Polizza tutela legale: cosa copre, come funziona

La polizza tutela legale è una delle garanzie accessorie della RC Auto più gettonate del momento. A suggerirne la sottoscrizione è la disciplina introdotta dalla Legge n.41 del 23 marzo 2016, che prevede il reato di omicidio stradale. Tramite le polizze accessorie l’automobilista si tutela contro una serie di imprevisti che non sono coperti dall’assicurazione RC obbligatoria. Come funziona l’assicurazione tutela legale e quando interviene?

Cos’è l’assicurazione tutela legale

La polizza tutela legale è una garanzia accessoria che interviene per coprire le spese da sostenere per contenziosi legali. Quando a seguito di un sinistro bisogna avvalersi di un avvocato e sostenere spese legali, scatta la tutela legale assicurazione. Chi sottoscrive questa garanzia può far valere le proprie istanze di fronte a un giudice (tramite azione legale) oppure richiedere l’indennizzo in caso di lesioni. Prima di procedere per vie legali, ovviamente, le singole compagnie cercano sempre come prima soluzione quella della conciliazione. Qualora questa non sia possibile, si procede con tutti i mezzi previsti dalla tutela legale assicurazione auto.

Polizze di tutela legale: caratteristiche

Ogni polizza tutela legale è caratterizzata da una durata prestabilita, che in norma può essere di sei mesi o un anno. Il contratto sottoscritto elenca tutte le coperture offerte. Possono essere inserite nell’assicurazione spese legali anche delle estensioni, mediante le quali aumentare i servizi offerti dalla polizza. Come per ogni tipo di assicurazione auto, bisogna sempre prestare attenzione alle esclusioni (fattispecie per le quali non si è tenuti alla garanzia), alla franchigia (valore minimo entro cui non si attiva la copertura), ai massimali (copertura massima garantita) e alle condizioni previste.

Cosa copre l’assicurazione tutela legale

La tutela legale assicurazione come funziona? La polizza tutela legale interviene, di fatto, quando la risoluzione del contenzioso relativo a un sinistro appare complicata e si deve ricorrere agli avvocati. Quando la polizza è attiva, la compagnia assicurativa si fa carico di tutte le spese che servono ad avviare e concludere un procedimento legale. La compagnia può mettere a disposizione un proprio avvocato o far sì che il contraente (che in tal caso è chiamato a segnalare la cosa) si affidi al proprio. La sempre più crescente domanda di questa garanzia accessoria si lega alla protezione competa che offre. In caso di incidenti che richiedano di difendersi davanti alla legge, infatti, la polizza tutela legale concede una copertura totale. Sono garantiti onorari, spese processuali, costi vivi e spese per consulenti e periti. Se non si dispone dei mezzi per sobbarcarsi un processo, dunque, l’assicurazione tutela legale rappresenta la soluzione ideale.

Per attivare questa garanzia accessoria, sottoscrivere la prima assicurazione RC Auto o rinnovare quella in scadenza, affidati al nostro comparatore. Inserendo i dati dell’intestatario e quelli del veicolo riceverai rapidamente le quotazioni delle migliori compagnie online. A quel punto scegliere sarà un gioco da ragazzi da fare in tutta comodità: prima di convalidare il preventivo, infatti, avrai a disposizione ben 60 giorni per valutarlo.

Confronta e Risparmia Subito

Quale.it, al tuo fianco per scegliere l'offerta giusta al migliore prezzo

News

Mutuo prima casa giovani: come richiedere le agevolazioni

Il mutuo prima casa giovani è un finanziamento a tasso agevolato legato alla condizione personale o lavorativa. Attraverso questo istituto lo Stato agevola fiscalmente categorie con contratti di lavoro atipici o precari, ma non solo. Tramite questi fondi di garanzia, accessibili in via preferenziale a persona appartenenti a specifiche classi sociali o in possesso di

CONTINUA A LEGGERE

Assicurazione furto casa: come funziona

L’assicurazione furto casa copre i danni derivanti dalla sottrazione di oggetti appartenenti all’immobile dell’assicurato. Il furto in casa è uno dei reati più abietti e scioccanti, in quanto colpisce nel luogo protetto per antonomasia. Sebbene nell’ultimo biennio il dato italiano sia calato dell’8,5%, nell’ultimo anno registrato i topi di appartamento hanno fatto visita a oltre

CONTINUA A LEGGERE

Incidente senza assicurazione: come ottenere il rimborso?

Cosa succede quando si rimane vittime di un incidente senza assicurazione? L’assicurazione RC Auto è obbligatoria per legge, ma nonostante ciò i furbetti proliferano. Secondo l’indagine Asaps relativa al 2017, infatti, sono quasi 5 milioni le auto circolanti in Italia sprovviste della regolare polizza RC, una cifra che equivale al 13% del parco veicolare. Se

CONTINUA A LEGGERE

Guide

Protezioni moto: quali sono obbligatorie?

Quello delle protezioni moto è un tema particolarmente dibattuto tra i centauri. Quella tra look e sicurezza dovrebbe essere una sfida impari, eppure non sono pochi i motociclisti (soprattutto dell’ultima ora) che sembrano preferire un outfit di grido sacrificando la propria incolumità. Con i pericoli della strada, però, non si scherza. Le 687 vittime nel

CONTINUA A LEGGERE

Come pagare il bollo auto online: la procedura

È possibile pagare il bollo auto online? Il bollo automezzi è la tassa automobilistica che grava su tutti i proprietari di un veicolo. Il versamento va effettuato ogni anno, indipendentemente dall’utilizzo o meno di auto o moto. Si tratta infatti di un contributo legato al possesso e non all’utilizzo del bene. Come si corrisponde e

CONTINUA A LEGGERE

Cambio domicilio: come e dove farlo, documenti

Hai bisogno di fare un cambio domicilio e non sai come fare? Pensi di dover affrontare la stessa trafila che spetta al cambio di residenza? Niente paura. Vediamo come funziona il cambio di domicilio. Residenza e domicilio differenza Prima di tutto è importante definire la differenza tra domicilio e residenza. Entrambi sono descritti dal Codice

CONTINUA A LEGGERE

Città più pericolose del mondo: classifica, come viaggiare sicuri

Viaggiare è uno tra gli hobby più gettonati dagli italiani. Chi si può permettere un weekend o una vacanza, magari all’estero, non può non tenere conto di una classifica: quella delle città più pericolose del mondo. Si tratta di un ranking che confronta abitanti e numero di omicidi, restituendo un indice di pericolosità in percentuale.

CONTINUA A LEGGERE