Consigli utili per risparmiare sulla polizza vita

Una polizza vita rappresenta un investimento sul futuro. Coprire le eventualità più sfortunate significa infatti proteggere sé stessi e i propri cari. Stipulare un’assicurazione sulla vita serve a mettere a disposizione dei beneficiari una somma di denaro in caso di decesso. Inoltre le polizze assicurative vita tutelano i figli fino al raggiungimento dell’indipendenza economica e i cari in caso di mutuo acceso. Qual è la migliore polizza vita, come sceglierla e come risparmiare?

Polizze vita: quali sono

Non esiste una sola tipologia di polizza vita. Le assicurazioni sulla vita si distinguono in:

Differenze polizza vita

La polizza caso vita è un’assicurazione vita che prevede, alla scadenza, la corresponsione di un capitale o un vitalizio. A beneficiarne possono essere il contraente o un’altra persona indicata nel contratto. L’assicurazione caso morte, invece, prevede il pagamento di una somma a una persona terza se il contraente viene a mancare durante la durata del contratto. Se la polizza va a scadenza, invece, la compagnia assicurativa non è tenuta a corrispondere nulla. La polizza vita mista, infine, è un’assicurazione versatile che implica il pagamento di una somma sia in caso di decesso che di permanenza in vita del contraente.

Come scegliere la polizza vita

Come osservato le assicurazioni vita sono diverse. Individuare quella più adatta alle proprie esigenze non è semplice, ma una volta fatto sarà possibile risparmiare. Sulla decisione pesano diverse variabili:

  • Età
  • Rischio da preservare
  • Capitale da investire
  • Durata dell’investimento

Chi sceglie un’assicurazione vita non può trascurare nessuno di questi aspetti. La necessità di garantire un futuro migliore, o almeno sereno, ai propri cari, va messa a confronto con elementi oggettivi. Sul piatto della bilancia vanno posti pro e contro di ogni polizza sulla vita.

Assicurazione vita: vantaggi e svantaggi

Per quanto riguarda una polizza vita, inoltre, si distingue in capitale differito, rendita differita e rendita immediata. Il capitale differito fa sì che il contraente riceva il capitale investito (con interessi maturati) alla scadenza della polizza; la rendita differita fa sì che chi sottoscrive riceve una rendita che parte dalla fine del contratto. La rendita immediata, infine, prevede il versamento del premio in una soluzione unica: a partire da ciò il contraente riceve una rendita di durata limitata o vitalizia.

Sintetizzando, una polizza caso vita può essere indicata a chi ha un’età superiore ai 50 anni e un buono stipendio. La polizza vita rappresenta un investimento di medio o breve periodo con risultati garantiti. La polizza caso morte, invece, è consigliata per chi ha un’età anche inferiore ai 40 anni, figli non ancora indipendenti e una famiglia da proteggere. Se si è giovani si ha una lunga aspettativa di vita e il premio da pagare sarà minore. La polizza vita mista, infine, è indicata per chi non ha problemi economici, ha più di 40 anni e vuole proteggere la sua famiglia: qualora resterà in vita alla scadenza sarà lui a beneficiarne, altrimenti i beneficiari non sarebbero obbligati a continuare a versare i premi.

Il miglior consiglio per risparmiare sulla polizza vita è quello di affidarsi alla comparazione online. Basta rispondere al questionario presente sul nostro sito e scegliere capitale e durata. Si riceverà in cambio un preventivo gratuito e valutabile in 60 giorni: sottoscriverlo equivarrà a proteggere al meglio la vostra famiglia.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Assicurazione professionale ingegneri: le 5 cose da sapere

La Riforma delle Professioni (D.P.R. 137/2012 del 7 agosto 2012) ha introdotto l’obbligo di assicurazione professionale ingegneri. La normativa, entrata in vigore il 13 agosto 2013, dispone che la Rc professionale ingegneri sia obbligatoria per tutti gli iscritti all’Ordine degli Ingegneri. L’obbligo assicurazione professionale ingegneri vale anche per le società tra professionisti. Assicurazione ingegneri: come

CONTINUA A LEGGERE

Documenti passaporto elettronico: quali sono

Fare le vacanze all’estero è una soluzione scelta da molte famiglie italiane. Prenotare in anticipo la vacanza permette di risparmiare e viaggiare sicuri, evitando spiacevoli sorprese come l’overbooking. Preparare le valigie e studiare le mappe, però, non sono gli unici accorgimenti da prendere. Se la meta non fa parte dell’Unione Europea, bisogna muoversi in anticipo.

CONTINUA A LEGGERE

Incidente in area privata: chi deve pagare?

In caso di incidente in area privata l’assicurazione paga? Giù la maschera: almeno una volta nella nostra carriera da automobilisti ci siamo trovati a porci la domanda. Aree di sosta, parcheggi, giardini, cortili: ogni posto è una potenziale fonte di sinistri. Come bisogna comportarsi se si resta vittime di incidenti stradali in aree private? Chi

CONTINUA A LEGGERE

Passaggio di proprietà auto per decesso: come fare

Ereditare un veicolo per volontà del defunto rientra nei nostri diritti. Qual è la procedura per effettuare il passaggio di proprietà auto per decesso? In caso di auto intestata a defunto, gli ereditari devono presentare il verbale di pubblicazione del testamento redatto dal notaio. L’accettazione eredità auto va fatta entro 6 mesi dalla morte, davanti

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Città più pericolose del mondo: classifica, come viaggiare sicuri

Viaggiare è uno tra gli hobby più gettonati dagli italiani. Chi si può permettere un weekend o una vacanza, magari all’estero, non può non tenere conto di una classifica: quella delle città più pericolose del mondo. Si tratta di un ranking che confronta abitanti e numero di omicidi, restituendo un indice di pericolosità in percentuale.

CONTINUA A LEGGERE

Risarcimento furto auto: come richiederlo e documenti necessari

Una cattiva abitudine che non passa mai di moda. I furti d’auto in Italia tornano ad aumentare. Secondo le statistiche diffuse dal Ministero dell’Interno, nel 2018 sono state 105.239 le macchine rubate, con una crescita del 5,2% rispetto all’anno precedente. Ottenere il risarcimento furto auto è possibile, mentre non sempre è facile tornare in possesso

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione moto: quali sono le garanzie accessorie migliori?

Quando si sottoscrive una polizza RC Moto è possibile aggiungere delle ulteriori coperture assicurative. Le garanzie accessorie servono a tutelare l’assicurato da tutti i casi che restano scoperti dalla RC obbligatoria. Intervengono quando si verificano danni non coperti da questa, garantendo il regolare indennizzo al contraente. Scegliendo di abbinarle all’assicurazione auto o moto obbligatoria, il

CONTINUA A LEGGERE

Assistenza stradale Zurich Connect: come funziona, contatti

Ricevere un soccorso immediato quando si rimane con l’auto in panne. Quando si manifesta uno degli spettri più temuti da ogni automobilista, bisogna restare lucidi. Richiedere un pronto intervento è il secondo passo da compiere. Avendo aggiunto la polizza assistenza stradale all’assicurazione RC auto, questo tipo di aiuto sarà gratuito. Tra le compagnie che offrono

CONTINUA A LEGGERE