti, non può essere toccato. Per quanto riguarda il modello 730/2020 o Unico, invece, le polizze vita beneficiano della detraibilità IRPEF dei premi versati, fissata al 19%. I fondi pensionistici sono invece deducibili entro il limite massimo di 5.164,57 euro.

Sottoscrivere un’assicurazione sulla vita è il modo migliore per affrontare con serenità gli imprevisti del quotidiano. Visita il nostro sito e clicca su uno dei link proposti per sbarcare sulla pagina di richiesta preventivo. A questo punto ti basterà compilare gratuitamente il questionario, inserendo le informazioni richieste. Potrai scegliere il capitale da investire la durata, tra formula costante e formula variabile.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE