Polizza tutela legale: cosa copre, come funziona

La polizza tutela legale è una delle garanzie accessorie della RC Auto più gettonate del momento. A suggerirne la sottoscrizione è la disciplina introdotta dalla Legge n.41 del 23 marzo 2016, che prevede il reato di omicidio stradale. Tramite le polizze accessorie l’automobilista si tutela contro una serie di imprevisti che non sono coperti dall’assicurazione RC obbligatoria. Come funziona l’assicurazione tutela legale e quando interviene?

Cos’è l’assicurazione tutela legale

La polizza tutela legale è una garanzia accessoria che interviene per coprire le spese da sostenere per contenziosi legali. Quando a seguito di un sinistro bisogna avvalersi di un avvocato e sostenere spese legali, scatta la tutela legale assicurazione. Chi sottoscrive questa garanzia può far valere le proprie istanze di fronte a un giudice (tramite azione legale) oppure richiedere l’indennizzo in caso di lesioni. Prima di procedere per vie legali, ovviamente, le singole compagnie cercano sempre come prima soluzione quella della conciliazione. Qualora questa non sia possibile, si procede con tutti i mezzi previsti dalla tutela legale assicurazione auto.

Polizze di tutela legale: caratteristiche

Ogni polizza tutela legale è caratterizzata da una durata prestabilita, che in norma può essere di sei mesi o un anno. Il contratto sottoscritto elenca tutte le coperture offerte. Possono essere inserite nell’assicurazione spese legali anche delle estensioni, mediante le quali aumentare i servizi offerti dalla polizza. Come per ogni tipo di assicurazione auto, bisogna sempre prestare attenzione alle esclusioni (fattispecie per le quali non si è tenuti alla garanzia), alla franchigia (valore minimo entro cui non si attiva la copertura), ai massimali (copertura massima garantita) e alle condizioni previste.

Cosa copre l’assicurazione tutela legale

La tutela legale assicurazione come funziona? La polizza tutela legale interviene, di fatto, quando la risoluzione del contenzioso relativo a un sinistro appare complicata e si deve ricorrere agli avvocati. Quando la polizza è attiva, la compagnia assicurativa si fa carico di tutte le spese che servono ad avviare e concludere un procedimento legale. La compagnia può mettere a disposizione un proprio avvocato o far sì che il contraente (che in tal caso è chiamato a segnalare la cosa) si affidi al proprio. La sempre più crescente domanda di questa garanzia accessoria si lega alla protezione competa che offre. In caso di incidenti che richiedano di difendersi davanti alla legge, infatti, la polizza tutela legale concede una copertura totale. Sono garantiti onorari, spese processuali, costi vivi e spese per consulenti e periti. Se non si dispone dei mezzi per sobbarcarsi un processo, dunque, l’assicurazione tutela legale rappresenta la soluzione ideale.

Per attivare questa garanzia accessoria, sottoscrivere la prima assicurazione RC Auto o rinnovare quella in scadenza, affidati al nostro comparatore. Inserendo i dati dell’intestatario e quelli del veicolo riceverai rapidamente le quotazioni delle migliori compagnie online. A quel punto scegliere sarà un gioco da ragazzi da fare in tutta comodità: prima di convalidare il preventivo, infatti, avrai a disposizione ben 60 giorni per valutarlo.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Moto e multe: quali sono le infrazioni stradali più comuni tra i motociclisti?

Nel 2019 sono state 47.610 le infrazioni stradali commesse dai motociclisti e punite con una multa. Lo rileva l’indagine prodotta di concerto da ACI-Istat, evidenziando i comportamenti scorretti dei centauri. Il numero delle infrazioni Codice della Strada è minore rispetto a quello degli automobilisti (1.075.271) e degli autotrasportatori (450.615). Colpisce, tuttavia, la natura delle contravvenzioni

CONTINUA A LEGGERE

Quando è possibile annullare l’assicurazione moto?

Annullare l’assicurazione auto o moto è possibile? Il procedimento di estinzione del contratto assicurativo è garantito dalla legge, al verificarsi di determinate condizioni. Annullamento polizza RC Moto dà diritto al rimborso di parte del premio pagato e non usufruito. Vediamo in quali casi è possibile procedere all’annullamento assicurazione e qual è la procedura da seguire.

CONTINUA A LEGGERE

L’indennizzo diretto nella RC Moto: come funziona e quando non si applica

Dal 1° febbraio 2007 è entrato in vigore in campo assicurativo il sistema noto come indennizzo diretto. Questa innovazione è valida per i veicoli a motore e prevede la richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Rispetto al risarcimento ordinario, dunque, non si passa più attraverso la compagnia della controparte. Vediamo però l’indennizzo diretto

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Preventivo assicurazione moto: come calcolarlo e risparmiare

Assicurarsi la polizza RC Moto più conveniente grazie al miglior preventivo assicurazione moto. Quando si acquista uno scooter o motocicletta, bisogna subito provvedere alla sua copertura assicurativa. Obbligatoria per legge (art.193 Codice della Strada) la polizza responsabilità civile serve a tutelare il proprietario del veicolo da danni cagionati ai terzi. Non esiste un’assicurazione moto migliore

CONTINUA A LEGGERE